Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 10/16 Giugno 2024

Questa rubrica è a cura di Flavio

——————————————————–

Analisi sinottica

Una figura anticiclonica di blocco agisce in Atlantico mettendo in comunicazione una cellula termica sulla Groenlandia con la fascia anticiclonica subtropicale associata al flusso secondario a ovest delle Azzorre. È incalzata ad ovest dal flusso perturbato in uscita dal Labrador canadese, mentre sul suo fianco orientale aria fredda viene convogliata verso le isole britanniche e l’Europa centrale da un vasto vortice centrato sulla Scandinavia, al quale si associa una ondulazione del campo in quota che si estende verso SW attraverso l’Iberia e fino in prossimità delle Canarie (Fig.1).

L’evoluzione sinottica sul quadrante europeo sarà caratterizzata dallo smantellamento del ponte anticiclonico ad opera del flusso perturbato atlantico, con la depressione scandinava che andrà lentamente colmandosi, e l’ondulazione “iberica” che muoverà pigramente verso NE fino ad essere riassorbita dal flusso principale, complice l’approfondimento di un nuovo vortice sulle isole britanniche.

La dinamica descritta si tradurrà sostanzialmente nella persistenza di una circolazione sud-occidentale sull’Italia nella prima parte della settimana, con il Nord che risentirà della debolezza del campo nei termini di una persistente instabilità atmosferica, e il Meridione sotto l’azione stabilizzante del promontorio nord-africano. Nella seconda metà della settimana, a compimento della “migrazione” verso NE della ondulazione iberica, aria più fresca e secca dai quadranti settentrionali irromperà nel Mediterraneo con conseguente calo termico anche sulle regioni meridionali italiane.

Il quadro sinottico ha ormai decisamente assunto connotati tipicamente estivi con il Settentrione esposto sia pure marginalmente all’azione delle correnti instabili atlantiche e il Meridione protetto dal flusso secondario associato al fisiologico spostamento verso nord della ITCZ.

Consigli per il Rescue Team

Siccome l’estate ha assunto connotati “da manuale” del clima mediterraneo, al Rescue Team non resterà che trasformare tale manuale in una Apocalisse di “estremi climatici” con il caldo “infernale” al Sud a fare da contraltare ai “temporali-bomba” al Nord. Per dirla in due parole: ordinaria amministrazione.

Previsioni per la settimana

Lunedì ampie schiarite la mattina al Nordovest dopo i temporali della notte. Persistono nubi e fenomeni sul nord-est con ulteriore peggioramento in tarda serata associato a temporali localmente di forte intensità sul Triveneto. Debole instabilità pomeridiana sulla regione appenninica centro-settentrionale con qualche piovasco sparso. Stabile e soleggiato al Meridione.

Temperature in lieve diminuzione al Nord e al Centro. Ventilazione in prevalenza moderata di ponente, scirocco sullo Ionio.

Martedì instabile al Nord con rovesci e temporali che al mattino interesseranno in particolare il Triveneto e la Lombardia centro-orientale, e dalla sera interesseranno diffusamente le regioni settentrionali specie a nord del Po. Parzialmente nuvoloso sulle regioni centrali, sereno al Sud.

Temperature stazionarie. Libeccio in rinforzo su medio e alto Tirreno, scirocco debole su Adriatico e Ionio.

Mercoledì irregolarmente nuvoloso al Nord con instabilità pomeridiana diffusa associata a fenomeni in prevalenza temporaleschi. Sul resto del Paese generali condizioni di cielo parzialmente nuvoloso.

Temperature in diminuzione al Nord. Libeccio su medio-alto tirreno, maestrale moderato sulla Sardegna, entrano correnti orientali sul Nordest.

Giovedì nuvoloso al mattino al Nord con qualche rovescio sparso nelle ore più calde e tendenza a miglioramento serale. Soleggiato sulle regioni centrali tirreniche, e condizioni di instabilità sull’Appennino centrale e sulle centrali adriatiche con temporali sparsi nel pomeriggio. Soleggiato al Meridione.

Temperature in diminuzione al Centro. Ventilazione vivace di maestrale sui bacini occidentali.

Venerdì ampie schiarite al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. Nuvoloso al mattino sulle centrali adriatiche e associati deboli rovesci sparsi. Aumento della nuvolosità sulle regioni meridionali peninsulari con rovesci sparsi nelle ore più calde. Ampie schiarite sulle isole maggiori.

Temperature in sensibile diminuzione al Sud. Maestrale teso su tutti i bacini centrali e meridionali.

Sabato peggiora al Nordovest con rovesci sparsi, generali condizioni di bel tempo sul resto del Paese. Domenica leggero aumento dell’instabilità pomeridiana sulle regioni centrali peninsulari con qualche rovescio sparso nelle zone interne e montuose.

Temperature in aumento al Meridione. Ventilazione in prevalenza di maestrale in graduale attenuazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »