Salta al contenuto

Orfani di COP

In teoria saremmo tornati nell’oblio, alle nostre discussioni di clima, tempo e varie amenità meteorologiche. Una cosa che ora dovremmo poter fare con calma, senza ansia, perché il mondo è stato salvato. Quasi quasi ho un po’ di nostalgia dei giorni dei frenetici negoziati, dello sconforto prima e dell’euforia poi. Ma, per fortuna, ora il mondo è salvo.

Davvero?

Scrive ieri La Repubblica sull’ultim’ora: Obama, il mio successore sarà un democratico […] assicurando così che l’accordo sul clima non sarà messo in discussione. In ogni caso, ha evidenziato, ‘sebbene l’accordo di Parigi non sia legalmente vincolante crea un quadro internazionale’ in termini di target e quindi nel lungo periodo ‘anche i repubblicani si renderanno conto che e’ stata una scelta intelligente’.

Che sorpresa… 

Fabius, ministro degli Esteri francese e maestro di cerimonia della COP21, dichiarava all’indomani dell’accordo e ripreso dall’ANSA, quando i tappi delle bottiglie di champagne ancora rimbalzavano allegramente: “Devo battere con il martello, è un piccolo martello ma credo possa fare grandi cose”, ha commentato il presidente della Cop 21, il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, dopo aver celebrato con abbracci e lacrime l’approvazione di quello che Francois Hollande ha definito “un accordo che vale per un secolo”. Un’intesa “giuridicamente vincolante” nel processo di dichiarazione dei “contributi nazionali”, verifica quinquennale e aggiornamento, oltre che per i meccanismi di trasparenza. “Siamo nella storia…”

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualitàCOP21 - Parigi

4 Comments

  1. Luigi Mariani

    Ho letto l’accordo di Parigi e di vincolante non c’è un bel niente, per il semplice fatto che l’aticolo 20 recita come segue:
    “Article 20:
    1. This Agreement shall be open for signature and subject to ratification, acceptance or approval by States and
    regional economic integration organizations that are Parties to the Convention. It shall be open for signature at
    the United Nations Headquarters in New York from 22 April 2016 to 21 April 2017. ”
    mentre l’articolo 21 recita quanto segue:
    “Article 21
    1. This Agreement shall enter into force on the thirtieth day after the date on which at least 55 Parties to the
    Convention accounting in total for at least an estimated 55 percent of the total global greenhouse gas emissions
    have deposited their instruments of ratification, acceptance, approval or accession. “

  2. Alberto

    Ho sbagliato a postare il commento precedente. Non era ovviamente una risposta. Sorry.

  3. … Francois Hollande ha definito “un accordo che vale per un secolo”.

    Guido, dimmi che non ci saranno COPXX per un secolo (tanto gli accordi ci sono e sono vincolanti!), così la Terra penserà a salvarsi da sola … e magari ci riesce davvero, senza l’aiuto di salvatori vari, eventuali e spesso improbabili.
    Approfitto per fare gli auguri a te e a tutti i lettori di CM.
    Franco

    • Alberto

      Vi seguo spesso e volentieri anche perchè siete “Una voce che grida nel deserto”. Purtroppo la quasi totalità degli articoli che mi capitano sotto gli occhi contengono annunci e rivelazioni che mi procurano mal di testa e inc…ture portandomi a pensare che l’umanità non scomparirà per lo smog o l’inquinamento, il petrolio o l’atomo ma per stupidità e “circonvenzione d’incapace”: è mai possibile che per il semplice fatto di ripeterle per 15/20 anni alcune affermazioni (totalmente sbagliate!!) vengano ora prese come leggi supreme della scienza?? Quali interessi economici e di potere portano tutte quelle persone riunite a Parigi a “credere” alle panzane dell’IPCC? Ma soprattutto chi fu il primo a inventare la favola che i Cambiamenti Climatici sono la peste e che sono colpa nostra? Ve lo chiedo perchè proprio non ne ho idea. Ma quella persona o persone ha fatto più danni, e ne farà ancora per decenni, che 100 centrali (di qualunque tipo visto che ora oltre al nucleare anche il carbone è out.)
      Comunque, scusate lo sfogo, volevo solo segnalare a parziale conferma di quanto detto, uno stralcio di un articolo pubblicato niente meno che sul IlSole24ore!!
      http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2015-11-27/il-mostro-climatico-disarmati-o-quasi-174436.shtml?uuid=ACn4RmiB
      A parte il titolone, “Mostro climatico” … ma quando mai!!, il passaggio spettacolare è questo:
      “Di sicuro si concorderà sul fatto che l’allarme climatico è reale, concreto, già devastante, potenzialmente esistenziale. I negazionisti verranno emarginati. La natura li ha definitivamente smentiti. Inutile ricordare ciò di cui sono pieni i giornali, i documentari, i moniti: a meno di drastici interventi entro fine secolo verrà superata , persino doppiata, la zona rossa dei 2 gradi di aumento delle temperature medie rispetto ai valori preindustriali (ora siamo a +0,8). Gli studi dell’Onu preparati per il vertice di Parigi e aggiornati proprio nei giorni scorsi lanciano un segnale addirittura più inquietante: anche mettendo insieme tutti i migliori impegni si arriverà a 2,7 gradi. Un fallimento comunque. Serve di più, molto di più. Emergerà perfino una scansione temporale per l’era del disastro e dunque dei margini per disinnescarlo: cinque, al massimo dieci anni da ora per cambiare decisamente registro nelle emissioni ad effetto serra. Il che significa veloce decarbonizzazione nella filiera energetica, con tutte le sue gigantesche implicazioni sociali e geopolitiche. ”
      Ora, se avessi anche solo 2 dei 3 desideri della famosa lampada, ne userei subito uno per far calare drasticamente la quantità di CO2 nell’aria, ma tanto drasticamente che per un decennio ci ritroviamo con 5 gradi d’estate e -40 d’inverno. Poi andrei dai sapientoni per chiedere se sono felici e se si vive meglio. Branco di ….. . Per fortuna sono una persona buona anche con chi non lo merita per cui con il secondo desiderio farei tornare tutto a posto.
      p.s. Sempre su quel giornale, ho letto qualcosa su El Nino
      http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2015-11-21/el-nino-batte-ogni-record-sara-inverno-ricco-sorprese-130120.shtml?uuid=ACEc9peB
      Volete vedere che fra poco anche questo evento sarà colpa nostra? Ma come si fa a dire che bisogna spegnere le centrali a carbone, girare a piedi e altre caz…te quando ci sono riserve di calore naturali che fanno impallidire qualsiasi emissione possa fare l’uomo? Anche solo lo spettacolo dell’ Etna di qualche tempo fa: quanta CO2 ed altri gas sono stati sparati nell’atmosfera?
      Ora mi fermo perchè sono stato anche troppo prolisso. E’ che a volte fanno proprio girare le balle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »