Un Mese di Meteo – Gennaio 2018
Feb16

Un Mese di Meteo – Gennaio 2018

IL MESE DI GENNAIO 2018[1] Il mese ha presentato precipitazioni in prevalenza inferiori della norma con le rilevanti eccezioni di Piemonte, Val d’Aosta e Trentino Alto Adige. A ciò si sono associate temperature quasi ovunque in anomalia positiva da debole a moderata. La topografia media mensile del livello di pressione di 850 hPa per l’area euro-atlantica (figura 1a) mostra come centri d’azione principali l’anticiclone delle Azzorre...

Read More
L’esponente di Hurst e gli spettri – Parte III – Nuove applicazioni
Feb11

L’esponente di Hurst e gli spettri – Parte III – Nuove applicazioni

Livello del Nilo L’altezza del Nilo -livello minimo dal 622 al 1469 CE- ha un esponente di Hurst H=0.833 e quindi si presta alla procedura descritta nel primo articolo di questa serie. I dati, annuali, sono a passo costante per cui uso le differenze. In figura 13 (pdf) mostro le funzioni di autocorrelazione delle due serie (osservata e delle differenze). La acf(1) dei dati osservati è di poco superiore a 0.5 e quindi, per quanto...

Read More
L’esponente di Hurst e gli spettri (Parte II) – Altre applicazioni
Feb11

L’esponente di Hurst e gli spettri (Parte II) – Altre applicazioni

Livello del lago Vittoria Questo argomento è stato trattato su CM qui. La serie del livello del lago Vittoria ha un esponente di Hurst H=0.962 ed è adatta alla procedura descritta nel post precedente con la differenza che adesso i dati non sono a passo costante. Il calcolo delle differenze deve essere fatto per unità di ascissa (la differenza tra due valori non ha molto senso se non viene rapportata all’intervallo su cui è stata...

Read More
L’esponente di Hurst e gli spettri (Parte I)
Feb10

L’esponente di Hurst e gli spettri (Parte I)

Riassunto: Sostituisco il dataset iniziale con le sue differenze prime (o con le derivate numeriche in caso di passo variabile) e verifico sperimentalmente se l’esponente di Hurst H, cioè il livello di persistenza, cambia nel senso che si avvicina maggiormente al valore 0.5 mentre il dataset trasformato mantiene l’informazione spettrale del dataset originale. Applico la modifica alle medie annuali NOAA di anomalia di...

Read More

Puntini vecchi e nuovi, clima sempre quello

Oggi il blog va in subappalto o, se preferite, in outsourcing, come dicono quelli bravi. Lo faccio volentieri perché sto per proporvi la lettura di un articolo di un vecchio amico, mio e di CM. Prima però un po’ di storia. Alcuni anni fa, quando queste pagine avevano i pantaloni corti, abbiamo ospitato un dibattito molto interessante (qui i precedenti) come spin off di uno scambio di opinioni avvenuto sulle pagine della Normale...

Read More
Groenlandia, molto più sole che aumento della temperatura
Gen31

Groenlandia, molto più sole che aumento della temperatura

Giro più o meno quotidiano nella blogosfera climatica, atterraggio sul blog di Judith Curry, fonte alquanto inesauribile di notizie interessanti, tra cui una rubrica in cui fa settimanalmente una review di paper e articoli di recente pubblicazione. E, in effetti, quello che definisce il “paper della settimana” merita una sosta. Decreasing cloud cover drives the recent mass loss on the Greenland Ice Sheet Ambientazione,...

Read More
Translate »