Salta al contenuto

E intanto il Sole tramonta…

La storia del clima, quella che ancora nessuno è riuscito a riscrivere, racconta che in un passato climatico relativamente recente, quando sul pianeta si è un po’ raffreddato, contemporaneamente il Sole si prendeva delle pause.

Considerato che la nostra stella è l’unica fonte di calore che ha il sistema e che le dinamiche del suo funzionamento sono note fino a un certo punto, la cosa dovrebbe insospettire. Non che sia obbligatorio, ma, guardando cosa sta succedendo all’attività solare in questo ultimo suo ciclo, è lecito porsi qualche domanda.

Fig_1 Attività solare
Fig. 1 Attività solare a confronto: Il ciclo 24 (rosso), l’attività media (blu) e un ciclo paragonabile al’attuale (grigio)

Che effetto avrà sul sistema una differenza così evidente tra l’attività solare degli ultimi decenni e quella più recente? Stiamo andando verso un minimo solare? Sarà prolungato come quelli del medioevo?

Fig_2 Attività solare nei secoli
Fig. 2 Attività solare (numero di macchie) dal 1755 ad oggi. Lo zero rappresenta la media del numero di macchie di tutti i cicli.

Guardando questo grafico, è difficile non notare che sembrano esserci dei cicli di lungo periodo e che le inversioni di tendenza, specie dal segno positivo a quello negativo, sono improvvise ma poi anche durature. Considerato che un ciclo dura circa 11 anni un nuovo minimo potrebbe accompagnarci per un trentennio più, cioè per quello che regola vuole sia u “periodo climatico di riferimento”. Quali possano essere le conseguenze sul sistema di un evento del genere non è dato saperlo (forse, anche perché le previsioni sul Sole sono peggio di quelle sul clima 😉 ), ma di sicuro saranno tangibili.

NB: da qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualitàClimatologiaSole

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »