Salta al contenuto

Flash dal Sole, in tutti i sensi.

Un potente solar flare ha sconvolto la superficie solare. Si tratta del maggior brillamento solare dal 2005. Il brillamento è stato accompagnato da un’ eruzione solare di discreta entità che ha puntato sul nostro pianeta.

Da ieri, 24 gennaio 2012, è iniziata una tempesta solare di grandi dimensioni che si prevede si protrarrà per tre giorni. Sono previste aurore boreali che potranno essere visibili nella parte settentrionale degli Stati Uniti e delle Isole Britanniche.

L’eruzione solare e la tempesta associata potrebbero anche disturbare le comunicazioni in onde corte e i segnali satellitari. Sebbene questa sia una tempesta solare di grandi dimensioni, a testimonianza del periodo di massimo del ciclo solare 24, non si tratta di una tempesta solare di proporzioni storiche. Riteniamo, in accordo con i maggiori centri previsionali sull’attività solare, che nei prossimi 12 mesi si potrà assistere ad eventi di portata maggiore rispetto all’attuale, anche se risulta impossibile stabilire il momento o anche solo il periodo nel quale detto fenomeno potrebbe accadere.

http://www.swpc.noaa.gov/NOAAscales/#SolarRadiationStorms

La tempesto solare è stata categorizzata S3 secondo la tabella della NOAA qui sopra (click sull’immagine per ingrandire). Come potete osservare di questo tipo di tempeste se ne prevedono circa 10 in un ciclo solare standard, questa è la prima tempesta S3 del ciclo solare 24.

Aggiornamento: a questo link una spettacolare immagine animata che mostra l’evoluzione del Flare.

Grazie a Franco Zavatti.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualitàSole

Un commento

Rispondi a franco zavatti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »