Salta al contenuto

Uh oh, si è rotto il termostato…

Alcuni giorni fa abbiamo “importato” un grafico dal blog di Roger Pielke Jr per dare un’occhiata al trend delle emissioni di CO2 negli ultimi anni. Nell’immagine si staglia chiaramente l’effetto frenante della crisi finanziaria il cui impatto sulle attività produttive è sotto gli occhi (e nelle tasche) di tutti.

Lunedì scorso The Guardian ha lanciato il sasso nello stagno: Il 2010 è stato l’anno della ripresa in termini di emissioni, più 5% rispetto all’anno prima e livelli di concentrazione in ppm mai stati così alti. Sembra proprio che la possibilità di mantenere l’aumento della temperatura del Pianeta entro i 2°C rispetto al periodo pre-industriale si faccia più difficile (è così, c’è in giro qualcuno che pensa davvero che questa cosa abbia un senso).

Allora, tanto per sparigliare ancora un po’ le carte, vi proporrei la lettura di un documento che viene dal blog di Judith Curry, con il quale si fanno due conticini sull’impatto in termini di riduzione della temperatura che avrebbero i titanici sforzi di riduzione delle emissioni che alcuni paesi, Gran Bretagna tra tutti, si propongono di fare. Il titolo è: “La futilità della riduzione del carbonio“.

Numeri significativi, addirittura nell’ordine del centesimo di grado. Eh sì, se è per il clima ne vale proprio la pena.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inIn breve

4 Comments

  1. A proposito di inefficienza…il mio comune in italia ha cominciato da poche settimane a mandare lettere e controletter stampate “kyoto”. Poveretti, proprio adesso che l’accordo di Kyoto e’ morto??

  2. Claudio Costa

    Di fronte alla totale inefficia della mitigazione climatica, c’è il silenzio assoluto, ci criticano, ci insultano, ci deridono, e ci denigrano perchè osiamo mettere in dubbio che l’uomo pesi per il 96% delle forzanti riscaldanti, affermando che su CM si fa disinformazione, che su CM non si fa scienza, ecc ecce come se sostenere la necessità (impellente tra l’altro) di ridurre le emissioni per salvare il pianeta dall’estinzione dell’umanità (Hansen) malgrado tutti sappiano che sia inefficace, sia scienza e non propaganda.

  3. Chi vuole fare il calcolo del contributo dovuto alle recenti iniziative in Sardegna? Consiglio di moltiplicare il risultato per un miliardo, cosi’ da non dover stampare troppi zeri….

    • Ichnusa

      Un miliardo…mi ricorda qualcosa. Che sia più o meno la cifra stanziata dalla UE per la gestione del progetto di riduzione della CO2?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »