Vuoi fare Meteo con CM?

Climatemonitor è un’idea del 2006, tra nove mesi avrà dieci anni. Non so, anche se me lo auguro, se ci sia qualche lettore superstite della prima ora. Se così fosse potrebbe testimoniare che tra gli oltre 3.500 post pubblicati, forse solo un paio contenevano previsioni del tempo in senso stretto. Credo si trattasse della neve a Roma, una sfida troppo allettante per qualsiasi previsore. Anche per chi, come il sottoscritto, sta bene attento a non mescolare le mele con le pere, cioè quello che si fa per professione e quello che si fa per passione. Certo, abbiamo discusso di evoluzione delle stagioni, di dinamiche del vortice polare, abbiamo pubblicato degli outlook e ne pubblicheremo altri (a proposito, la stagione promette bene!) ma, le previsioni vere, quelle che si verificano rapidamente, sono un’altra cosa.

Che faremo, perché quello alzato verso le previsioni in senso stretto qui su CM è un muro che sta per cadere. Però, con il contributo di quanti vorranno cimentarsi, non sarò io il picconatore, sempre per la storia delle mele e delle pere. Infatti sarete voi. Ho deciso di aprire una categoria sul blog dove pubblicherò le vostre previsioni, ovvero quelle che deciderete eventualmente di condividere con gli altri lettori. E’ chiaro che questo significa esporsi, sottoporsi a verifica, sia nel processo decisionale che nelle decisioni prese ma, in tanti anni di lavoro in questo campo, devo ancora incontrare qualcuno che non ha bisogno di imparare qualcosa di nuovo.

Quello che vorrei seguire è un format preciso, con queste regole e contenuti:

  • La previsione è settimanale, pronta nel week-end, pubblicata il lunedì;
  • Il “core” del lavoro dovrebbe essere la descrizione sinottica (il tipo di massa d’aria, le caratteristiche del flusso, gli eventuali transienti, i modelli concettuali attesi);
  • Si possono portare immagini a corredo della propria ipotesi oppure anche soltanto dei riferimenti modellistici (Modello, corsa, scadenza, tipo di campo) corredati di link;
  • Tipo di tempo atteso in relazione ai modelli concettuali;
  • Il TD resta aperto per correzioni/aggiunte/discussioni fino alla pubblicazione della nuova previsione;
  • La redazione di CM si riserva di scegliere quale lavoro pubblicare qualora ce ne fosse più d’uno disponibile per lo stesso periodo di tempo;
  • L’autore o la redazione, al termine del periodo, tirano le somme dell’accaduto e valutano la “lesson learned”.

Quindi ne vedremo una a settimana, iniziando dalla prossima, naturalmente se ci sarà qualcuno che vorrà cimentarsi, altrimenti…abbiamo scherzato ;-).

Le proposte possono essere inviate a info@climatemonitor.it, ovviamente non in forma anonima e corredate di un recapito (che vede solo l’admin ovviamente); chi dovesse preferirlo potrà usare un nickname per la pubblicazione, ma non per l’invio, fornire un link a eventuali pagine proprie, siti web di riferimento, account social e quant’altro.

Insomma, proviamoci, potrebbe essere l’occasione per scambiarsi opinioni, valutare pareri diversi (sempre negli stessi anni di lavoro devo ancora incontrare due previsori con idee perfettamente uguali sullo stesso evento) e, vada come vada, ci divertiremo.

Tutto qui, si fa per dire. Aspetto le vostre proposte.

NB: un piccolo disclaimer. Non c’è nessuna intenzione di fare di CM un portale meteo, di gettarsi nella mischia o di fare concorrenza a nessuno e, naturalmente, non ci sarà nessun copyright, se non quello che chi dovesse attingere avrà la bontà di riconoscere :-).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

8 Comments

  1. Caro Guido, la proposta è sicuramente interessante. Noto tuttavia che nel tuo post nulla dici circa l’areale di riferimento della previsione. Si lascierà piena libertà di scelta al previsore?
    Luigi

    Post a Reply
    • Luigi,
      non ci avevo pensato, però trattandosi di un discorso di breve-medio periodo più che altro incentrato sulla sinottica, direi che possa andar bene la scala nazionale.
      gg

      Post a Reply
  2. Non ho le competenze per fare previsioni, ma potete stare tranquilli che non me ne perderò una. Grande idea, grazie Guido.

    Post a Reply
  3. Stanotte niente super-luna-rossa, causa cielo coperto.

    A proposito… Abbiamo un altro Hockey stick e forse anche un nuovo proxy!
    http://i1.wp.com/www.universetoday.com/wp-content/uploads/2015/09/Keen-GHC-graphicCROP.jpg

    Causa effetto serra le eclissi di luna stanno diventando più chiare.
    Altro che pausa, a guardare il grafico della luminosità delle eclissi si evince subito che c’è un aumento del rateo di riscaldamento globale.

    “Keen’s research focuses on how the clean, relatively dust-free stratosphere of recent years may be related to a rise in the rate of global warming compared to volcano-induced declines prior to 1996. Your simple observation will provide one more data point toward a better understanding of atmospheric processes and how they relate to climate change.”

    http://www.universetoday.com/122529/what-color-is-the-moon-a-simple-science-project-for-sunday-nights-eclipse/

    Post a Reply
    • “On the night of the eclipse, hold the phone right up next to the moon during mid-eclipse and estimate its “L” value with your naked eye. Send that number and time of observation to Dr. Richard Keen at […]. For the sake of consistency with Danjon estimates made before mobile phones took over the planet, also compare the moon’s color with the written descriptions above before sending your final estimate.”

      Che dire… non siamo mica più all’epoca in cui misuravano la temperatura del mare con un secchio trascinato in acqua!

      Post a Reply
  4. ma che bene! sarà un ottimo modo per continuare a riparare alla mia ignoranza! e magari imparerò a fare qualche “boutade” per il mio amato Carso!!!saluti atutto il blog!

    Post a Reply
  5. @ Maurizio e Fabrizio
    .
    Certo che il mondo è pieno di tipi “originali”! 🙂
    Ciao, Donato.

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »