Blog

La complessa e variegata realtà degli osservatori meteorologici storici del Paese

Posted by on 06:00 in Attualità, Climatologia, Meteorologia | 1 comment

La complessa e variegata realtà degli osservatori meteorologici storici del Paese

Ricevo questa nota dagli amici Luigi Iafrate e Maria Carmen Beltrano. Chi si occupa professionalmente di meteorologia e di clima sa bene che le serie storiche sono le fondamenta della conoscenza, perché non c’è valutazione dell’attualità o proiezione per il futuro che possa prescindere dalla conoscenza del passato. Non solo, è obbligo assoluto che si faccia di tutto perché quel passato resti attuale, ossia perché i siti di osservazione restino nel tempo il più possibile invariati e, ove questo non sia oggettivamente possibile, ne...

read more

Le Previsioni (vere) di CM: 1/6 Aprile 2019

Posted by on 16:40 in Attualità | 1 comment

Le Previsioni (vere) di CM: 1/6 Aprile 2019

Queste previsioni sono a cura di Flavio ————————————————————– Situazione sinottica Situazione in sostanziale mutamento sullo scacchiere europeo, per il cedimento del campo sull’Europa occidentale e l’associato split della cellula anticiclonica che per lungo tempo ha impedito l’ingresso franco di correnti perturbate atlantiche sul Mediterraneo. Il cambiamento in questione si è manifestato attraverso una azione...

read more

Le Previsioni di CM: 1/6 Aprile 2019

Posted by on 07:44 in Attualità | 11 comments

Le Previsioni di CM: 1/6 Aprile 2019

Queste previsioni sono a cura di Flavio ————————————————————– Situazione sinottica Lo spostamento dell’ICTZ nel Golfo di Gabes porta condizioni di tempo tropicale sull’Italia. Un promontorio anticiclonico africano con valori del geopotenziale tipicamente estivi si spinge fin nel cuore dell’Europa centrale, con valori di temperatura di -10C a 500 hpa. Inevitabilmente lo zero termico sull’arco alpino si porterà tra i...

read more

Lascia o Raddoppia

Posted by on 06:01 in Attualità | 10 comments

Lascia o Raddoppia

In questi giorni su Nature Geoscience è apparso uno studio che ha fatto alzare qualche sopracciglio: pare che il ghiacciaio di Jakobshavn, quello che è considerato il “termometro” della febbre della Groenlandia, dopo 20 anni di trend negativo (leggi arretramento/assottigliamento), negli ultimi due anni abbia deciso di cambiare vita, e ha ripreso a crescere. Inopinatamente, visto che gli autori dello studio in questione hanno ammesso di essere rimasti semplicemente “increduli” dinanzi ai risultati dello studio stesso: “ci aspettavamo che...

read more

Aumento del trend di variazione del contenuto di calore degli oceani

Posted by on 09:48 in Attualità, Climatologia | 5 comments

Aumento del trend di variazione del contenuto di calore degli oceani

Mi sono occupato a più riprese del contenuto di calore degli oceani in quanto è una grandezza fondamentale per conoscere come evolverà il clima terrestre e che, allo stato delle conoscenze scientifiche odierne, è un parametro ancora molto oscuro (lo sostiene un rapporto del NOAA nella post-fazione, pagg. 46-48). In un articolo pubblicato lo scorso mese di gennaio su CM, ho cercato di mettere in evidenza le cause di queste incertezze. Il numero esiguo di misurazioni (considerato il volume enorme degli oceani) non consente di conoscere con...

read more

Le Temperature Europee e i 2°C di Parigi

Posted by on 06:00 in Attualità, Climatologia | 4 comments

Le Temperature Europee e i 2°C di Parigi

di Franco Zavatti e Luigi Mariani Il rapporto IPCC SR1.5, richiesto dalla COP22 di Parigi e presentato alla COP 23 di Katowice (Polonia), al primo punto (A1) recita:“Si stima che le attività umane abbiano causato circa 1°C di riscaldamento globale al di sopra del livello pre-industriale, con un probabile intervallo tra 0.8 e 1.2 °C. È probabile che il riscaldamento globale raggiunga 1.5°C tra il 2030 e il 2052 se continuerà ad aumentare al ritmo attuale (alta confidenza)”. Tutto SR1.5 è in pratica un confronto tra cosa potrebbe...

read more

NAO, SST e Vento Geostrofico

Posted by on 14:55 in Attualità, Climatologia, Meteorologia | 13 comments

NAO, SST e Vento Geostrofico

di Franco Zavatti e Luigi Mariani In questo post viene studiata la velocità del vento geostrofico, vedere anche “Il vento” (47 slide sul vento), nell’Atlantico orientale tramite un indice di intensità  delle tempeste di vento. Prendiamo lo spunto da un lavoro sulle Isole Orcadi (Krueger et al., 2019) dove, nella loro figura 2 riprodotta in figura 1, sono riportate le serie temporali del 95.mo e 99.mo percentile delle velocità dei venti geostrofici “mediate su 10 triangoli” nell’Atlantico orientale. Come...

read more

Le Previsioni di CM – 25/31 Marzo 2019

Posted by on 06:01 in Attualità | 2 comments

Le Previsioni di CM – 25/31 Marzo 2019

Queste previsioni sono a cura di Flavio ————————————————————– Situazione sinottica La cellula atlantica che persiste sull’Europa occidentale sposta temporaneamente i suoi massimi ad ovest delle isole britanniche, agevolando la discesa di aria fredda di recente origine artica sull’Europa centrale, e in seconda battuta in direzione del bacino centrale del Mediterraneo. Persistono i due centri depressionari già...

read more

La Carenza di precipitazioni sull’Italia Analizzata con l’Ausilio di Serie Storiche di Lunga Durata

Posted by on 12:59 in Attualità, Climatologia | 8 comments

La Carenza di precipitazioni sull’Italia Analizzata con l’Ausilio di Serie Storiche di Lunga Durata

di Luigi Mariani e Franco Zavatti L’inverno 2018-2019 è stato anormalmente povero di precipitazioni. L’analisi delle serie storiche condotta ci permette di affermare che non si tratta finora di un’anomalia senza precedenti in quanto casi analoghi o più drastici sono presenti in tutte le serie storiche analizzate. Ciò detto occorre tuttavia seguire con attenzione l’evoluzione meteorologica delle prossime settimane augurandoci che la primavera faccia il suo dovere. Il fenomeno in esame e le sue cause circolatorie Da più parti giungono allarmi...

read more

Tra il clima e l’uomo c’è di mezzo il mare

Posted by on 07:00 in Attualità | 3 comments

Tra il clima e l’uomo c’è di mezzo il mare

As long as we do not understand the climate of the past, it is very difficult to constrain the climate models needed to make realistic future scenarios Ci sono alcune parole chiave nel periodo che avete appena letto. Clima del passato, modelli climatici, scenari realistici… Cose che dovrebbero suonare in accordo come un’orchestra ma che, invece, allo stato dell’arte producono parecchie note stonate. La frase con cui ho aperto questo post è un virgolettato pubblicato appena due giorni fa su EurekAlert. la voce è di Francesco...

read more
Translate »