Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 26 Agosto / 1 Settembre 2019

Queste previsioni sono a cura di Flavio

————————————————————–

Situazione sinottica

Un profondo vortice è in azione sull’Islanda, alimentato da aria fredda in discesa dallo stretto di Danimarca e dall’altopiano Groenlandese dove la stagione di fusione dei ghiacci è ormai terminata e le temperature sono stabilmente su valori prossimi ai -20 gradi centigradi. Situazione sinottica piuttosto caotica sul resto del continente europeo, per la presenza di due cellule anticicloniche, una sul vicino Atlantico e l’altra sull’Europa orientale e la Russia. Tra le due figure si insinua una saccatura che coinvolge l’Iberia e le coste dell’Africa nord-occidentale. Sull’Italia pressione livellata, e temperature piuttosto miti per l’assenza di valori elevati del geopotenziale, unitamente all’inevitabile diminuzione dell’intensità del soleggiamento per l’approssimarsi dell’equinozio di autunno (Fig.1).

Poche variazioni nel corso della settimana, con la saccatura iberica che avanzerà verso il Mediterraneo occidentale portando un veloce peggioramento sull’Italia sotto la forma di un incremento dell’instabilità, in particolare sulle regioni settentrionali. Successivamente si costituirà un vasto ponte anticiclonico dall’Atlantico all’Europa orientale, con la persistenza di condizioni depressionarie solo in prossimità dell’Atlantico settentrionale.

 

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì condizioni di bel tempo al mattino su tutto il Paese con aumento della nuvolosità sui rilievi e zone interne del Nord e del Centro associati a temporali sparsi.

Temperature stazionarie, venti deboli con qualche rinforzo da Nord sui bacini sud-orientali.

Martedì si attenua l’instabilità sull’Appennino, con episodi per lo più deboli e sporadici. Aumento graduale della nuvolosità al Nordovest, con temporali associati che dalle Alpi si spingeranno verso la Valpadana occidentale in serata.

Temperature stazionarie o in lieve aumento. Venti deboli con qualche rinforzo di tramontana sullo Ionio e di levante sul canale di Sardegna.

Mercoledì condizioni di instabilità al Nord, regione appenninica settentrionale e Sardegna con temporali sparsi. Ampie schiarite al Meridione.

Temperature stazionarie, Venti deboli con qualche rinforzo di tramontana sullo Ionio e di levante sul canale di Sardegna.

Giovedì e Venerdì l’instabilità pomeridiana si estende anche alla regione appenninica meridionale con associati rovesci e temporali nelle ore più calde.

Temperature generalmente stazionarie, ventilazione debole dai quadranti settentrionali.

Venerdì ulteriore intensificazione dell’instabilità sulle regioni interne e montuose del Centro-Sud, con associati rovesci e temporali in locale sconfinamento fin sulle aree costiere.

Temperature in diminuzione, ventilazione vivace di maestrale, sui bacini di levante.

Sabato e Domenica possibile generale peggioramento delle condizioni atmosferiche ad iniziare da ovest con coinvolgimento della Sardegna e delle regioni nord-occidentali in estensione al resto del Nord e delle regioni centrali con piogge e temporali diffusi. Meridione in attesa, con cieli sereni o parzialmente nuvolosi.

Temperature in aumento al Sud, ventilazione sciroccale, sostenuta sui bacini di ponente.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »