Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 20/26 Luglio 2020

Queste previsioni sono a cura di Flavio

————————————————————–

Situazione sinottica

Situazione sinottica tipicamente estiva sul quadrante europeo con la cellula atlantica che a più riprese si protende verso il Mediterraneo alternata al rapido passaggio di ondulazioni atlantiche in un contesto generalmente mite e in assenza di avvezioni calde nordafricane degne di nota. Il flusso principale confinato alle alte latitudini europee continua a mostrarsi attivo in particolare tra il Mare del Nord e il Mare di Barents. Un piccolo minimo chiuso di geopotenziale staziona a sud-ovest dell’Iberia (Fig. 1).

Nel corso della settimana, un nocciolo di aria fresca in quota si staccherà dal Labrador e avenzerà verso l’Europa centrale, evolvendosi in una estesa ondulazione che interesserà anche il Mediterraneo centro-occidentale. Questa si assocerà ad un calo generalizzato del geopotenziale su tutto il quadrante europeo, dove dominerà il flusso principale che si oganizzerà in una serie di depressioni estese dal Canada alla regione baltica. Situazione piuttosto insolita nel cuore dell’estate, legata alla straordinaria persistenza di condizioni anticicloniche nella regione artica (Fig.2)

Consigli per il Rescue Team

Ormai il leit motive dell’estate 2020 è chiaro: troppo fresco in Europa, occorre guardare altrove. In particolare sull’Artico dove si stanno verificando condizioni sinottiche assolutamente straordinarie, con la persistenza di un’area anticiclonica che ormai da più di un mese non si schioda dal bacino centrale. In mancanza di copertura nuvolosa i ghiacci artici si stanno sciogliendo ad una velocità altrettanto straordinaria con la prospettiva molto concreta di battere il record minimo di estensione del 2012. Questo sì, che potrebbe salvare l’estate del catastrofismo climatico. Ai posteri l’ardua sentenza.

—————————–

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì e Martedì generali condizioni di tempo stabile e soleggiato su tutto il Paese, con qualche temporale pomeridiano sull’arco alpino.

Temperature in aumento, venti deboli salvo residui rinforzi di maestrale su basso Adriatico e Ionio.

Mercoledì e Giovedì aumento dell’instabilità al Nord, con temporali pomeridiani in intensificazione sulle Alpi e in sconfinamento serale sulla Valpadana. Stabile e soleggiato altrove, salvo annuvolamenti sui versanti adriatici centro-settentrionali nel pomeriggio di Giovedì.

Temperature stazionarie, ventilazione generalmente debole a prevalente regime di brezza.

Venerdì maltempo al Nord con rovesci e temporali diffusi, localmente abbondanti e di forte intensità. In serata peggiora anche al Centro. Bel tempo al Sud.

Temperature sensibile diminuzione al Nord. Ventilazione in intensificazione dai quadranti occidentali su Mar Ligure e Tirreno settentrionale.

Sabato e Domenica migliora al Nord nella giornata di Sabato, e ampie schiarite anche sul resto del Paese. Domenica possibile nuova intensificazione dell’instabilità al Nord, con rovesci e temporali diffusi.

Temperature in diminuzione anche al Centro e al Sud. Ventilazione vivace di maestrale in attenuazione dalla Domenica.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »