Salta al contenuto

Nature: 2015, grandi attese per la scienza, ma sul clima solo politica

Appena ieri ho ricevuto la consueta newsletter di Nature. E’ una rivista scientifica, d’accordo, ma è pur sempre tra i media, per cui ci sta tutto un articolo che riassuma le prospettive per l’anno nuovo in campo scientifico. E non sono prospettive banali, se mai potrebbero esserlo, con la sola eccezione della scienza del clima.

What to expect in 2015
Nature looks at what the New Year holds for science.

Vediamo. A marzo tornerà ad accendersi l’LHC del CERN di Ginevra, dopo due anni di lavoro avrà una capacità raddoppiata. Se da un lato i soliti noti torneranno a disseminare insensate fobie da buco nero artificiale, dall’altro c’è da attendersi nuove e forse dirompenti scoperte nella fisica delle particelle.

Poi ci saranno i test definitivi sul vaccino per Ebola, con i ricercatori che sperano di sconfiggerne presto il virus. Nel frattempo la sonda spaziale Dawn della NASA raggiungerà Ceres (il protopianeta della birra 😉 ) all’interno della fascia degli asteroidi tra Marte e Giove, prima di dirigersi verso Plutone, dove arriverà a metà luglio.

E poi ancora molto altro, che vi consiglio di andare a leggere di persona. Ma sul clima? Niente, a quanto pare. Possibile? Certamente no, ma su Nature, confermando quanto sia ormai intrisa di politica la scienza del clima, preferiscono mettere l’accento sull’accordo USA-Cina (tra l’altro già ridicolmente naufragato nell’ultima adunata climatica di Lima) che di sicuro non è una prospettiva scientifica, e sul fatto che nel prossimo anno la concentrazione di anidride carbonica in atmosfera potrà raggiungere le 400 parti per milione stabilmente.

Del resto, prima che la temperatura del pianeta smettesse di crescere la scienza era definita no?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Un commento

  1. luca

    Giusto….Semmai, la “novità” sarà quella di continuare a trovare spiegazioni pseudo-scientifiche alle bizzarrie di un clima, che non segue la strada segnata dal clima della politica o meglio dalla politica del clima…scusate il gioco di parole…Comunque no problem, ho saputo, che nell’anno nuovo inizierà una trasmissione televisiva condotta da Mercalli sulle tematiche climatiche. Ogni dubbio e perplessità, saranno ben spiegati e analizzati, dalla infinita fantasia dei fautori assoluti dell’agw!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »