Urne aperte e ‘clima’ elettorale

Ieri abbiamo sottolineato i traballanti ove non addirittura inesistenti fondamenti scientifici con cui Bloomberg Newsweek ha incollato al posteriore dell’uragano Sandy la targa dell’AGW. Non avevamo ancora letto l’editoriale uscito sul Foglio sabato scorso dal titolo decisamente suggestivo

“Clima elettorale – Perché è tornato così di moda il tema del riscaldamento globale”.

Nel corpo anche un commento all’endorsement del sindaco di New York che, incidentalmente, si chiama proprio Bloomberg ;-).

Temi molto poco climatici e fortemente politici. Tutto questo rassicura, perché in tutto il mondo – e l’America non fa eccezione – sussiste una relazione inversamente proporzionale tra le promesse elettorali e le cose portate a compimento.

Qui l’articolo su Il Foglio (per abbonati).

Qui sulla rassegna stampa ENEA.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Sancho Senza Panza

Share This Post On

2 Comments

  1. Appena visto lo spot: da non perdere Atlantide Speciale, su La 7 Domenica, quando Mario Tozzi ci spiegherà che Venezia e New York finiscono sott’acqua per la stessa ragione: i cambiamenti climatici.

    Post a Reply
    • Come direbbe Watts, i future sui popcorn andranno alle stelle!
      gg

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »