Il Pessimum Climatico Medioevale

Con il battage del clima che cambia che fa molto più rumore della COP24, cosa volete che sia un neologismo sul clima? D’ora in poi, quello che abbiamo sempre conosciuto come Optimum Medioevale, il periodo tra gli anni 1000 e 1250, si chiamerà Pessimum Medioevale.

Del resto, come potrebbe essere altrimenti? Se siete sconcertati, perché avete sempre pensato che l’aggettivo Optimo fosse riferito al fatto che il clima fosse mite e favorevole e consentisse a quanti all’epoca non potevano certo contare sulle contromisure di cui disponiamo in tempi moderni di prosperare, vi basterà leggere il documento prodotto dall’OMS per dare il proprio millenaristico contributo alla kermesse in corso a Katovice.

Ecco qua: Health & Climate Change

Clima che va nella direzione di eguagliare il periodo caldo medioevale e salute della popolazione mondiale che va a ramengo. Attesa quindi una sostanziale inversione di tendenza delle aspettative di vita, che crescono sideralmente da quando crescono le temperature (?!?) ma, evidentemente torneranno a scendere.

Alle pagine 20-24 la spiegazione.

Impatti diretti del climate change sulla salute:

  • Tempeste
  • Siccità
  • Allagamenti
  • Onde di calore
  • Variazioni della temperatura
  • Incendi

Incuranti del fatto che:

  • I cicloni extratropicali NON sono aumentati, persino i modelli climatici ne prevedono una diminuzione
  • Non ci sono variazioni significative a livello globale delle arre interessate da siccità
  • L’IPCC non ha registrato alcun aumento negli eventi di allagamento
  • Le onde di calore sono sempre esistite
  • Gli incendi sono in diminuzione a livello globale

Effetti sulla salute (e cause aggiunte da me):

  • Malattie mentali (da stress catastrofismo)
  • Malnutrizione (per soldi spesi a tassare l’aria invece di aggredire la fame nel mondo)
  • Ferite (per le liti durante le COP)
  • Malattie respiratorie (per inquinamento che non ha niente a che vedere con la CO2)
  • Allergie (ai benpensanti del clima)
  • Malattie cardiovascolari (da spavento, vedi primo punto)
  • Infezioni (aboliranno pure gli antibiotici?)
  • Avvelenamento (qualcuno preferirà bere la cicuta piuttosto che starli a sentire)
  • Attacchi di cuore (vedi punti 1 e 6)

Resistete, anche questa COP finirà e torneremo all’Optimum Medioevale.

PS: ringrazio l’amico Sergio Pinna per la simpatica intuizione sul Pessimum Climatico Medioevale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

4 Comments

  1. Grazie al colonnello di riportare un po di pensiero scientifico in questo mondo che vive di fesserie!!

    Post a Reply
  2. Manca sempre la citazione all’orchite.

    Post a Reply
  3. C’è un immagine nel paper che spiega il senso di tutto ciò che stano facendo per risolvere i problemi. del mondo
    La ragazza che con la scopa che spazza la neve dai pannelli solari sotto un cielo plumbeo.
    Un lavoro inutile.

    Post a Reply
  4. Sì Guido, ci incavoliamo ad ogni piè sospinto ma resistiamo strenuamente ancora per due o tre giorni. Poi riprendiamo a vivere e … smettiamo di morire. Franco

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »