Salta al contenuto

Tassiamo tutto

Come abbiamo detto in un precedente aggiornamento, la UE ha dichiarato di voler siglare un accordo, addirittura, per il 30% di riduzione delle emissioni di gas serra (come confermato da Gordon Brown1 ). Questo a patto che gli altri stati si impegnino a sottoscrivere un accordo davvero ambizioso.

Mancano ancora i calcoli per l’Italia, tuttavia possiamo riportarvi rapidamente i dati per l’Inghilterra. Un accordo al 30% (rispetto all’iniziale 20%) a livello UE, significherebbe un target di riduzione pari al 42% per l’Inghilterra. Ora, il vecchio obiettivo del 34% era già arduo da raggiungere con tutto quanto è a nostra (loro) disposizione: centrali nucleari, efficienza energetica, energie alternative. Come fare, quindi, a raggiungere l’ulteriore ambiziosa quota del 42%? Semplice, ci dicono gli inglesi: maggiori tasse sui voli aerei, maggiori tasse sui carburanti, nuove tasse sulla circolazione dei mezzi e normative ancora più stringenti sulle emissioni degli autoveicoli.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
  1. http://www.guardian.co.uk/environment/2009/dec/07/gordon-brown-eu-emissions-cuts []
Published inCopenhagen

2 Comments

  1. Claudio

    Fino ad ora l’Europa ci ha solo creato problemi, se si facesse un referendum, credo che in Italia pochi voterebbero a favore. Adesso anche la bufala dell’ambientalismo per far arricchire le lobby-ecomafie che gia si sono aggiuduicate aluni miliardi di dollari. Basta con il lavaggio del cervelo mediatico di questa gentaglia !!!

    • goran

      concordo, questi targets idioti sono lultima preoccupazione nella scala delle nostre priorità. E gli inglesi, che attraversano perfino un periodo più duro del nostro, farebbero benissimo a ciarlare meno e sistemare i bilanci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »