Salta al contenuto

Salamandre ristrette

Sono duri per tutti questi anni di global warming ruggente, anche se da due o tre lustri a questa parte si tratta di un miagolion più che di un ruggito. Però, dicevamo, tempi duri, tanto che persino le salamandre, animali controversi ma molto gettonati sui cataloghi dei tatuaggi, sembra stiano subendo dei contraccolpi. Si restringono, come dopo un lavaggio in acqua calda, solo che invece di acqua si tratta di aria, anche alquanto secca.

Infatti, dopo difficoltosa ma attenta osservazione, un gruppo di ricercatori pare abbia riscontrato una diminuzione di volume e suppongo anche massa delle salamandre, pari a circa l’8%. In pratica, esaminando gli esemplari custoditi nei musei per un periodo di raccolta dati che va dal 1957 al 2007 e confrontandoli con quelli catturati nello stesso posto nel 2011-2012, hanno trovato che questi ultimi sono più piccoli.

E di chi è la colpa? Ma del global warming naturalmente, che starebbe rendendo l’ambiente dei monti Appalachi, la zona di cattura, sempre più arido e caldo. Sarà, ma con il freddo e la neve arrivati quest’anno sugli Stati Uniti orientali se tanto mi da tanto le prossime salamandre saranno coccodrilli!

Da Science Daily: Salamanders shrinking as their mountain havens heat up

Da Global Change Biology: Widespread rapid reductions in body size of adult salamanders in response to climate change

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

5 Comments

  1. donato

    A me il GW sta facendo l’effetto opposto: credo sia aumentato sia il volume che la massa corporea! 🙂 🙂
    Ciao, Donato.

  2. Mario

    Eh. Questo clima caldo torrido con un alto tasso di umidità, fresco e piovoso, arido e secco, ma comunque “senza precedenti”, fa dei brutti scherzi.
    🙂

  3. carlo

    Altro aspetto nefasto del cambiamento climatico è che sta obnubilando sempre più il cervello di molte persone…

  4. Fabio Spina

    Nel 2011:”Gli animali, o più precisamente gli invertebrati marini e le salamandre, invece hanno ridotto le proprie dimensioni dallo 0,5 al 4%, mentre i pesci hanno perso fino al 22% delle dimensioni complessive” http://www.greenme.it/informarsi/natura-a-biodiversita/5993-clima-riscaldamento-globale-animali-piante-piu-piccoli . Ma non si era detto che gli animali si stanno spostando verso Nord per trovare le stesse temperature?
    Comunque con lo stesso tipo di ragionamenti, dalla costatazione che il genere umano si sta allungando e crescendo di peso dovremmo dedurre scientificamente per l’AGW degli effetti opposti a quelli delle salamandre. Qualunque cosa accade è colpa dell’AGW, un fatto impossibile da falsificare….quindi non è scienza.

    • E’ esattamente questo il colpo di genio di questa sterile propaganda Fabio, con tutto il rispetto di chi studia gli animali e sono convinto che preferirebbe non dover ridurre tutto il proprio lavoro a questi messaggi insignificanti. Vada come vada, tutto si giustifica con il cambiamento. Non sarà scienza ma da sicuramente pane e companatico.
      gg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »