Le Previsioni di CM – 13/19 Maggio 2019

Queste previsioni sono a cura di Alessandro

—————————————————–

Il flusso perturbato che ha interessato le nostre regioni a partire dalla serata di sabato, ha attraversato il vicino Atlantico in seno ad una marcata ondulazione del getto, generando un vortice sulla nostra Penisola con elevati valori di vorticità potenziale e apportando nella giornata di oggi una marcata ventilazione nei bassi strati . Detto vortice tende ad isolarsi dalla saccatura di origine e ad assumere una persistente stazionarietà per la presenza di un promontorio di blocco su Mediterraneo orientale. Nelle prossime ore un ulteriore impulso di aria fredda si sgancerà della saccatura di origine in corrispondenza della Polonia, e raggiungerà il settore centrale del Mediterraneo entrando in fase col minimo depressionario già presente sul territorio italiano, e dando vita ad una ulteriore intensificazione dell’instabilità atmosferica nella giornata di mercoledì.

Mentre l’instabilità atmosferica sulle nostre regioni meridionali tenderà a persistere anche nella giornata di giovedì per la lentezza dello spostamento verso est della circolazione depressionaria, una nuova saccatura si affaccerà sulle coste dell’Europa occidentale, la quale molto probabilmente darà origine nella giornata di venerdì ad un vortice depressionario tra Francia e Spagna e ad un probabile nuovo peggioramento che potrebbe interessare le regioni occidentali italiane nel prossimo fine settimana.

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì nuvolosità diffusa sulle zone nord orientali con piogge e rovesci e venti forti settentrionali sui corrispondenti rilievi alpini confinali con deboli nevicate sui 1200-1300 metri, mentre migliora sul resto del nord; cielo coperto su Marche e Abruzzo con rovesci e temporali anche intensi, mentre sulle restanti regioni centrali saranno possibili deboli precipitazioni in particolare nelle ore centrali della giornata sul Lazio centromeridionale. Sul Meridione rovesci e temporali in miglioramento serale a partire dal versante tirrenico. Venti forti settentrionali su Sardegna, Toscana, Umbria, Marche ed alto Lazio con rinforzi di burrasca. Temperature massime in diminuzione su centro, Sardegna, Appennino meridionale e Sicilia.

Martedì spesse velature al Nord-ovest e Lombardia; molto nuvoloso sul resto d’Italia con deboli rovesci localmente temporaleschi, in particolare sulle regioni centrali e ioniche peninsulari; attese nevicate sui rilievi meridionali marchigiani e abruzzesi.

Mercoledì tempo instabile su gran parte del Centro-Sud con rovesci temporaleschi sparsi ed in forma debole anche su Romagna e Triveneto; nubi medio alte sulle restanti zone settentrionali.

Giovedì condizioni di tempo instabile persiste sul Meridione e sui rilievi settentrionali, mentre sul resto della nazione spazi di sereno si alterneranno ad estesi annuvolamenti durante il pomeriggio.

Venerdì tempo instabile a ridosso dei rilievi sia su quelli settentrionali già dal mattino e nel pomeriggio anche sulla dorsale appenninica centrale. Miglioramento dalla sera.

Sabato nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dalle zone nord-occidentali.

Domenica Probabile maltempo al Centro-nord e peggioramento delle condizioni meteorologiche al Sud Italia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »