Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 5/11 Ottobre 2020

Queste previsioni sono a cura di Flavio

————————————————————–

Ancora prevalenza di condizioni depressionarie sull’Europa centrale e sul Mediterraneo occidentale, per l’azione di un profondo vortice centrato sul Mare del Nord cui si associa la risalita di aria molto umida e instabile dal Mediterraneo in direzione dell’Italia, interessata come previsto la settimana scorsa da fenomeni anche intensi nei suoi settori nord-occidentali. La cellula atlantica continua a mantenersi ai limiti del quadrante europeo con i suoi massimi centrati sulle Azzorre, mentre l’azione stabilizzante della cellula subtropicale si fa sentire soltanto sul Mediterraneo orientale, con coinvolgimento della Grecia e dell’Anatolia dove il campo di massa si mantiene forte in risposta dinamica alla persistenza della citata circolazione ciclonica (Fig.1).

Nel corso della settimana, le correnti prevalenti sul Mediterraneo assumeranno una direttrice più occidentale, per l’azione incisiva del getto che comprimerà la cellula atlantica favorendone la distensione secondo i paralleli in direzione del Mediterraneo centro-occidentale. Questo si assocerà ad una attenuazione generale della fenomenologia sull’Italia.

Sul finire della settimana la cellula atlantica potrebbe distendersi nuovamente secondo i meridiani, entrando in fase con l’anticiclone termico groenlandese. Si creerebbero quindi le premesse per un nuovo affondo perturbato in direzione del Mediterraneo occidentale con coinvolgimento della penisola italiana che andrebbe a interessare nuovamente in modo più diretto le regioni nord-occidentali.

Consigli per il Rescue Team

Come facilmente previsto, la narrativa dell’Italia spaccata in due, e del maltempo al Nord dovuto ovviamente al “global warming” ha avuto gioco facile.

Per questa settimana pochi spunti di rilievo. Quindi toccherà guardare altrove, magari in Russia dove farà più caldo del solito, per il semplice motivo che ad ovest della Russia farà più freddo del solito, nel classico gioco di sponda che nei vecchi manuali si associava alle cosiddette “onde di Rossby”, mentre oggi è semplicemente “global warming”: il freddo del cavo d’onda scompare dai giornaloni, mentre si parla solo del caldo associato alla cresta dell’onda.

Così lavora il Rescue Team, per il resto il tempo atmosferico continua a fare quello che gli pare, con nostro diletto e con nostra sorpresa, che torniamo tutti bambini davanti a fenomeni atmosferici diversi dal solito. Anche se di “sorprese” diventa sempre più difficile parlare, vista la precisione e l’affidabilità con cui i modelli riescono oggi a leggere eventi atmosferici a distanza di parecchi giorni.

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì migliora al Nord e al Centro dopo i rovesci del primo mattino, con tendenza a schiarite anche ampie. Ampi spazi di sereno anche al Sud ma con tendenza ad aumento della nuvolosità in risalita dal Canale di Sicilia verso il basso Tirreno ed associati rovesci sparsi dalla serata.

Temperature in diminuzione al Sud. Maestrale vivace su tutti i bacini, con qualche rinforzo sul Tirreno centro-settentrionale.

Martedì migliora al Sud dopo le piogge sparse della nottata. Nuvolosità variabile al Nord e al Centro con ampie schiarite alternate ad annuvolamenti specie a ridosso dei rilievi associati a qualche sporadica precipitazione. In serata peggiora su Alpi occidentali con precipitazioni anche intense e nevicate abbondanti sulla Valle d’Aosta al di sopra dei 1800-2000 metri. In serata possibili rovesci e temporali sull’Appennino tosco-emiliano e sulla Versilia.

Temperature stazionarie o in lieve ulteriore diminuzione al Sud. Venti sostenuti di ponente sui bacini occidentali, tramontana vivace sullo Jonio.

Mercoledì ampie schiarite al Nord. Piogge e rovesci sparsi in rapido transito dalle regioni centrali peninsulari verso quelle meridionali che saranno raggiunte in serata, mentre le schiarite andranno affermandosi al Centro.

Temperature stazionarie. Maestrale sostenuto sui bacini centrali e meridionali.

Giovedì e Venerdì generali condizioni di tempo stabile e soleggiato su tutto il Paese.

Temperature stazionarie. Tramontana vivace sul basso Adriatico e Ionio nella giornata di Giovedì, venti deboli il Venerdì.

Sabato aumenta la nuvolosità al Nord e sull’alta Toscana con i primi fenomeni a carattere sparso. Bel tempo altrove.

Temperature stazionarie. Entra il libeccio sul Mar Ligure.

Domenica possibile intenso peggioramento al Nord con piogge, rovesci e temporali diffusi, in estensione all’alta Toscana. Soleggiato al Meridione.

Temperature in diminuzione al Nord nei valori massimi. Venti sostenuti dai quadranti meridionali su tutti i bacini.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »