Salta al contenuto

Ma il clima è globale o locale?

Il clima è globale o locale e, soprattutto, sono globali o locali i cambiamenti climatici? Dipende dai punti di vista, intesi non soltanto come funzione di un approccio ideologico spostato di qua o di là, a seconda che si vogliano sostenere le multinazionali del petrolio o il megamovimento della catastrofe climatica, quanto piuttosto letteralmente da che parte lo si guarda.

Il caso vuole che appena questa mattina abbiamo pubblicato il commento ad un lavoro recente che compie un’interessante analisi delle variazioni climatiche su una parte del nostro territorio e le confronta con realtà areali ben più vaste. Lo stesso pare si possa dire per quest’altro lavoro, pubblicato sul Quaternary Science Reviews (qui il pdf), che analizza le sedimentazioni lacustri di un lago in Alaska e ne trae un quadro di seimila anni di oscillazioni della temperatura decisamente interessante1.

Immagine (da CO2 Science) e lettura interessanti, con i dovuti distinguo. Si tratta di dati provenienti da una sola località e riferiti al solo periodo estivo. D’altra parte non è che si disponga di molto di più per fare queste valutazioni. Resta il fatto che l’attuale periodo di riscaldamento globale locale non sembra così “unprecedented”, anzi, pare che nel tempo sia successo molto altro. Interessanti anche le pendenze delle variazioni, non trovate?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
  1. Clegg, B.F., et al., Six millennia of summer temperature variation based on midge analysis of lake sediments from Alaska, Quaternary Science Reviews (2010), doi:10.1016/j.quascirev.2010.08.001 []
Published inIn breve

2 Comments

  1. Martino Giorgioni

    Interessante!
    È la prima volta che vedo utilizzare i moscerini come proxy di temperatura. Tuttavia sembra che il metodo in questo caso funzioni abbastanza bene poiché risultati siano in accordo con quelli ottenuti da altri proxy normalmente utilizzati.
    Grazie per la segnalazione.

  2. Guido Botteri

    Dicesi:
    “evento locale” un evento che non sia in linea con l’ipotesi AGW
    per contro un evento che lo sia, come la Siccità in Russia, è sicuramente un evento “climatico” e “globale”, in quanto inserito in un contesto piu ampio e in un trend di eventi… 🙂
    L’ottimo medievale, per esempio, pur avendo avuto studi che ne confermano i caratteri in tante parti del mondo, resta un evento climatico “locale”…diciamo un insieme di tanti eventi climatici locali, proprio perché in contrasto con il dogma inconfutabile (per autorità) del clima senza precedenti (“unprecedented”, per chi ama l’inglese).
    Secondo loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »