Equivoci Verdi
Set15

Equivoci Verdi

Care lettrici e cari lettori del blog di Climatemonitor, spesso sulla stampa, dai media mainstream alle pubblicazioni più piccole e di nicchia (a volte con ambizioni tecniche o scientifiche, a volte semplici fogli di parte), si leggono le promesse di un futuro green nel campo dell’energia, promesse a dir poco mirabolanti. In realtà, esse si basano su alcuni grossi equivoci, per usare un eufemismo, che qui andremo a vedere. Il primo...

Read More
No nuclear, no party
Ago10

No nuclear, no party

Sono giorni caldi questi, localmente e globalmente: un’estate molto calda e secca nell’Europa centro-meridionale (ma decisamente fredda e perturbata nell’Europa settentrionale e parte della Russia), un El Niño che dovrebbe essere tra i più forti degli ultimi decenni, nonché l’annuncio a tamburo battente di Obama di una nuova politica energetica da qui al 2030. Tutti argomenti che scaldano i cuori e le posizioni, su entrambe le sponde...

Read More
Il “rinascimento nucleare” dopo Fukushima
Apr23

Il “rinascimento nucleare” dopo Fukushima

Come già spiegato in altri articoli, pubblicati tempo fa su CM (ad esempio qui), è oggi in atto il cosiddetto “rinascimento nucleare”. Dopo una stasi durata un ventennio, infatti, in tutto il mondo sta riprendendo l’edificazione di nuove centrali nucleari. Tuttavia, proprio all’inizio di questa nuova fase, il catastrofico terremoto e maremoto del Tohoku ha causato il disastro nucleare della centrale di...

Read More

Energia: cosa uccide di più?

Nel marzo 2011, il blog Next Big Future ha presentato un breve e doppio studio, dove calcola i morti per TWh prodotto, per ogni fonte d’energia: doppio perché, da una parte inserisce quelli calcolati per un anno come il 2008, e dall’altra fa un calcolo più raffinato ma anche più incerto su quelli che sarebbero i morti “a lungo termine” (stima su ottant’anni, sulla base della produzione di energia del 2008). Le fonti...

Read More

Fukushima: La storia e un punto di situazione

La mente è fredda ora, il nocciolo della centrale di Fukushima ancora no. Nella ridda di notizie più o meno gravi, è forse ora di cominciare a tirare le somme di un evento grave che deve comunque essere inquadrato per poter essere compreso. Vi lascio alle parole di Filippo Turturici, un amico che già in altre occasioni ha dato a queste pagine contributi decisivi. Dal momento che credo che questo documento meriti più della semplice...

Read More
Translate »