Tim Palmer su Nature: modelli climatici, l’unione fa la forza

Posted on 22 novembre 2014
Articolo di

Tim Palmer è un ricercatore del Centro Europeo per le Previsioni a Medio termine (ECMWF), notoriamente un centro di eccellenza, ove non il centro di eccellenza per la produzione di previsioni numeriche meteorologiche, cioè di modelli per le previsioni del tempo. Nell'ultimo numero di Nature c'è un suo editoriale molto interessante in cui affronta il tema della necessità di superare l'empasse in cui si trovano attualmente i modelli di ...

Read More


In tema di CO2, policy, emissioni e previsioni

Il video qui sopra viene dalla NASA. Sembra qualcosa di molto reale ma non lo è, perché si tratta di una rappresentazione modellistica delle dinamiche con cui si muove l'anidride carbonica in atmosfera. E' però anche un'operazione con un livello di dettaglio mai raggiunto sin'ora, resa possibile grazie all'impiego di un modello ad altissima risoluzione cui è stato 'insegnato' come dovrebbe muoversi la CO2. Si vedono le zone dove è prepond...

Read More


La pausa nelle temperature. Sì, ma da quando? E il cherry picking?

Articolo di

"Most of the recent research tends to agree with natural variability beeing the most probable cause of the last 15-year hiatus in surface temperature as MDV is currently on a negative phase" (Macias et al., 2014, PloseOne, Vol 9, issue 9, e107222) [MDV= Multi Decadal Variability].  Nell'articolo, di settembre 2014, da cui è tratta questa frase, la pausa delle temperature ha una durata di 15 anni ma abitualmente si leggono "accreditamenti" di ...

Read More


Rubbia, il clima e l’energia: nulla si crea nulla si distrugge ma tutto si trasforma

Articolo di

Dal 26 al 28 settembre scorso si è tenuta a Trieste la Conferenza Nazionale sull'energia del futuro. In quella occasione, al Teatro Politeama Rossetti, Carlo Rubbia ha tenuto una relazione sul tema di cui è possibile leggere un dettagliato resoconto qui. Qui registriamo solo gli aspetti relativi al global warming. Il premio Nobel per la Fisica nel 1984 ha affermato che la politica energetica europea degli ultimi decenni “fa perno sull'o...

Read More


Quando clima e tempo sono in un mare di byte

Qualche giorno fa, appena alla fine di ottobre, è circolata la notizia che lo UK Met Office pianifica di dotarsi di un nuovo super computer ad elevatissima capacità dal costo di 97 milioni di sterline. I media ci hanno ricamato su parecchio prevedendo previsioni (scusate il gioco di parole) con grandissimo dettaglio e precisione, sia in campo meteorologico, che stagionale, che climatico. Per chi opera nel settore, credo sia difficile nascond...

Read More


Una cattiva annata per l’Olivo e la meteorologia ha fatto la sua parte

Posted on 17 novembre 2014
Articolo di

Originario del bacino del Mediterraneo (Breton et al., 2012) l’olivo è pianta che in Italia occupa un areale vasto e che di estende dall’area rivierasca dei grandi laghi Prealpini fino all’estremo meridione. L’olivo è specie agraria che si caratterizza per una tipica tendenza all’alternanza, nel senso che un anno (anno di carica) produce molto e l’anno dopo (anno di scarica) produce poco. Sottolineo che l’alternanza è un ...

Read More


Cina e Asia tra la PEG e l’Optimum Medioevale, l’ENSO, l’AMO e la NAO fecero la differenza

Cina e Asia, perché occuparci di realtà meteorologiche così lontane da noi? Semplice, perché sono a est e quello che arriva lì, bene o male, prima è passato di qua. Accade così che le dinamiche di lungo periodo della NAO (North Atlantic Oscillation) e l'AMO (Atlantic Multidecadal Oscillation), pare abbiano avuto un ruolo nel battere il tempo di lunghi periodi di maggiore umidità o siccità nell'estremo oriente, insieme ad un altro ...

Read More


Expo 2015: Chi di Vandana Shiva ferisce prima o poi perisce

Posted on 15 novembre 2014

Confido nel fatto che i lettori di CM abbiano un'età tale per cui si ricordano ancora cos'è una fionda o, come la chiamavamo quando mi spaccavo la testa ogni due per tre, mazzafionda. In caso di confidenza mal riposta spiego: la mazzafionda è un oggetto affascinante ma assai pericoloso, non solo perché se ben costruita permette di lanciare oggetti di piccole dimensioni a velocità siderali verso il nemico, ma anche perché se non ben usata, ...

Read More


Se n’è andato un Maestro

Posted on 14 novembre 2014
Articolo di

Ieri, all'età di 97 anni, è morto il Generale Andrea Baroni. Una vita consumata attraverso epoche le cui difficoltà e tragedie sono giunte alla nostra generazione solo sui libri di storia. Ma, soprattutto, una vita spesa per la passione che ci accomuna, la meteorologia. E' buffo e strano come certe persone si avvertano vicine anche avendole solo appena incontrate o conosciute. Personalmente ho incontrato il Gen. Baroni una sola volta ...

Read More


Spettacolare!

Posted on 14 novembre 2014
Articolo di

Il video qui sotto viene da WUWT, è una ripresa amatoriale fatta da un pilota in volo sull'Oceano Indiano. Durante la tempesta di fulmini associata alla forte convezione, è stato incidentalmente catturato un Transient Luminous Event (TLE, nello specifico un Gigantic Jet), ossia un fenomeno della famiglia dei fulmini dell'alta atmosfera. Confesso che qui finisce gran parte di quello che ne sapevo, per cui ho deciso di dare un'occhiata ...

Read More


Sorriso e mal di pancia

Come sempre in chiaroscuro o, se preferite, un colpo al cerchio e uno alla botte. Sono giorni di maltempo sull'Italia, una volta lo chiamavamo autunno. Sono giorni di piogge abbondanti e eventi intensi, giorni di gran vociare, sul come, dove e, soprattutto perché. Quando invece è così semplice: piove perché guidiamo un'auto, scaldiamo le nostre case, illuminiamo le nostre strade. Prima di tutto questo, infatti, a novembre si andava al ...

Read More


Territorio e eventi intensi, è una questione di approccio al problema

Articolo di

Paolo Leoni di Meteoreport, è intervenuto nella discussione sul post di Sergio Pinna di lunedì scorso. Ho deciso di proporvi il suo commento in forma di post. Buona lettura. (La vignetta è di Massimo Cavezzali e viene da qui) gg ________________________________________________________ È evidente che nel 2014 in Italia le precipitazioni siano diventate ormai un problema; che, per definizione, va risolto. Ma per risolvere correttam...

Read More


Inverno 2014-2015, la previsione su base OPI

Posted on 11 novembre 2014

Con la fine del mese di ottobre si è chiuso il calcolo dell'indice OPI. Il risultato, leggibile qui a destra è sorprendente. L'indice ha chiuso con un valore di -2,12, il secondo più basso della serie composta con gli hindcast calcolati in sede di definizione dell'indice stesso. E, sempre dalla stessa serie, sappiamo anche che se la correlazione con l'Oscillazione Artica tiene, a numeri di questo genere si sono sempre associati valori ...

Read More


Precipitazioni intense e difesa del territorio

Articolo di

La nostra penisola è attraversata in questi giorni da una perturbazione che sta causando diversi episodi di precipitazioni intense. Giornali e media televisivi ci riferiscono che in varie regioni ci sono state disposizioni di chiusura delle scuole e di molti edifici pubblici, quale misura di prevenzione rispetto alle conseguenze che potrebbero derivare dagli allagamenti temuti; il ricorso a tali disposizioni sembra diffondersi a macchia ...

Read More


Sull’orlo dell’apocalisse ecologica Ma anche no

Posted on 9 novembre 2014
Articolo di

Questo post è uscito in originale su La nuova Bussola Quotidiana gg Durante l’ultima estate un nuovo termine è stato coniato: meteo-terrorismo.  Vocabolo da utilizzare sui quotidiani quando le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni risultano sbagliate causando scelte errate e talvolta dannose. Quando si tratta di pochi giorni è possibile verificare le previsioni, a lunga scadenza la faccenda è diversa, le persone si dimenti...

Read More