Salta al contenuto

– Breaking news – Accordo fatto a Copenhagen?

Da qualche minuto stanno circolando una serie di agenzie1 che danno per fatto l’accordo a Copenhagen. Dopo una lunga notte di negoziati a oltranza, pare che gli sherpa del summit siano riusciti a redigere un accordo conclusivo, giusto in tempo per l’arrivo di Barack Obama.

Pare2 che il testo metta d’accordo 28 paesi tra gli oltre 130 presenti al summit. A leggere le agenzie stampa, in ogni caso, sembra che possa soddisfare le esigenze e le richieste di quasi tutti.

Come aveva appena finito di dire Guido Guidi (qui), eccoci al tanto atteso coup de théâtre.

Nemmeno a dirlo, rimanete in contatto con le pagine di CM, perchè oggi sicuramente si susseguiranno gli aggiornamenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
  1. http://www.radio.rai.it/grr/view.cfm?V_IDNOTIZIA=56155&Q_PROG_ID=421&Tematica=1 []
  2. http://www.smh.com.au/environment/climate-change/climate-draft-accord-agreed-20091218-l1jo.html []
Published inAttualità

3 Comments

  1. […] inviato da Claudio Gravina Forse ce l'hanno fatta, come prevedibile all'ultimo minuto! – Breaking news – Accordo fatto a Copenhagen? | Climate Monitor e' la solita dichiarazione d'intenti , finira' come come con kyoto , senza controlli sicuri le […]

  2. Daniele Gamma

    Da 3bmeteo.com

    Ironia delle ironie: proprio nel giorno decisivo della più importante conferenza sul clima della storia è piombato il grande gelo. Ieri Copenaghen è stata ricoperta da 10cm di neve, giunti dopo una minima di -5°C (il valore più basso degli ultimi 12 anni relativamente al 17 dicembre); la massima si è attestata sui -1°C, scostandosi negativamente dalla media stagionale di 4°C. Attualmente la capitale danese registra, in pieno centro, -3.8°C con nevischio e venti a 40km/h (percepita -10°C circa). Oggi e domani dovrebbero essere i giorni più gelidi, con isoterme a 850hp oscillanti tra -11 e -14°C. Anche nei giorni precedenti alla chiusura del Summiti il clima è stato gelido, con valori diurni spesso prossimi o inferiori allo zero. Non dev’essere stimolante nè politicamente vantaggioso discutere di aumenti medi di 3°C entro il 2050 (fonte ONU) e poi uscire dalle riscaldatissime* stanze con il più calssico dei blizzard europei. *NOTA: una recente stima del Daily Telegraph ha calcolato che tra aerei presidenziali, auto a noleggio (rigorosamente a benzina data l’elevata tassazione imposta dal GOVERNO DANESE alle auto ibride ed elettriche), alberghi e strutture organizzative il Cop15 emette la stessa CO2 di una città delle dimensioni di Middlesbrough! Un po’ di coerenza per cortesia…

    A me viene da ridere…..

  3. […] Copenhagen si avvicina! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »