Salta al contenuto

Primo: Credere incondizionatamente

Secondo: convincere il prossimo tuo.

Leggo da Science Daily: “Allarmante aumento del flusso di acqua negli oceani proveniente dai fiumi a causa del riscaldamento globale, accelerato il ciclo dell’evaporazione, precipitazioni.”

Di che si tratta?

Semplice e efficacemente catastrofico. Il riscaldamento globale accelera il ciclo dell’acqua accrescendo il numero e la violenza degli eventi estremi, ne risulta un aumento della portata dei fiumi verso gli oceani, maggiore disponibilità per l’evaporazione e ciclo che ricomincia con sempre maggiore velocità e violenza. Tutto questo ai tropici ed alle alte latitudini, mentre milioni di persone soffrono per la siccità in zone aride e semi-aride.

Quali i motori di questa accelerazione? Ma i Monsoni e i Cicloni Tropicali ovviamente. Peccato che questi eventi non aumentino, l’importante è credere.

Ma se vogliamo si può essere ancora più fidelizzati, perché le dichiarazioni di uno degli autori di questa innovativa ricerca sono spettacolari: “Per capire se veramente il ciclo dell’acqua stia accelerando avremmo bisogno di misurazioni dello sversamento in mare dei fiumi. Questi dati non li abbiamo, per cui non siamo in gradi di dirlo.

E allora di cosa stiamo parlando? Ma di modelli no?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inIn breve

Un commento

  1. Guido Botteri

    Infatti, noon è la prima volta che noto che certe conclusioni di autorevoli studi sono fatte a computer…
    Vorrei tanto che questo elemento – per me illuminante – fosse messo in maggiore evidenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »