Salta al contenuto

L’australia brucia e il Canada gela

E dove sarebbe la novità? Da una parte è inverno, dall’altra è estate. Ma c’è il climate change.

Orche intrappolate dal ghiaccio nella baia di Hudson in Canada. Nove esemplari in tutto sospresi dal ghiaccio che pare avesse chiuso loro la strada del mare aperto. Il tempo di battere qualche decina di agenzie e mettere a punto un po’ di servizi in tv e poi il vento ha smosso il ghiaccio e gli animali hanno riguadagnato la via di casa. Interessante l’intrerpretazione che da’ Panorama nel diffondere la lieta novella:

Di norma le balene entrano nella baia di Hudson solo in estate, per cacciare le foche o altre prede. Secondo gli esperti, però, i cambiamenti climatici hanno modificato il modello di formazione dei ghiacci e cosi’ alcune orche avevano approfittato del fatto che a Natale la baia non aveva ancora ghiacciato, prima di finire intrappolate dal repentino congelamento di questa settimana.

In Australia è arrivata una eccezionale ondata di caldo. Battutto un record dopo l’altro, compreso quello della temperatura massima media calcolata sull’intero territorio australiano: 40,3°C il 7 gennaio scorso, contro i 40,2°C del 21 dicembre del ’72. Assolutamente spettacolare la tempesta di sabbia venuta dal mare, che qualcuno ha perciò definito “tsunami di sabbia”, che ha colorato il cielo di un rosso spettrale.

 

Emisferi ed eventi estremi a confronto. E tutto ciò mentre il mainstream scientifico si sta allineando su una posizione piuttosto inattesa: nel medio periodo climatico non c’è da attendersi un aumento delle temperature medie superficiali globali. E i media se ne accorgono.

 

Leggete qui l’editoriale di Piero Vietti sul Foglio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

3 Comments

  1. Edo

    Scusi Col., ma come fa una tempesta di sabbia ad arrivare dal mare? Cioè mica la sabbia galleggia sull’acqua… Grazie e buon lavoro

    • Edo non è nata sul mare ovviamente.
      gg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »