Il Polpo nell’acqua sua

Eh sì, pare proprio che questi simpatici animali tendano a prediligere le acque di casa propria. Mi si perdoni il riferimento culinario ma spero si capisca che è solo un detto popolare. Di quelli che raramente risultano privi di fondamento.

A parte le pescherie (ops…l’ho fatto di nuovo) di cefalopode ne abbiamo visto uno alle prese addirittura con le previsioni sul risultato delle partite dei mondiali. Mi pare si chiamasse Paul. Animali eclettici si direbbe.

Oggi li troviamo protagonisti di uno studio in chiave climate change. Polpi Antartci, più precisamente Polpi Turchesi. Un team di ricercatori inglesi è andato a cercarli nel Mare di Ross e nel Mare di Weddel, attualmente separati dal West Antartic Ice Sheet. Pare che questa specie animale sia piuttosto sedentaria, cioè tenda ad occupare uno spazio specifico. Analizzando le caratteristiche genetiche di esemplari catturati nei due mari, i ricercatori hanno riscontrato molte similitudini, giungendo alla conclusione che in un passato piuttosto lontano, circa 200.000 anni, le due comunità erano probabilmente una sola. Data la sedentarietà della specie, si tende ad escludere che possano aver viaggiato tanto da incontrarsi aggirando l’ostacolo, per cui ciò significa che duecento secoli fa quella enorme coltre di ghiaccio non c’era, cioè era sciolta. Tra l’altro, l’ipotesi di un collasso in epoca remota della coltre glaciale dell’Antartide occidentale – dove c’è l’omonima penisola, unica parte del continente che sta sperimentando un aumento delle temperature e una significativa perdita di massa glaciale – è materia di studio da parecchio tempo. Questa ricerca andrebbe nella direzione della conferma, avvalorando al contempo l’ipotesi che anche laggiù le dinamiche del clima del passato sono state di ampia portata.

Interessante. Trovate tutto qui.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »