Peccato non sia agosto

Peccato non sia agosto, perché, se lo fosse, potremmo dire che fa freddo a causa del caldo. Invece fa freddo, un freddo normale, per la semplice ragione che siamo prossimi all’inverno.

Quindi, direttamente dal “Dipartimento la neve sarà un ricordo del passato“, appena entrati nell’inverno meteorologico, che prende il via il 1° dicembre come dicono quelli bravi, ecco che arriva la seconda nevicata dell’anno, dopo quella decisamente precoce del 13 novembre scorso in Emilia Romagna e dintorni. E, se le cose vanno come dicono le code dei modelli, ne arriverà un’altra per il week end dell’immacolata.

Causa di questo strana, stranissima stagione che si ostina ad essere normale, quando da previsioni – sempre di quelli bravi – di stagioni normali non dovrebbero essercene più, è il ripetersi di modalità di circolazione atmosferica sull’area Euroatlantica a bassa velocità zonale, cioè principalmente disposta lungo i meridiani piuttosto che lungo i paralleli. Aria che viaggia quindi da nord a sud e viceversa, per il persistere di una robusta onda atlantica (onda planetaria, non di acqua marina 😉 ). Con questi flussi il sistema scambia calore tra le latitudini tropicali e quelle polari molto velocemente per gestire la transizione verso la stagione fredda.

Questo si chiama tempo, e non clima, esattamente come dovrebbe chiamarsi anche d’estate, quando lo stesso meccanismo, ma con l’onda positiva centrata sul Mediterraneo, ci fa boccheggiare, regalando grandi soddisfazioni a chi sostiene che si tratti di clima e non di tempo.

E così pioggia, neve e, ovviamente tante nuvole. Peccato però, perché la Luna in questi giorni regala un grande spettacolo con il passaggio al Perigeo (orbita più vicina alla terra di circa 50.000 Km rispetto all’Apogeo) e la concomitante fase di Luna piena. Si chiama Super Luna, perché il satellite appare anche del 14% più grande e del 30% più luminoso. Occasione persa quindi? Non proprio, perché la Nasa mette a disposizione il suo Virtual Telescope Project e anticipa il primo video di una trilogia di super lune, dato che il 2018 inizierà con ben due eventi simili, rispettivamente il 2 e il 31 gennaio.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

62 Comments

  1. Oh cavolo!!, non avevo visto gli ultimi sviluppi del blog.
    Forse debbo riconsiderare le cose e che quello buono è il mio termometro.
    Il resto si stà dimostrando da sè e mi dispiace anche per l’IBM.

    Post a Reply
  2. Cari lettori di CM, sinceramente non so se questo scambio di commenti possa ritenersi in alcun modo lesivo o offensivo. Penso che quando ci si espone pubblicamente si debbano avere credenziali solide se le si vuole difendere, altrimenti semplicemente ci si esprime con le proprie idee come facciamo sempre qui senza sbandierare titoli o crediti. Ma c’è chi queste discussioni non le accetta, Anche questo è leggittimo, solo che se si vuole il rispetto del prossimo bisogna anzitutto rispettare il prossimo. Quando è iniziata questa spiacevole discussione, ho deciso di non pubblicare i primi commenti di Maximiliano, perché altamente offensivi. Gli ho scritto per metterlo al corrente della mia decisione ricevendo un’intimazione. Ora arriva quest’altra alzata d’ingegno e sinceramente non credo che il comportamento di Maximiliano sia accettabile, quindi lascio giudicare a voi. Qui sotto trovate i tre commenti ricevuti. Da notare che Maximiliano, di cui non conosco la nazionalità, ritiene che “Italiano” sia un’insulto al pari di altri ben più espliciti. Penso che questo sia qualificante più di ogni altra considerazione. Niente male per chi dice di promuovere “freedom and democracy”.
    Visto che a quanto pare ci dovremo difendere, cominciamo a farlo da subito. Enjoy.

    Post a Reply
  3. Guido, secondo me ci vuole più filtro, ma vedi tu, il blog è tuo.
    Buone feste!

    Post a Reply
    • Quelli non sono commenti postati su questo foro, li ha messi lei, invece si sono postate continue diffamazioni sul mio conto riguardo alla millantazione di mestieri e titoli falsi che rappresenta giuridicamente una diffamazione bella e buona. Ero stato gentile a consigliarle, prima di diffamarmi ulteriormente, di contattare il proprietario del sito Weather Underground per chiedere se effettivamente lavoro con loro e con quali qualifiche, ma la vostra intelligenza sembra cosi bassa quanto la volontà diffamatoria allora avete stabilito che non ho niente a che fare con loro e che millanto titolo e mestiere di climatologo falso.
      E’ postato pure un commento in cui mi si da dal corrotto e che uso la scienza a fini politici.
      Tutte cose che se non dimostrate sono diffamazioni gravi. E non potete dimostrarle perchè so da me che sono false.
      Io NON SONO venuto qui a sbandierare niente, sono stato seppellito di insulti e diffamazioni gratuite e ho solo dovuto difendermi, quindi le sue balle e le sue scuse se le tiene per se.

      Immagine allegata

    • Maximiliano, non insistere. Ho cancellato l’IP e la tua mail per preservare la tua privacy. I commenti sono ancora in coda di moderazione, se preferisci li pubblico integralmente, come avrebbe dovuto essere fin dall’inizio, perché ora stai ridicolmente negando di averli postati. Ma non è un problema, di queste cose si tiene sempre traccia 😉
      gg

  4. Chi è cosa e chi è chi.
    Una rapida e necessariamente incompleta ricerca con google basata sulle poche info gentilmente rilasciate per nostra conoscenza da M.H.

    1- La Weather Underground Organization (WUO), nota come Weatherman, the Weathermen o Weather Underground, fu un’organizzazione della sinistra radicale statunitense fondata nel campus di Ann Arbor dell’Università del Michigan…. sembra non abbia niente a che vedere col nostro M.H..
    https://it.wikipedia.org/wiki/Weather_Underground

    2- WU invece è un Sito di meteorologia collegato a IBM:
    https://www.wunderground.com/
    https://www.wunderground.com/about/data
    https://krb-sjobs.brassring.com/TGnewUI/Search/Home/HomeWithPreLoad?partnerid=26059&siteid=5016&PageType=searchResults&SearchType=linkquery#keyWordSearch=&locationSearch=

    3- Questa sembra essere la holding:
    http://www.theweathercompany.com/

    4- Un articolo su WU in cui M.H. viene citato come fonte di dati per rekord di temperature estreme:
    https://www.wunderground.com/cat6/may-2017-top-three-warm-may-globally

    5- Linkedin, la pagina sintetica del profilo di Maximiliano Herrera (suppongo sia il nostro ma non ne sono certo) da cui si apprende il titolo di studio: una laurea (triennale, bachelor?) in scienze politiche presso Università del Costa Rica, manca votazione finale:
    https://cr.linkedin.com/in/maxcrc

    6- Al di là del suo sito http://www.mherrera.org M.H. pare che non sia citato da nessuna istituzione accademica o scientifica, ma potrebbe essere a causa delle (poche) informazioni curricolari disponibili, qualche link più preciso da parte di M.H. aiuterebbe anche noi.

    Conclusioni.
    Al momento il nostro M.H. sembra essere un attivista politico e, climatologicamente parlando, l’estensore/curatore di un database di temperature estreme a livello mondiale, di sua proprietà e di cui egli, forse, non garantisce l’attendibilità. Vedi disclaimer nel suo sito.
    http://www.mherrera.org/disclaimer.htm
    Non pare altresì che alcuna comunità scientifica, climatologica o meno, abbia validato in qualche modo il suddetto database sebbene M.H. lo descriva come “The most reliable and updated collection of extreme temperatures on the WEB!”.

    Se tutto ciò fosse vero e alla luce di quanto emerso sinora, personalmente riterrei che la qualifica di scienziato “climatologo” cui si fregia M.H. sia pura millanteria o, almeno, una grossa esagerazione, almeno fino a prova contraria.

    Disclaimer:
    The writer of this post disclaims any representation of warranty, about the completeness or exactness of the information contained in this post.
    The writer is not responsible for any damage due to the use of the information.
    People using the information have to assume full responsibility for the use of this information.

    Post a Reply
    • Maurizio, io non so come siamo finiti in questa discussione, anzi lo so, l’ottimo Simone ha per l’ennesima volta trollato CM. Ergo, ne vorrei uscire quanto prima. L’esegesi delle attività di questo o quel commentatore è sempre sterile, fosse anche un nobel.
      gg

    • Sig. Giudi, io non ho trollato proprio per niente. Ho scritto più volte anche in passato che io seguo i dati solo dei climatologi e non dati fasulli o di altri incapaci, ed ho messo quel link di Herrera con molti dati ufficiali. Link in cui si vede ad esempio che i record caldi siano nettamente maggiori di quelli freddi.
      Quando ho visto che Herrera veniva denigrato come fosse uno scemo qualsiasi, l’ho contattato segnalandogli il post.
      Invece di dare a me del troll, magari dovrebbe impedire che in alcuni commenti si offenda gente professionista del settore dei dati climatici come è il sig. Herrera.

    • Simone sei un eroe. Quando il mondo sarà salvo avrai eterna riconoscenza. Per ora metti a dura prova la mia pazienza 😉

    • Le comunico che ho appena attivto una denuncia per diffamazione per le GRAVISSIME DIFFAMAZIONI contenute nel suo sito nei miei confrontiò
      La vostra attività nel diffamare continuamente non sarà tollerata.
      Il Sig. Rovati è un diffamatore violatore della legge e dovrà rispondere di fronte a un Tribunale per la sua attività criminale . Lei come moderatore del sito dovrà ugualmente risponderne. La denuncia è stata fatta a entrambi. Ci vediamo in Tribunale signori, vi consiglio un ottimo avvocato anche se dubito che esista uno che possa provare le gravissime diffamazioni che avete fatto.

    • Maximiliano, ora pubblico i tuoi primi commenti. Se non sei capace di affrontare una discussione senza ricorrere a minacce senza senso è un problema tuo. Fammi la cortesia di mettere a disposizione dell’AIA anche quello che hai scritto tu e che ora purtroppo, sottolineo, purtroppo, sono costretto a far leggere a tutti i lettori di CM.
      Che dire, io ci ho provato…
      Buona giornata.

    • Non sono minacce, intraprendere un azione legale è MIO DIRITTO, Minaccia sarebbe se dico ti spacco la faccia o ti sparo. Vada a studiarsi il codice penale.

    • Per preservare la mia privacy ?
      Come quando la preserva pubblicando commenti dove si dice che sono un corrotto che uso la scienza per fini politici e che millanto titoli inesistenti ?
      Mi sta preservando la privacy ?
      E io sarei quello che è venuto a disturbare qui ?
      Non sarei mai venuto in questo blog se non fossi stato costretto a difendermi dalle vostre diffamazioni.

    • Maximiliano, stai facendo una brutta figura e, sinceramente, te la sei cercata. I lettori di CM hanno espresso delle opinioni su quello che tu stesso hai messo a disposizione sul web, cioè su materiale che di fatto diviene di pubblico dominio. Questo è NORMALE lo vuoi capire? Se scrivi sul tuo blog che ti batti per la libertà e la democrazia e poi pubblichi dati meteorologici è possibile che qualcuno pensi – e liberamente esprima – che tu stia mescolando attivismo e ricerca. E siccome i dati che pubblichi, pur se provenienti da fonti accertate, non fanno riferimento ad una una tua pubblicazione referata, è NORMALE che qualcuno obbietti che potrebbe non trattarsi di dati certificati. Sarebbe bastato intervenire e dire la tua. Saresti stato accolto come tutti lo sono in questo blog. Invece no, minacci querele in nome di una non meglio specificata lesa maestà e lanci insulti irripetibili, poi neghi di averlo fatto anche davanti all’evidenza. Lo ripeto per l’ennesima volta: basta. Se vuoi produrre le tue idee e i tuoi riferimenti fallo, altrimenti stop. I lettori di CM non meritano di essere tediati con queste scaramucce e sarò costretto a chiudere i commenti.
      gg

  5. Come passa il tempo! Una volta l’IBM non era leader dei computer? Ora fanno previsioni del tempo, ma è la stessa? Per oggi ho visto che mi danno una massima di -5 ed un minima di – 14 per questa notte. Per oggi la massima è fuori di poco, la mia misura è di -3,5 vedrò la minima quasta notte.

    Post a Reply
    • Dariom ,IBM ha acquistato The Weather Channel. Non è che ha cambiato campo. Pensavo che fosse chiaro.
      A sua volta, The Weather Channel è proprietaria del marchio The Weather Underground, quindi chi lavora per quest’ ultima è ora sotto l’ IBM: Non mi sembra tanto difficile da capire.

    • Come passa il tempo e come cambiano le cose, ho capito che IBM non è più l’IBM che conoscevo io. Comunque il sito ha insistito a prevedere una minima di -14°C, anzi alcuni momenti prevedeva anche -15°C per la notte scorsa, nel mio paesello. Il mio termometro invece ha segnato -9,6° di minima ed ora (11:40) ne segna -6,1°C. Debbo essere ottimista perche ho 5 gradi più caldo o pessimista perche -9,6 è comunque freddo? Boh forse è meglio uno spritz.

    • Ancora con questa storia ? Ho gia spiegato 1000 volte che l ONG Human Rights Site e il sito Extreme Temperatures Around the World NON HANNO NULLA A CHE FARE , io lavcoro in climatologia da 27 anni e collaboro con varie istituzioni nel campo,l’ho anche INVITATA A VERIFICARE, l’ha fatto ? NO.
      Invece di negare che mi avete diffamato potreste chiedere scusa e io farò altrettanto. Però lei non vuole ammetterlo che accusarmi di millantare titoli falsi e di usare la scienza per fini politici sono dichiarazioni FALSE QUINDI DIFFAMATORIE. Ho gia’ spiegato che le attivit NON SONO LEGATE, Lei si scusi e le prometto che io farò altrettanto. Poi verifichi con il Dr, Jeffrey Masters le mie qualifiche e il mio lavoro attuale. Le avevo detto l’ultima volta SPERO che la cosa finisca cosi in modo amichevole però no OGGI NUOVA DIFFAMAZIONE, allora mi provocate e volete la guerra. Non sono contro il dibattito, mi piace un mondo, ma porca vacca allora parlatemi di clima e dati senza diffamare a vuoto senza conoscere. Lei vede le cose alla rovescia . NON SONO IO che devo provare qui di essere onesto, siete voi che dovete provare che io sono disonesto se lo affermate.

    • Maximiliano sono certo che tu sia onesto. Perché dovrebbe essere disonesto quello che fai? Perché sei così sensibile sull’argomento? Non lo so e non mi importa. Però penso che la questione sia degenerata abbastanza, chiudiamola qui. Mentre quello che è stato scritto su di te è opinabile, quello che hai scritto tu è gravissimo; non ci sono scuse da fare, da parte di CM perché nessuno ha fatto niente di diverso dall’esprimere libere opinioni leggendo informazioni di pubblico dominio, da parte tua perché sarebbero pretestuose. Fai un favore a tutti noi, abbandona la discussione e staremo tutti meglio.
      Spero un giorno o l’altro di poter parlare tecnicamente di qualcuna delle tue attività, anche se ancora non ho capito di che si tratta.
      gg

  6. Un famoso climatologo è Lennart Bengtsson, con tutto il rispetto per il sig. Herrera, lo svedese è di un livello troppo superiore.

    Post a Reply
    • Lo stritolo quando voglio questo Dott.Bengtsson.
      Lei signor diffamatore mi conosce per affermare che questo personaggio mi può battere in geografia e in climatologia ? Nessuno mi batte e l’ ho provato negli ultimi 27 anni e lo posso provare quando, dove e come voglio. Voi siete solo dei diffamatori denigratori che dovrete rispondere in sede giuridica delle vostre diffamazioni.

    • Che nessuno la batte nel suo essere Maximiliano Herrera non l’ho mai messo in dubbio. Spero che esista solo lei a tale livello tra i climatologi.

    • Non l’hai mai messo in dubbio, addirittura.
      Mi conosci da una vita quindi ?
      Dai che sei solo un provocatore, su Meteonetwork sei famoso per questo.

    • Rispetto il tuo pensiero Maximiliano, il pensiero è libero, non solo il tuo, anche il mio.

    • “Il nostro salvamondo usa la scienza per fini politici”

      Mi si sta dando del disonesto.(oltre che burlarsi).

      “MH si definisce climatologo ,il che è pura millantazione”

      MI dispiace SR, Guidi, questo non è opinabile questo è gravissimo. Ho già detto che anch’io mi prendo le mie responsabilità e se devo chiedere scusa lo faccio, però lei non sminuisca queste affermazioni diffamatorie e illegali. Come devo riperterglielo che se non le provate (e non le potete provare perchè sono false) mi state diffamando anche giuridicamente ?
      Aspetto le vostre scuse.

      Io da tempo aspetto di chiuderla qui, ma ogni giorno trovo affermazioni lesive nuove.
      Avete intenzione di continuare ad offendermi ancora nei prossimi giorni e poi dirmi di stare zitto ?

      Credevo di essermi spiegato abbastanza: quello che faccio è il controllo qualita su tutte le stazioni mondiali che monitoreo in tempo reale e ricompilazione dei dati climatici. Molti istituti meteorologici nazionali mi subbappaltano lavoro sul controllo di qualita dei loro database.
      NON MI OCCUPO di cambiamenti climatici anche se qualcuno vuole farlo credere e magari mi attacca per quello, semplicamente statistiche climatiche.
      Oltretutto sono “weather historian”, mi occupo degli eventi meteorologici estremi nel mondo nella storia.

    • Maximiliano, mi sembra che il primo a definirti esperto climatologo sia stato Simone. Anche lui non ha le idee molto chiare evidentemente. Ora ci dici che non lo sei, quindi il lettore che ha sollevato dei dubbi al riguardo aveva ragione. Meglio così. Circa la commistione tra ricerca e attivismo, do per scontato che non sia così, quindi il lettore che lo ha ipotizzato si sbagliava. Ripeto, tutto questo è NORMALE. Mi pare che finalmente ci siamo capiti. Circa le scuse se qualcuno riterrà di aver sbagliato nei tuoi confronti, liberamente potrà fartele, perché queste sono pagine pubbliche. Per quel che ti riguarda, invece, aspettiamo che sia tu a scusarti di aver insultato il nostro Paese. Libero di non farlo, ma quelle che hai espresso con quei commenti sono le uniche credenziali con cui ti sei qualificato e io, per parte mia, mi sono pentito da un pezzo di aver accettato la discussione.
      gg

    • Per Maximiliano Herrera: Chiedo scusa se ho scritto male. Ho letto dell’IBM, di un sito che fà meteo ed ho guardato il mio termometro, sarà sicuramente sbagliato il mio strumento. Scusa di nuovo. Con il tempo vedro di cambiarlo.

  7. Guido,
    devo ringraziarti per l’intervento che mi ha sollevato dal dovere di rispondere a Maximiliano per spiegargli che l’oggetto della mia risposta non era lui ma l’altro, quello sì sconosciuto, che si cela dietro il nik “simone”. Quel simone che usa Maximiliano per i suoi interessi e infantilmente a lui si rivolge per avere sostegno in una discussione che non è mai in grado di sostenere. Quel simone che abusa abitualmente della tua ospitalità e non perde occasione per insultare te e chi non la pensa come simone.

    Due parole anche per Maximiliano:
    Intanto lieto di conoscerLa, io mi chiamo Maurizio Rovati, ho 65 anni, capelli brizzolati e occhi verdi. Nella vita ho sempre lavorato tra elettromeccanica ed elettronica ed ora sono in pensione. La mia passione non sono i viaggi ma la Scienza in generale. Ora ci conosciamo un po’ meglio.
    Il punto è che Lei sostiene che quello Suo è un blog di 20 anni fa, mentre simone (lo Sconosciuto), lo cita come aggiornato e ricco di record.

    Non mi risponda mi raccomando, veda solo di mettersi d’accordo meglio col suo “pupillo” la prossima volta.

    Hasta siempre…

    Post a Reply
    • Se permetti Massimo, io ho tutto il diritto di pensare che i ghiacciai stanno diminuendo e non aumentando, prove alla mano, segno che l’andamento è verso un rialzo termico e non certo al ribasso. Potrei fare decine di esempi, dai ghiacciaia ai record caldi che ogni anno vengono abbattuti, come è riportato nel link del climatologo Maximiliano che te i record riportati fai finta di non leggere e credi che io sia il suo pupillo. In realtà io, come detto altre volte, seguo solo i dati riportati dai climatologi, quelli seri e non quelli inventati, perché su questo portale non scrive nessun vero climatologo.
      Potrei fare decine di esempi, sui dati come detto, sui ghiacciai in diminuzione, come Presena e Marmolada le cui località sciistiche estive hanno chiuso, allo Stelvio che ha chiuso per la prima volta in queste estate, ecc, potrei continuare per centinaia di righe e tanto su questi commenti ci sarà sempre gente come lei che negherebbe tutto. O al limite direte frasi banali del tipo “il clima è sempre cambiato e sempre cambierà”, ma ciò non toglie che attualmente le temperature stanno aumentando.

    • tanto su questi commenti ci sarà sempre gente come lei che negherebbe tutto.

      Tutto falso, come al solito. Qui non si nega niente, sei tu che fai finta di non capire l’italiano. Ti è stato detto qualche giorno fa: ma in base a quale motivo tu ritieni che sia normale che allo Stelvio si possa sciare d’Estate?

      ciò non toglie che attualmente le temperature stanno aumentando.

      E chi lo nega? Sei tu che, come tutti quelli a corto di argomenti, mettono argomenti falsi in bocca agli interlocutori. Quello che TU e tutti quelli come te devono dimostrare non è che le temperature aumentino o diminuiscano, perché l’hanno sempre fatto: dovete dimostrare che la cosa è legata alle attività umane. E finora avete sempre fallito.

    • “dimostrare che la cosa è legata alle attività umane”

      Altra questione da dimostrare è se cio’ sia invariabilmente un fatto negativo. La chiusura di alcune stazioni sciistiche non puo’ essere il solo indicatore.

    • @Fabrizio Giudici

      Le attività umane non sono solo la Co2 , le attività umane comprendono molte altre attività che vanno a incidire a livello microclimatico e i loro effetti sono facilmente dimostrabili. Parliamo di urbanizzazione, deforestazione, cambiamento di uso del suolo, costruzione di dighe, laghi artificiali, bacini, prosciugamento di laghi, e tantissime altre anche banali, anche solo il fatto di dipingere i tetti dal nero al bianco in una metropoli (provato da un paper del servizio meteorologico di Singapore).
      Guarda per esempio cosa ha comportato per le cittadine che si affacciavano nel lago di Aral il suo prosciugamento,ora come si sono continentalizzate con scarti anche di 3-4C in piu nelle escursioni termiche.
      Quando parliamo di effetto antropico, non scordiamoci di questi fattori e non associamolo automaticamente alla sola Co2.

    • Maximiliano,
      su questo sfondi una porta aperta. Quel che non è chiaro tuttavia, e se non si capisce lo dico con ironia, è come mai tutti gli strumenti regolatori (tasse, incentivi, norme di legge, commodity finanziarie) si concentrino esclusivamente sulla CO2 di fatto ignorando tutto il resto. Forse proprio perché la CO2 è trasformabile in commodity e rende bene? Mi pareva di aver capito che si volesse intervenire sul clima…
      gg

    • Sullo Stelvio si può ritenere normale sciare d’estate perché così è stato negli ultimi 50 anni e in climatologia come raffronto ci si basa su periodi di 30 anni, neanche di 50. Quando una cosa non rientra in quello che è accaduto nell’arco di tempo trentennale significa che è una cosa non normale, in questo caso quindi non è normale che sullo Stelvio non si possa sciare in estate.

      Che le temperature siano in aumento per via dell’attività umana è ampiamente dimostrato, ma tanto è inutile parlare al muro. E in questo portale viene persino negato che le temperature siano in aumento, qui un articolo come esempio in cui viene detto chiaramente che “la pausa c’è”. Se viene detto “la pausa c’è” mi pare evidente che significa che l’aumento termico non ci sia!
      http://www.climatemonitor.it/?p=44241

    • Io non ho nessun pupillo, lavoro in climatologia da 27 anni, monitoreo in tempo reale tutte le stazioni del pianeta, eseguo controlli di qualità per le principali agenzie meteorologiche mondiali ed ho eseguito il controllo di qualità del database climatico della NCDC per un totale di 2 triliardi di dati.
      Sono considerato il miglior climatologo del mondo nel mio campo, non perchè lo dico io ma perchè ho ottenuto riconoscimenti e l’apprezzamento dei servizi meteorologici dei principali paesi con i quali collaboro da decenni.
      Lei deve stare attento alle sue parole ed informarsi di chi sta parlando perchè le sue affermazioni DIFFAMATORIE erano si rivolte al sottoscritto. La invito a provare di fronte ad un giudice che utilizzo la scienza per fini politici.
      E la invito a provare che i dati UFFICIALI (provenienti dai singoli metar e synop di tutte le stazioni internazionali) compilati nel mio sito sono sbagliati.
      Se non lo può provare incorre nella diffamazione.
      Siccome ho promesso al Sig. Guidi la prima volta di lasciar perdere, perchè mi sono abbassato al vostro livello offendendo, non significa che devo lasciar perdere tutte le volte.
      Sono assistito dai legali dell’IBM che è la proprietaria di The Weather Channel, per cui lavoro (non lavoro solo per loro come ho detto). Ho già spiegato che il link del blog NON HA NIENTE A CHE VEDERE CON IL SITO Extreme Temperatures Around the World CHE E’ PERFETTAMENTE AGGIORNATO ad oggi, appena aggiunto il record di ieri di Piripiri in Brasile.
      Quindi caro signore o chiede scusa o faccio un savescreen, traduzione e mando il tutto al mio legale. Ok ? Siamo chiari. La prossima volta non mi scomoderò nemmeno a rispondere.

    • Maximiliano, qui non si diffama nessuno, si commenta e si discute, possibilmente senza minacciare. Questa vicenda mi sta stancando, soprattutto perché è assolutamente OT. Dopo il mio commento non è stato aggiunto altro sul tuo sito e sul tuo lavoro, perché di norma si rispetta la richiesta del moderatore. Vediamo di chiuderla qui per cortesia.
      gg

    • Allora se la sta stancando NON NOMINATEMI, fate conto che non esista.
      Avete detto che mi sono messo d’ accordo con il mio pupillo ?
      Continuate a sfottere e a denigrare.
      Io non ho tempo con questi giochetti. E non sto minacciando perchè la querela E’ UN MIO DIRITTO, non so se conosce la legge. Non si tratta di minaccia. Non avete ancora parlato DI UN DATO del mio sito, avete solo fatto dello spirito per il gusto di sfottere oltrechè fare dichiarazioni lesive riguardo a miei supposti fini politici. Chi dovrebbe dire che si sta stancando ? Lei faccia quello che vuole , io farò altrettanto. Esistono i giudici che stabiliscono chi ha ragione no, se volete continuare a sparlare di me, allora li mettiamo a lavorare ok ?

    • Si, sono esperto climatologo con 27 anni di esperienza sulle spalle,e considerato il migliore NEL MIO CAMPO di statistiche climatiche e controllo qualità dei dati, l’ho gia detto e ripetuto 1000 volte.
      Voi mi state attaccando solo perchè avete astio con la persona che mi ha menzionato, se fosse stato un altro a menzionare il mio sito non mi avreste insultato e diffamato. Una persona che non è il mio pupillo, lo conosco molto poco e comunque non devo essere io a pagare i vostri problemi.Qualche giorno fa mi sono scusato gia con Lei e lo ribadisco ancora, però io non ho ancora ricevuto uno straccio di scusa da parte vostra. Ho la doppia cittadinanza, sono italiano anch’io, quindi parliamo anche di MIO paese.

  8. bisogna saper aspettare (anche al freddo notturno), e avere pazienza per la finestra giusta tra le nuvole…

    scatto di ieri sera, ore 20.15 circa, Roma 🙂

    Immagine allegata

    Post a Reply
    • Bella Max. se provi ad aumentare la saturazione emergono anche i colori della superficie lunare, che di solito non si notano e che sono caratteristici della composizione chimico fisica del suolo.

    • impossibile, già l’ho dovuta contrastare un bel po’, con un 70-300 più di questo non è possibile, il raw era tutto grigietto sbiadito….. eh, ad averci un 800mm 🙂

    • Ho provato a tirare un po’ su la saturazione sulla tua immagine.
      I colori sono quelli giusti.
      Penso che sull’originale venga anche meglio.

      Ciao.

      Immagine allegata

    • bisogna saper aspettare (anche al freddo notturno)

      A parte che l’astrofotografia richiede talenti che non ho… è il freddo che mi frega. Io lo detesto. Questa settimana sono a Trento per lavoro e siamo intorno allo zero; vado in giro vestito che pare di essere in Siberia (lasciamo perdere poi Sabato, che ero in Val di Funes con nove sottozero…).

      Io spero sempre nell’AGW perché magari si potrà passare una notte invernale a 2000mt con una ventina di gradi… Mi illudo? 😉

    • 20 gradi a 2000 metri?anche no manco in luglio.Evviva il gelo prossimo ad arrivare(caldofili migrare in Africa che c’è posto).

  9. Peccato sig. Guidi che ad agosto scorso in Italia (e non solo) abbiamo fatto una strage di record di caldo, chissà quando vedremo mai una strage come quella per quanto riguarda i record mensili (neanche assoluti ma mensili) di freddo…!

    Post a Reply
    • Copriti Simone perché quest’inverno (e non solo) farà freddo e rimpiangere agosto!

    • Negli scorsi giorni ad Oymyakon (o Ojmjakon) si sono registrateo temperature vicine ai record (due tre gradi in meno) negativi di sempre, come amano dire quelli bravi, leggermente dimentichi che il nostro sempre equivale a circa 100 anni scarsi sui 4-5 miliardi che ha il nostro pianetino…
      Facciamo così: applichiamo anche a Oymyakon il sistema che va di moda, ritocchiamo le misurazioni mezzo grado qui e mezzo grado nella storia là et voilà…!!! siamo al record.
      Ne deduciamo che siccome a Oymyakon a fine novembre 2017 fa freddo record siamo in piena era glaciale?

    • La storia in questo periodo moderno è solitamente ignorata e invece dovrebbe insegnare, ma i bravi sono bravi non hanno bisogno di leggerla…ahinoi!

    • Questo non è assolutamente vero. Oymyakon è scesa nei giorni scorsi poco sotto i -54C, il record assoluto è di -67.7C , quello di novembre -62.2C.
      Delyankir si è avvicinata un pò di più, scendendo sotto i -56C.

    • Più rimarcabile il valore di -43.5C a Tulihe in Cina che dovrebbe rappresentare un record per la prima settimana di dicembre per tutta la Cina.
      La T più bassa in novembre nel paese infatti è di -42.9C (Qinghe nel 1987).

    • Oymyakon rappresenta un puntino nella Terra. Qui se vi interessano trovate i record battuti nel 2017, lista elaborata da un esperto climatologo. Da notare come i record di caldo siano nettamente maggiori di quelli di freddo. Ah già ma i dati sono tutti truccati, ci mancherebbe è tutto un complotto globale…
      http://www.mherrera.org/temp.htm

    • Ovvio, al freddo non ci vive quasi nessuno, per forza che si misurano poche temperature!
      Il discorso è di metodo, non di dati.
      Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    • Si tratta di record nazionali, non c’entra nulla il tipo di luogo se è un luogo freddo o un logo caldo, sempre record sono! Si possono avere record freddi anche in paesi caldi, come è successo negli Emirati Arabi.

    • Caro simone.
      Presso il link da te indicato è possibile leggere il seguente disclaimer:

      The Maximiliano Herrera’s site is a NONPROFIT site dedicated to the promotion of democracy and freedom worldwide.

      The editor disclaims any representation of warranty, about the completeness or exactness of the information on the web site.

      The editor is not responsible for any damage due to the use of the information.

      People using the information have to assume full responsibility for the use of this information.

      Non penso ci sia bisogno di aggiungere altro.
      Una volta di più si vede che l’obiettivo dei salvamondo è politico e che la scienza è solo uno strumento per raggiungere tale obiettivo.

    • Buon giorno, come editore del sito mi sento molto offeso dalle sue denigrazioni gratuite. Ci tengo a precisare che NON uso assolutamente la scienza per fini politici e che la ONG, fondata nel 1992 in Fidonet, ha altri collaboratori e nulla ha a che vedere con la mia professione di climatologo. Oltretutto la ONG non è a fine di lucro ed economicamente ,onestamente , ci rimetto.
      Mi sembra mlto scorretto prendere un blog PERSONALE scritto 20 anni fa e spacciarlo per curriculum vitae, con lo solo scopo di denigrarmi.
      Da 27 anni lavoro come climatologo, attualmente lavoro con The Weather Channel ma ho collaborato con National Geographic, BBC, etc… e il mio curriculum professionale lo può vedere seguendo il sito The Weather Underground (sussidiario di The Weather Channel). Non ho nessuna agenda pro o anti niente, solo la professionalità e il rigore per la bontà dei dati. Duole che uno sconosciuto si permetta di deridere il lavoro di chi non conosce minimamente. Io non mi permetterei mai. Buona giornata comunque.

    • Maximiliano,
      sono certo che non ci fosse alcun intento denigratorio nei suoi confronti. Mi faccio garante della buona fede di quanti intervengono su queste pagine e della volontà di mantenere gli scambi nei canoni della civile convivenza, e invito tutti a tornare all’argomento del post, che ha un autore e un argomento. Se proprio volete sparare, sparate a lui, senza tirare nessun altro per la giacca 😉
      gg

    • E di seguito un (esilarante) link biografico del sig. M. Herrera, scritto dal medesimo, e da te descritto come “esperto climatologo”.

      http://www.mherrera.org/me.htm

      “WHO IS MAXIMILIANO
      Hallo all! I am Maximiliano Herrera. I have been traveling all my life. I have studied about foreigner politics,human rights and climatology. I like nature, the sea, the sun, i listen music of the 80s. I have traveled around about 100 countries. I speak Spanish (native), Italian, Portuguese, English and some Thai and Laotian. I am 1.75 , 70 Kg of weight, light-brown hair, blue eyes.”

      Blue eyes! OMG! ( ^v^)

    • OMG? Direi piuttosto ONG 🙂

    • Giusto! 🙂

    • Simone ha paura dell’AGW e con questa sua paura non si accorge che involontariamente alimenta un potere, un potere che qualcuno comanda e che riesce ad anestetizzare il suo spirito critico.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »