Accordo a Copenhagen

Sul disaccordo però. L’aria artica scesa su CO2penhagen ha definitivamente gelato gli entusiasmi. Dopo lunga ed intensa trattativa, prima sgli sherpa, poi i leader con le sciarpe, sembra abbiano finalmente raggiunto un accordo.

Questi i tratti salienti della bozza che le agenzie di stampa già battono ma che nella plenary session si fa fatica a trovare qualcuno che abbia il coraggio di rendere pubblica.

  1. Nessun limite temporale sulla riduzione delle emissioni;
  2. Nessuna misura vincolante nè per i paesi ricchi, nè per quelli poveri;
  3. Confermato il piano finanziario in favore dei paesi poveri;
  4. Confermati i 2°C come limite entro il quale contenere le temperature;
  5. Nuovo summit tra sei mesi a Bonn per “proseguire” i lavori;
  6. Stesura definitiva di questo capolavoro diplomatico tra un anno a Città del Messico.

Non è dato sapere come si possa pensare di implementare il 4° punto stante quanto non deciso ai punti 1 e 2. Nel frattempo si faranno girare un po’ di soldini, giusto perchè i 20.000 delegati di ONG che si sono sciroppati tutta la conferenza non siano costretti a cercarsi un nuovo lavoro, cosa che potrebbe risultare difficoltosa dati i tempi di magra.

Registriamo con cordoglio che dovremo sorbirci un altro anno di tortura media-climatica, con annunci, iniziative naif e colpi di scena di vario genere.

I leader hanno fallito, è tempo che la la climafiction torni ai suoi legittimi proprietari, i mostri sacri di Holliwood. Questa roulotte è stata in piazza a Copenhagen per tutto la durata del summit, ad averla vista prima ci saremmo risparmiati un sacco di seccature.

A domani per le considerazioni finali.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

1 Comment

  1. che ridere..arriveremo al 2050 a forza di summit inconcludenti. A questo punto,siccome mi piacerebbe nevicasse un po piu nelle mie zone, se possibile , chiederei di abbassare la temperatura media di 5 gradi. solo in inverno..d’estate va bene cosi.Grazie

    Post a Reply

Trackbacks/Pingbacks

  1. Per l’UE il Climategate non è mai esistito « La Valle del Siele - [...] stampa dell’Unione, contenente le valutazioni del Consiglio d’Europa sulla climafiction di Copenhagen, esprime piena fiducia nel lavori e nei…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »