Salta al contenuto

Seven Spin Off – Gennaio 2012 #3

Prove tecniche di rallentamento.

Così potrebbe essere forse definita la situazione attuale in termini di circolazione emisferica. Con la zonalità che cede il passo e i tentativi di sviluppo meridiano dell’alta pressione atlantica a favorire uno scambi più vivaci lungo la latitudine.

Niente di particolarmente esaltante a dire il vero, almeno per ora. Dal punto di vista strettamente tecnico sono però interessanti i piccoli disturbi un quota  che abbiamo visto scorrere lungo il bordo orientale dell’alta pressione già molte volte nel recente passato.

Semplici ondulazioni che si approfondiscono scendendo di latitudine per avvezione di vorticità positiva e finiscono per esercitare un forcing dinamico non trascurabile. Come quello di questi giorni, che però in assenza di una vera e propria azione di blocco, scorrerà via velocemente verso est non appena sarà sganciato dal flusso perturbato principale.
Nel frattempo, le puntate puntate polari incompiute dell’anticiclone stanno accumulando energia alle alte latitudini, e ben presto si isolerà un HP in area scandinava, favorendo alternativamente due pattern ben distinti.

  1. Flussi retrogradi di aria polare continentale nelle fasi di merging dell’anticiclone con questa HP;
  2. Biforcazione del Getto Polare, con un ramo che passa molto a nord girando attorno all’HP e un altro che scende verso le latitudini mediterranee, interrompendo temporaneamente il collegamento.

In entrambi i casi ci sarà da ballare, per la fine del carnevale – e ci sta – e per l’inizio della quaresima – e forse ci sta meno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualitàMeteorologia

4 Comments

  1. […] Re: Romagna nowcasting 23 – 29 Gennaio 2012 Allora, cari ragazzi, io sono un ottimista di natura, ma in questi ultimi anni di meteofregature ne abbiamo prese tante. Le carte proposteci da GFS 12 sono fantastiche, ma io rimarrei cauto(e' dura eh!). Aspettiamo i prossimi run;fino a domenica sera si ballera'. Io rimango ottimista, ma occhio ai balletti, e mai perdere la bussola…. Io mi fido molto di questo ragazzo(e' il miglior meteorologo del momento ) Climatemonitor […]

  2. Roberto Breglia

    Gentile Guido potresti darmi gli ultimi aggiornamenti circa lo stratwarming che proprio in questo periodo avrebbe dovuto disturbare il VP favorendo appunto una maggiore dinamicita’?
    Grazie e complimenti per gli articoli molto interessanti.

    • Roberto,
      ai piani più alti sta riprendendo la zonalita’, mentre in basso sta frenando. Gli effetti di questa torsione sono pronti per l’inizio di febbraio. Infatti l’indice AO si appresta ad entrare in territorio negativo (per inciso questo inverno e’ stato quasi sempre positivo). Molto semplicemente la circolazione emisferica si sta riconfigurando verso scambi meridiani più accentuati.
      http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/ao_index_ensm.shtml
      gg

    • Questi scambi sono dovuti al discorso delle temperature dell’aria in cui facevi riferimento nell’articolo della neve nel deserto…
      Cioè si sta muovendo tutto di conseguenza ad inizio di maggiore dell’irragimanto solare?
      La tempesta solare di queste ore, invece, può modificare qualcosa secondo te?

      Pitta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »