Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 26 Aprile / 2 Maggio 2021

Questa rubrica è curata da Flavio

——————————-

Una vasta area ciclonica a gradiente lasco interessa l’Iberia e il Mediterraneo occidentale, impedita nella sua traslazione in senso zonale da un promontorio anticiclonico nordafricano. Più a nord, una vasta saccatura interessa la Scandinavia, l’Europa orientale e la Russia europea con associate nevicate estese dal Mare di Kara alla costa atlantica norvegese. Anticiclone dinamico sulla Groenlandia, incalzato da una depressione in approfondimento su Terranova (Fig.1).

La depressione iberica sarà agganciata dal flusso principale, e costretta quindi a transitare attraverso l’Italia nel suo movimento verso NE. Tuttavia la struttura depressionaria stenterà ad avanzare verso levante per la persistenza di condizioni anticicloniche sulla Russia e per la concomitante azione dell’anticiclone groenlandese ad ostacolare il getto.

L’Italia si ritroverà contesa tra le due principali circolazioni in questione, con le regioni settentrionali maggiormente interessate dalla risalita di aria umida e instabile lungo il ramo ascendente della saccatura atlantica-iberica, e le regioni meridionali che risentiranno dell’azione stabilizzante del promontorio anticiclonico nord-africano in rafforzamento in risposta dinamica all’azione della stessa saccatura (Fig.2).

Consigli per il Rescue Team

Il caldo pre-frontale, un grande classico della primavera “matura”, offrirà finalmente sollievo al Rescue Team. All’attenuarsi dell’emergenza Covid farà quindi da contraltare la narrativa del “caldo record”. Facciamoci l’abitudine, perché durerà per i prossimi 5 mesi, come da tradizione.

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì nuvoloso al mattino sulle Alpi con rovesci sparsi e nevicate intorno ai 1800 metri, tendenza a miglioramento e nuovo aumento della nuvolosità al nord dalla serata con qualche rovescio sparso in prevalenza di debole intensità. Poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso al Centro e al Sud.

Temperature in aumento al Sud. Ventilazione vivace dai quadranti meridionali.

Martedì  migliora rapidamente al Nord dopo le deboli piogge sparse del primo mattino, nuvolosità irregolare sulle regioni centrali con qualche rovescio più probabile sulle zone interne appenniniche. Parzialmente nuvoloso al Meridione.

Temperature in leggera diminuzione al Nord e al Centro. Qualche refolo di maestrale sul Canale di Sicilia.

Mercoledì nuvolosità irregolare sulle regioni centrali peninsulari con qualche rovescio sparso sulle zone interne. Prevalenza di schiarite altrove.

Temperature stazionarie. Venti deboli.

Giovedì rapido passaggio nuvoloso al Nord con associati rovesci sparsi e nevicate a quote elevate sulle Alpi. Parzialmente nuvoloso al Centro, ampie schiarite al Sud.

Temperature in aumento al Centro-Sud. Venti deboli.

Venerdì irregolarmente nuvoloso al Nord con rovesci sparsi, specie a nord del Po. Generali condizioni di bel tempo altrove.

Temperature in ulteriore aumento al Centro e al Sud, primi caldi specie all’estremo Sud. Ventilazione vivace dai quadranti meridionali.

Sabato e Domenica possibilità di un peggioramento marcato al Nord con piogge e temporali diffusi, e successivo veloce miglioramento. Domenica aumenta la nuvolosità sulle regioni tirreniche centro-meridionali con qualche fenomeno sparso in serata.

Temperature in diminuzione, specie al Nord. Libeccio sostenuto al Nord nella giornata di Sabato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

6 Comments

  1. donato b.

    Ho trovato il paper cui si riferisce Repubblica. Nel fine settimana conto di scrivere un commento.
    Un piccolo spoiler: modelli + modelli + modelli = ???? 🙂
    Ciao, Donato.

    • Massimo Lupicino

      Garbage in — > garbage out — > more garbage in —> more garbage out —> pile of garbage in —-> pile of garbage out —-> “Settled Science”

  2. Luca Maggiolini

    Evidentemente l’ASSE terrestre non è in legno (biologico, sia chiaro), è fatta di un qualche materiale estremamente sensibile alle variazioni di temperatura e quindi si espande e si contrae…..
    Mamma. Mia.

    • Massimo Lupicino

      Secondo me l’asse e’ fatto di ghiaccio e passando per il nucleo si scioglie, ma questo avviene per via del global warming, altrimenti il nucleo sarebbe ghiacciato anch’esso. Aspetto con ansia il paper che lo dimostri in modo incontestabile, forte di un modello di simulazione.

    • Massimo Lupicino

      A proposito del gia’ citato neuronicidio…

Rispondi a donato b. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »