Salta al contenuto

Chi di Nimby ferisce di Nimby perisce

Anche se si tratta di energia eolica, quella che per intenderci, dovrebbe salvarci insieme a quella solare dalle controindicazioni ambientali e climatiche delle fonti fossili.

E così, dal momento che il problema fondamentale (e irrisolto) delle fonti rinnovabili, è quello di poter generare energia solo se ci sono vento e sole e l’unico sistema che si conosca per immagazzinare energia a parte il pompaggio dell’acqua è quello delle batterie, ecco che Terna vorrebbe dotare un parco eolico nell’avellinese di un sistema di batterie proveniente dal Giappone.

Con un piccolo problema. Pare che su tre impianti dove è stata impiegata questa nuova tecnologia due sono andati a fuoco, con annesse nubi tossiche sprigionatesi dalle batterie.

E’ quindi iniziata la battaglia delle autorità locali per impedirne l’installazione; si prevedono le prime manifestazioni di mamme coraggio nel giro di pochi giorni. Qui, su corriere.it la video inchiesta sull’argomento che vi consiglio di vedere e leggere, compresi i commenti in fondo all’articolo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Un commento

  1. Tra i paradossi simili, segnalo anche un’escalation del dibattito sull’energia geotermica. Scrivo “escalation” perché non è una cosa nuova, è una dinamica in atto già da anni; tuttavia oggi si può assistere a fenomeni paradossali, come trasmissioni televisive chiaramente ambientaliste dove si magnifica la geotermia, anche con annessi e connessi (tipo: aziende agricole che sostengono di produrre “a impatto zero”, perché usano esclusivamente energia geotermica locale), e contemporaneamente leggere che la geotermia provoca danni di ogni tipo, dall’inquinamento ai terremoti. Basta googlare “geotermia terremoti” per farsi un’idea dei partiti contrapposti, tutti dentro il variegato fronte ambientalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »