Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 6/12 Aprile 2020

Queste previsioni sono a cura di Flavio

————————————————————–

Situazione sinottica

Campo di massa in consolidamento sul Mediterraneo centrale per l’azione di una cellula anticiclonica sull’Europa centrale, e il concomitante allontanamento verso il Mar Egeo del vortice depressionario che ha interessato le regioni meridionali. Un vortice è in azione in prossimità dell’Islanda, con ingresso in fase di una depressione in movimento zonale a latitudini inferiori sul medio Atlantico (Fig.1).

Poche variazioni nel corso della settimana, con il campo in quota che si manterrà su valori piuttosto elevati sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, per la difficoltà del flusso principale ad avanzare stante l’opposizione della cellula centro-europea. Le estreme regioni meridionali risentiranno ancora, seppur marginalmente, del respiro fresco nord-orientale richiamato dal vortice ellenico che si manterrà quasi-stazionario per la prima metà della settimana.

—————————–

Proprio sulle regioni settentrionali, così duramente colpite dal coronavirus, il soleggiamento intenso, la scarsa ventilazione e la lontananza da un mare ancora freddo regaleranno temperature massime che supereranno diffusamente i 20 gradi nella seconda parte della settimana. Se è vero che il virus soffre temperature superiori ai 15 gradi, potrebbe trattarsi di un “aiutino” climatico che certamente non guasta.

PS: si legge in questi giorni che è stato appena insediato lo squadrone di “lotta alle fake news sul coronavirus”. Il punto è sempre il solito: difficile pensare di bollare come fake news informazioni o asserzioni di chicchessia a proposito di una materia scarsamente conosciuta. Cosa che vale per il coronavirus, come anche per il Climate Change. Se una materia è contesa in quanto oggetto di ricerca e dibattito scientifico, parlare di “fake news” non ha senso, e qualsiasi tentativo di imporre una verità (anche in buonissima fede) rischierà di suonare come una riproposizione del famigerato Ministero della Verità di orwelliana memoria.

Ad ogni modo, il nuovo team di fake-news-busters ha una grande occasione per partire col piede giusto e mostrare la sua utilità: per esempio obbligando tutte le reti televisive a mandare una smentita dell’incredibile spot che per tanti giorni ha ripetuto agli italiani che il virus fosse “difficile da trasmettere”. Una bufala bella e buona, come dimostrato tristemente dai fatti.

—————

PPS: approfitto di questo piccolo spazio per porgere le più sentite condoglianze alle tante famiglie che in questi giorni sono colpite da lutti correlati all’ormai famigerato virus cinese. Sono tante, le vittime di questo maledetto morbo, molte di più di quanto non dicano i bollettini quotidiani, e ce ne accorgiamo dal numero di persone a noi vicine che ne sono purtroppo colpite.

Linea di tendenza per l’Italia

Le previsioni per la settimana sono facili facili.

Nella giornata di lunedì nuvolosità irregolare al Meridione con residui deboli piovaschi accompagnati da una ventilazione vivace dai quadranti settentrionali, in miglioramento. Bel tempo altrove.

Il resto della settimana sarà caratterizzato da condizioni di bel tempo su tutto il Paese, con tanto sole e temperature massime miti, e i primi tepori nelle zone interne, ovvero quelle che non saranno interessate dalle brezze marine. Le temperature minime saranno in linea con le medie del periodo: fresco al mattino grazie all’irraggiamento nelle ore notturne e all’aria piuttosto secca. Come da manuale, sono le settimane dell’anno caratterizzate dalla maggiore escursione termica. La ventilazione si manterrà debole, con l’unica eccezione del basso Adriatico e dello Ionio che risentiranno del richiamo di aria fresca dai Balcani già citato in sede di analisi sinottica.

Peccato che non si possa godere di condizioni del tempo così belle. Rimanere a casa questa settimana sarà una sofferenza doppia. Ma come dicevano i nostri nonni: “finché c’è la salute…”

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »