Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 11/17 Maggio 2020

Queste previsioni sono a cura di Flavio

————————————————————–

Situazione sinottica

Blocco anticiclonico tra la Groenlandia e il vicino atlantico, per l’ingresso in fase di tre cellule anticicloniche: quella atlantica, quella britannica e quella groenlandese. Sul bordo orientale della struttura scorre aria fredda di origine polare che si tuffa sull’Europa centrale e successivamente, retrograda, fin sul vicino Atlantico al largo dell’Iberia. L’Italia risente nei suoi settori settentrionali del respiro umido e instabile collegato all’approfondimento di vortici depressionari alimentati dalla citata avvezione fredda polare, e al tempo stesso della conseguente risalita di aria calda dal Nordafrica per l’associata azione pre-frontale (Fig. 1).

La conca depressionaria citata sarà velocemente riassorbita dal flusso principale, ma allo stesso tempo aria fresca e instabile dal Nordatlantico riuscirà a rompere il ponte anticiclonico atlantico, andando ad alimentare un vasto minimo chiuso di geopotenziale sull’Iberia il quale stenterà ad evolvere in senso zonale per l’imponente risalita di aria calda dal Nordafrica.

Le regioni settentrionali risentiranno comunque, seppure marginalmente, dell’azione depressionaria, mentre il resto del Paese rimarrà esposto alla risalita di aria molto calda dal Nordafrica. Nonostante i valori termici assolutamente ragguardevoli in quota, sulle coste le temperature non segneranno valori particolarmente elevati, stanti le temperature ancora piuttosto basse del mare. Questo, tuttavia, potrebbe dare origine localmente a fenomeni di nebbia da avvezione sulle zone costiere. Le zone interne del Meridione, invece, potranno raggiungere temperature ragguardevoli, intorno ai 35 gradi.

La prima avvezione calda degna di nota del 2020 è quindi alle porte. Una bella notizia, stando a quanti (pur nella solita cacofonia mediatica) sostengono che il coronavirus soffra le alte temperature. Ma nessuno si illuda che i soliti noti non tornino a strombazzare di emergenze climatiche ed estati mortifere alle porte, ché nel prevedibile banchetto di miliardi in arrivo per l’emergenza COVID, i lobbisti dell’emergenza climatica perpetua esigeranno la loro parte di bottino.

—————————–

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì  dopo le precipitazioni abbondanti della notte di domenica, passaggio a condizioni di instabilità al Nord e sulla Toscana con rovesci e temporali sparsi, specie sulle zone montuose e a nord del Po. Poco o parzialmente nuvoloso sulle rimanenti regioni con qualche possibile debole e isolata precipitazione sulle zone interne del Centro.

Temperature in diminuzione. Ventilazione moderata di libeccio sui bacini di ponente, scirocco su Adriatico e Ionio.

Martedì  condizioni di instabilità al Nord e sulle regioni centrali peninsulari con annuvolamenti più intensi nelle ore pomeridiane associati a rovesci e temporali sparsi. Generali condizioni di bel tempo al Meridione e sulle isole maggiori.

Temperature in forte aumento, specie al Centro-Sud. Ventilazione debole, qualche refolo di levante sull’alto Adriatico.

Mercoledì si attenua l’instabilità al Centro Nord con prevalenza di condizioni di bel tempo su tutte le regioni ad eccezione delle zone alpine dove si avranno ancora rovesci e temporali pomeridiani. Risalita di nuvolosità stratiforme dal Nordafrica in seno all’avvezione calda.

Temperature in ulteriore aumento, con punte intorno ai 35 gradi sulle zone interne di Sicilia e regioni ioniche. Ventilazione moderata sciroccale.

Giovedì e Venerdì nuvolosità diffusa al Nord con piogge e rovesci sparsi. Cieli parzialmente nuvolosi sulle rimanenti regioni con qualche addensamento più intenso sull’alta Toscana e zone interne del Centro associato a qualche isolata e debole precipitazione.

Temperature stazionarie, ancora molto caldo all’estremo Sud. Persistono venti di scirocco, anche intensi su regioni ioniche, in particolare sul Canale d’Otranto.

Sabato e Domenica ancora un po’ di instabilità al Centro-Nord, segnatamente regione alpina e Appennino settentrionale. Generali condizioni di bel tempo altrove.

Temperature in diminuzione ma ancora su valori superioria alla media del periodo. Ventilazione debole, possibile ingresso di venti di tramontana nella giornata di Domenica.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »