Primo (unico) vero blog post di Climatemonitor

Forse qualcuno dei lettori più affezionati avrà notato che quest’anno CM non ha pubblicato gli auguri per Ferragosto. Nessuna intenzione di emulare il Corriere della Sera, che da quando non è più tra noi la penna di Giovanni Sartori ha smesso di pubblicare articoli dedicati (che abbiamo anche commentato sovente). E’ stata piuttosto una personalissima voglia di silenzio. Anche dalla parola scritta.

Quanto successo martedì scorso ha una sola descrizione: inaccettabile e troppo, troppo triste e assurdo per far finta di nulla il giorno dopo o per pubblicare inutili parole di contrizione.

A questo, lo ammetto ed è qui che questo blog post diventa personale, si è aggiunto il fatto che uno dei più accaniti troll che abbiamo mai incrociato su queste pagine, sia tornato con nuova identità ma vecchio IP e, soprattutto, vecchio livore, a vomitare insulti che solo una lunga esposizione al sole può aver generato. Eccoli qui sotto:

 

Fausto

Bella la barzelletta che la temperatura globale è cresciuta poco o nulla, peccato che la temperatura stia aumentando esponenzialmente e l’ anno più caldo con Nino, l’ anno più caldo con Nina e l’ anno più caldo ENSO neutro appartengono agli ultimi tre.
Mi chiedo se quella del Sig. Guidi è semplicemente allucinante ignoranza anche delle basi dell ‘aritmetica di prima elementare (il che comporterebbe una truffa di tutti i suoi titoli scolastici) o è pagato per mentire, truffare, diffamare falsificare, manipolare etc, (il che costituirebbe comunque un crimine).
In ogni caso ci troviamo di fronte a violazioni multiple della legge che andranno segnalate per far cessare questa attività criminosa. Provvederò.

Fausto

Frenata ? Mamma mia quanta ignoranza e quante menzogne racconta questo.

Il GW continua ad aumentare , l’ anno Nino più caldo, seguito dall’ anno Nina più caldo, dall’ anno neutro più caldo e questo menzognero dice che la temperatura è aumentata poco o niente. Ma quanto la pagano per diffondere dati falsi, dire menzogne , diffamare e insultare i climatologi di tutto il mondo ?

E’ giunto il momento di avvisare le autorità in modo che restituisca i soldi dei suoi stipendi che ha succhiato per anni ai contribuenti italiani per poi alla sera sfogare le sue frustrazioni con diffamazioni,falsità e menzogne in questo blog.

Fausto

Frenata ? Mamma mia quanta ignoranza e quante sporche menzogne racconta questo.
La frenata ce l’ ha lei nel suo cervello.
Il GW continua ad aumentare , l’ anno Nino più caldo, seguito dall’ anno Nina più caldo, dall’ anno neutro più caldo e questo menzognero dice che la temperatura è aumentata poco o niente. Ma quanto la pagano per diffondere dati falsi, dire menzogne , diffamare e insultare i climatologi di tutto il mondo ?
Se dovessero darle un millesimo di secondo per ogni crimine che commette (falsificazione dati, manipolazione, diffusione di dati falsi, ingiuria, diffamazione, calunnia etc…) sarebbe in gattabuia 1 migliardo di anni.
E’ giunto il momento di avvisare le autorità in modo che restituisca i soldi dei suoi stipendi che ha succhiato per anni ai contribuenti italiani per poi alla sera sfogare le sue frustrazioni con diffamazioni,falsità e menzogne in questo blog.

Fausto

Mamma mia quanta ignoranza e quante menzogne . Anno con Nino piu caldo della storia, seguito da anno neutro piu caldo della storia seguito dall’ anno Nina piu caldo della storia ma secondo questo mentitore incallito il GW non esiste.
Mi dica signor Guidi, quanto è pagato per mentire, manipolare e falsificare ?
Spero meglio del suo stipendio che prende illegalmente da anni ai danni dei contribuenti italiani.
E’ giunto il momento di avvisare le autorità di questa attività criminosa che si commette da anni in questo sito, con menzogne, falsità, falsificazioni, manipolazioni, etc….
Se dovessero dargli 1 secondo di galera per ogni dato falsificato, per ogni bugia, per ogni scienziato insultato e diffamato, starebbe in carcere 1 milione di anni.

Tutto ciò, dovrebbe far sorridere, ma abbiate pazienza non ci riesco proprio. Il fatto che in giornate così ci sia qualcuno così palesemente incapace di cambiare il proprio atteggiamento fa decisamente passare la voglia di avere a che fare con questa forma di comunicazione. E fa riflettere sulla sua utilità.

Sulle fesserie e le accuse che scrive inutile commentare, le pubblico per le vostre valutazioni e, per ora, non so se e quando mi passerà la nausea.

Ciao.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

41 Comments

  1. Sicuro che le mie osservazioni non siano più stupide delle altre 39, ripropongo quelle inviate due giorni fa sperando che siano andate perse solo per motivi tecnici. Se non fosse così, gradirei conoscere e scambiare due parole con chi anche questa volta le ha censurate. Cordialità. G.B.

    Trascorse due o tre settimane di lutto stretto che forse necessitavano alla Politica per prendere saldamente in mano la situazione, consoliamoci col “regalo” del progetto del Ponte fattoci da Renzo Piano, purché qualcuno (a chi spetta?) ci garantisca che il valore del progetto venga riportato a sconto sul totale che gli Italiani onesti dovranno versare per il rifacimento della viabilità del nodo di Genova, e non vada invece in tasca ai disonesti. E speriamo che i lavori di smantellamento partano contemporaneamente, e non in serie, a quelli di ricostruzione: attendere che l’intero nodo sia completamente sgombro, dopo la primavera del 2019, immagino, sarebbe una scusa sfacciata per rinviare alle calende greche l’inizio dei nuovi lavori, ma ho l’impressione che sia ciò che sta per succedere senza che gli Italiani, ancora sotto shock, se ne accorgano. Come vecchio ufficiale di complemento in congedo (uno degli ultimi Italiani che ha fatto il suo dovere, quando ormai era sicura l’abolizione prossima del servizio militare obbligatorio) ricordo perfettamente che uno dei compiti principali di un comandante era quello di stabilire la sequenza di ogni operazione in modo che tutta la “forza” disponibile fosse completamente impegnata in un’attività per ottimizzare l’uso del tempo e dei mezzi a disposizione; è quello che nelle organizzazioni del lavoro si chiama “crono(pro)gramma” o volgarmente “time schedule”, che tutti preparano, ma nessuno rispetta.
    Passando al secondo tema del blog, mi sia permesso di portare, con tutta la solidarietà per il col. Guidi, il mio contributo di opinionista cancellato dal Corriere della Sera e da altri meno importanti giornali, a causa delle persecuzioni di un birbante, anch’egli purtroppo anonimo e semianalfabeta, come il sedicente Fausto, che dal comportamento e dallo stile potrebbe bene essere la stessa persona in cui sono incappato io ormai da una quindicina d’anni (l'”oggetto del contendere” principale era più o meno lo stesso: a quel tempo si parlava piuttosto di risparmio energetico che di “riscaldamento globale”). Il “mio” screanzato (si firmava di solito Pippo Stronzi, ma usava altri tre o quattro pseudonimi, eppure quei finti sprovveduti del Corriere, pagina di Sergio Romano, gli pubblicavano le sue dotte riflessioni e accuse) colpiva tutti gli “opinionisti abituali” che alla firma univano l’indirizzo di posta elettronica, cosicché la discussione poteva continuare anche in privato e gli insulti ricevuti erano più pesanti. La mia colpa più grave era quella di desccrivere (o pretendere di “divulgare”) al pubblico i vantaggi e la convenienza dell’energia nucleare a fissione a scopi civili, limitandomi quindi a spiegare il mio mestiere di ingegnere nucleare degli anni ’60, quando l’Italia era la terza “potenza” nucleare mondiale in termini di produzione energetica. Anche a me il “pirata” chiese più volte quanto fosse il mio compenso per quella pubblicità assassina, dato che al volgo italiano viene tuttora insegnato con ogni mezzo e ad ogni livello di “autorità” che “energia nucleare = bomba di Hiroshima”: preciso che in tutta la vita non ho mai potuto esercitare il mio mestiere (come del resto tutti i miei compagni di corso), che fin dall’inizio e per trent’anni fu sostituito, per puro caso, da attività di elettronica spaziale. Ma anche questa, per la nostra diseducata opinione pubblica, è una grave colpa, come si deduce anche dagli annunci giornalistici che confondono i missili a lunga gittata, che potrebbero ben trasportare patate da un continente all’altro, con armi nucleari, ovviamente a fissione, perché se fossero all’idrogeno sarebbero oggetti sacri come le vacche indiane. Di fronte a palesi mentecatti come questo Fausto (e i suoi omologhi, che tuttora annoiano i vecchi opinionisti di quotidiani e riviste) non ci sono difese (a parte la farraginosa Polizia Postale) se non sistemi di filtraggio, automatico, o preferibilmente manuale. E il filtraggio (che non è censura, anche se a volte i due provvedimenti devono coincidere) deve esercitarsi sugli unici elementi di cui disponiamo: l’identificabilità e il linguaggio del pirata. La prima è segno di onestà intellettuale e anche materiale, la seconda di educazione e istruzione. Con questi criteri ciascun lettore riconosce immediatamente le eventuali caratteristiche negative di un commento, evita di leggerlo e risparmia un sacco di tempo. E’ puerile scrivere banalità del genere, eppure la stragrande maggioranza dei cultori dei “social network” rifiuta di attenersi a queste semplici e salutari regole; in questo stesso articolo c’è uno (anonimo) che, commentando, sentenzia: “Poi c’è chi si diverte a fare il professore di italiano che non si rende conto che attualmente è la sostanza che manca ed è poco utile curare la forma grammaticale in questa grave situazione di analfabetismo funzionale”. Io dico: peggio per lui e per tutti gli analfabeti di ritorno che non capiscono che “fare divulgazione” significa farsi capire da chi è abbastanza umile da ammettere che non sa o non ricorda certe nozioni fondamentali per prendere la parola in una discussione civile. E aggiungiamo anche il turpiloquio di molti anonimi che normalmente prendono le parti del col. Guidi, ma in altre occasioni, proprio per questione di innata maleducazione, sono pronti a comportarsi come il vituperato Fausto.
    E, per accontentare quelli che leggono solo le ultime righe, riassumo: farsi riconoscere, usare correttamente la propria o l’altrui lingua, abolire il turpiloquio e gli insulti, spiegare con semplicità i concetti scientifici. “Filtrare” chiunque non si attenga a queste regole di civismo.
    Un’altra regola sarebbe la concisione e anche questa volta non l’ho rispettata: mi scuso e saluto cordialmente
    Giusto Buroni
    giustoburoni@libero.it

    Post a Reply
    • Per un errore grammaticale tipo “desccrivere” o un accento sbagliato o una virgola/apostrofo, non è che il commentatore non venga capito. Quindi l’importante secondo me è farsi capire. Partecipare a questo blog significa anche fare domande, perché è normale non sapere. Dal suo commento Sig.Buroni, visto che predica l’umiltà, crede che traspaia l’atteggiamento di una persona mite e riservata? Provi a rileggersi e a rispondere.
      Saluti

  2. Massima solidarietà colonnello Guidi.
    Non si preoccupi, spesso sono attivisti non sempre stipendiati ma, alle volte si, proprio come afferma Sardo61!
    Continui cosi, il tempo è ed è sempre stato galantuomo.

    Post a Reply
  3. Ciao Guido, era tanto che non scrivevo, letto tutto, considerazioni in merito, nessuna, perché sei un personaggio più che noto , sicuramente per la professionalità, ma ancor di più per l’aspetto puramente di umano, tutto il resto è noia e nulla più.

    Tante volte ed in svariati settori, con tutto ciò che mette oggi la rete per comunicare, assistiamo alle uscite più disparate di persone che sanno di tutto, Fausto o chi per lui è uno dei tanti “sapienti”.

    un caro saluto a Te e Famiglia.

    Post a Reply
  4. Maurizio, scrivo da una postazione che dire precaria è poco, per cui sarò sintetico. La CO2 atmosferica determina la carbonatazione del calcestruzzo, ma da qui a dire che l’aumento della concentrazione atmosferica di CO2 sia responsabile del crollo equivale a dire che il rumore prodotto dallo sparo ha ucciso colui che è stato colpito dal proiettile. Fantasie.
    Come tante altre sentite in questi giorni.
    Tra una settimana spero di poter dedicare più tempo e spazio ad una questione enormemente complessa .
    Ciao, Donato.

    Post a Reply
  5. Caro Guido,

    Il sig. Fausto non sta comunicando ma insultando.

    Chi insulta non vuole informare ma vuole solo cambiare, in peggio, lo stato d’animo della sua vittima.

    Ma per riuscirci ha bisogno della collaborazione dell’insultato: basta non prestargli attenzione, non la merita – e l’unico frustrato resterà lui, con il suo sforzo vano.

    Chissà, forse in questo caso gli devi un pò di gratitudine, per aver fatto emergere tanto apprezzamento e gratitudine nei tuoi confronti…

    Carry on and keep up the good work!

    Alvaro

    Post a Reply
    • Il rammarico e l’interrogativo più che lecito è: come è possibile che il blog partorisca certi commenti?
      A parer mio è la domanda a cui l’articolo cerca risposta.
      Purtroppo certi articoli in questo blog non sono alla portata di tutti, tanto che sarebbe utile un filtraggio prima di accedervi visto la diffusione dell’analfabetismo funzionale: leggo, non capisco e allora rispondo.
      Molti invece dovrebbero leggere, domandare e capire senza nemmeno rispondere.

  6. Col. Guidi seguo sempre il suo blog e mi complimento con lei per il rigore degli articoli.tecnico-scientifici che pubblicate. Lasci perdere le critiche tipo quelle del sig Fausto, si squalificano da sole.
    Cordialità
    Ernesto Pedrocchi

    Post a Reply
  7. possiedo una stazione meteo da 6 anni e misuro puntualmente le informazioni che essa mette a disposizione e le confronto con le medie delle stazioni limitrofe. Sono pubblicate online giorno dopo giorno e consultabili da chiunque. Leggo e condivido pienamente quanto il dott. Guidi pubblica quotidianamente in quanto frutto della scienza. Frasi quali quelle pubblicate dal sig. Fausto, anzi da Fausto, perché l’appellativo di “sig”. bisognerebbe meritarselo, sono ormai “boutade” che si leggono in tanti altri siti di meteorologia che ovviamente fanno sorridere in quanto prive di fondamenti scientifici, frutto di “sentito dire”, magari macchinazioni politiche, ma sicuramente non DEVONO FARCI DISTOGLIERE DALLA REALTA’. Caro Guido, continua come sempre.
    Calorosamente Renato

    Post a Reply
  8. Mi chiedo e Le chiedo tutte queste millantate minacce che fa ‘sto …signore non potrebbero essere usate contro?
    Tutta la mia stima Col. Guidi vada avanti. Saluti Franco.

    Post a Reply
  9. Caro Guido, ti sono particolarmente vicino con stima e riconoscenza per le informazioni corrette sul clima che sempre ci proponi. Quel signore fa parte della categoria dei catastrofisti che non avendo dati per contrastare le rigorose ricerche scientifiche sul clima, sfogano la loro ignoranza e incapacità al dibattito scientifico in questo modo. Non perdo altro tempo a fare commenti. Grazie e cari saluti.
    Uberto

    Post a Reply
  10. Ho avuto modo di leggere questa pagina solo la scorsa notte e essendo ancora sveglio alle ore 2 ho inviato commento che qui ancora non vedo riportato, forse è andato a vuoto a causa dell’orario in cui l’ho scritto. Comunque il succo è che non vedo qual nuovo problema rappresenti questo Fausto, si sa che il mondo è strapieno di persone illiberali, non democratiche, che ambiscono a perseguitare tutti, a imporre le proprie convinzioni con armi o private o del potere pubblico. Anzi son quasi contento quando esse si manifestano apertamente perché ciò serve a definire meglio qual è lo scenario reale con cui si ha a che fare e quindi eventualmente a difendersene. D’altronde se io avessi garanzia di vivere un miliardo di anni potrei ben sopportare anche il rischio della prigione 🙂

    Post a Reply
    • A parer mio chi si appella alla libertà di espressione per paura di essere censurato è già consapevole di essere in errore, conspevole che la propria idea è pari ad una chiacchiera da bar (superficiale) e sopratutto è giusta la censura quando non si fa uso di metodo scientifico per poter spiegare la propria tesi.
      Poi c’è chi si diverte a fare il professore di italiano che non si rende conto che attualmente è la sostanza che manca ed è poco utile curare la forma grammaticale in questa grave situazione di analfabetismo funzionale.
      Infine c’è chi non sa discutere e sa solo scrivere insulti (vedi fausto, volutamente minuscolo) e questi devono essere censurati in questo blog e in qualunque altra realtà civile, ma così non è .
      Come già letto in molti articoli di Climatemonitor, la cosidetta libertà di espressione è influenzata da servizi di stampa in mano a pochi e ad agenzie straniere che non si fanno scrupoli nel condizionare l’opinione pubblica, hanno nelle proprie mani il main streaming dell’informazione. Massimo Lupicino docet.

  11. In realtà rispetto all’aggettivo esponenziale usato da Fausto credo sia più corretto scrivere poco come scritto da Guido:

    Immagine allegata

    Post a Reply
  12. Alcune nozioni di cultura generale prima di scrivere:
    “esponenziale” in un grafico:

    Immagine allegata

    Post a Reply
  13. Massima stima e solidarietà al Dr. Guidi. Questo è un blog scientifico: gli attacchi personali e le minacce dovrebbero restarne fuori.

    Due puntualizzazioni. Uno: Sartori è regolarmente comparso sul Corriere ferragostano; George A. Romero gli fa un baffo (vedasi https://goo.gl/NVQ3Wt ).
    Due: @Franco Nardelli. La frase “ogni religione crea dei fanatici, pensi ai martiri cristiani” fa (amaramente) sorridere, alla luce degli avvenimenti negli ultimi due-trecento anni. A meno che non si riferisse a chi quei martiri li ha uccisi e li continua ad uccidere anche oggi.

    Post a Reply
  14. E’ notte fonda ma solo adesso ho avuto modo di consultare questa pagina. Quel Fausto è uno scienziato, un grande esperto di meteo e clima? I gradi delle temperature globali forse li misura lui stesso? Non pare. E’ solo uno dei tanti in buona fede, e io ne ho conosciuti, che ripetono quanto sentono da altri, soprattutto se tali altri sono investiti, a torto o ragione, di qualche potere pubblico e/o dirigono le mode mediatiche. Loro si sentono in dovere di salvare il mondo indignandosi con chi non è d’accordo con qualche concezione dominante che condividono o accettano o da cui sono affascinati. Non vi darei tanto peso. Però bisogna solo ricordare che i primi a lanciar accuse e denigrazioni sono stati proprio i sostenitori AGW, attribuendo addirittura il termine di “negazionista” a chi manifestava dubbi su detta teoria. Suggerendo così, implicitamente, una sinistra affinità fra i critici della loro teoria e i simpatizzanti neonazisti che negano gli orrori del passato storico.

    Post a Reply
  15. Ciao Guido,
    per favore, non mi far pensare che hai intenzione di dare corda ad uno che scrive tali stupidagini! La migliore cosa è assolutamente cercare di essere indifferente, altrimenti si finisce per dare importanza a tali personaggi.
    Sempre con stima, roberto

    Post a Reply
  16. Caro Guido non incomincio il giorno e non lo chiudo se non apro climatemonitor, e non finirò mai dì ringraziare te e tutti coloro che qui scrivono per avere questa possibilità. Per quanto riguarda l’argomento in questione, un antico detto recita così :
    non discutere mai con gli stupidi e gli idioti, ti portano al loro livello e ti battono con l’ esperienza.

    Post a Reply
  17. Non è neppure detto che sia un troll.
    Ogni religione crea dei fanatici, pensi ai martiri cristiani.
    A me sembra che, nonostante tutto, comicino a capire in parecchi come funziona il catastrofismo.
    Non è una novità storica, perché già la classe sacerdotale azteca si legittimava “ritardando la fine del mondo”.
    E non è una novità neppure la tendenza a imporre censure: in fondo, la censura c’è sempre stata eccetto nel momento in cui gli editori hanno avuto il monopolio dell’editoria. Ora che esiste lo strumento con cui ognuno può parlare a tutti, aspettiamoci che cerchino di istituire il reato di negazionismo. Quel “Fausto” è un personaggio spregevole, ma non val la pena reagire.

    Post a Reply
  18. Avevo deciso di interrompere per una decina di giorni, ma quando ho letto il post, ho dovuto prendere la parola di nuovo. Credo, però, che sia sufficiente ribadire il commento di Edo per esaurire la discussione
    Ciao, Donato.

    Post a Reply
    • Mi associo ai commenti di stima e solidarietà a Guido.

  19. Caro Guido
    capisco i tuoi sentimenti.
    Anche io sarei rimasto ferito da questa violenza assurda.
    Hai tutta la mia solidarietà e la mia stima.

    Post a Reply
  20. Gent.mo dott Guidi
    Per quanto poco o nulla possa valere, le dò la mia piena vicinanza. Sappia che ci sono tantissime persone dotate di ordinario senso comune, che, pur non partecipando alle discussioni di questo blog in quanto troppo tecniche per chi non ha una adeguata preparazione, (persone che però leggono con attenzione tutti i suoi interventi e quelli dei commentatori e studiosi di questo interessantissimo blog) le sono molto vicine, come lo sono io in questo momento. La seguo sempre con attenzione ed ogni volta imparo qualcosa. Grazie per il lavoro che fa e che aiuta tutti coloro che ne sanno usufruire intelligentemente, migliorando se stessi e non solo le proprie conoscenze. Avanti tutta, mi raccomando. Attendo con impazienza il.prossimo suo intervento. Il troll intervenuto rappresenta,malamente, solo se stesso. Cordiali saluti.stefano Ricci

    Post a Reply
  21. Il tempo é galantuomo e, anno dopo anno, decennio dopo decennio, provvede e provvederá a mostrare la sua realtá: le temperature medie globali sono cresciute, certo, ma le previsioni catastrofiste di crescita si sono rivelate errate. Inoltre i ghiacci continentali non si sono affatto sciolti, tutt’altro, i ghiacci artici non sono spariti e il livello dei mari non si é alzato a sommergere le nostre coste.
    Ergo, Guidi, da uomo di scienza qual é, si rassegnerá al fatto che esistono provocatori, fastidiosi e menzogneri, ma che vanno presi semplicemente come tali, senza curarsene piú di tanto.
    Con stima immutata.
    Fabio

    Post a Reply
    • @FabioDue
      Come sono aumentate ? Guidi dice che non sono aumentate. Allora il menzognero è lui !
      Come volevasi dimostrare, vi smentite da soli 😉 da tante balle dite non riuscite nemmeno a ricordarvele.
      Commento scomodo questo, non sarà pubblicato.

    • Federico, rilassati. Ecco vedi? Ora sei anche tu su web 😉
      gg

    • Federico mettere un allegato o linkare studi relativamente a quello che affermi potrebbe essere necessario per iniziare la discussione, ma partire prevenuto senza nemmeno portare dati e smentire coloro che invece li valutano per iniziare una discussione è proprio mancanza di metodo scientifico nel tuo intervento.

    • @federico

      “Guidi dice che non sono aumentate. ”

      Si? Dove l’avrebbe scritto?
      Quotalo, oppure chiedi scusa, se hai un minimo di decenza e onesta’,

    • @Federico
      Non ti è servita la batosta groelandese?
      Corri indietro a rillegerti un paio di tuoi commenti.. Cosa aveva causato quelle temperature in Groenlandia? La risposta che ti ho dato e la risposta che tu mi ha dato.
      Verifica con quanto è accaduto di recente, in soldoni .. inlandsis estivo groelandese..
      Ricercherò quei commenti e le risposte che hai dato.. a destra e a manca.
      Attualmente, al momento, assistiamo localmente a eventi climatici estremi. In relazione abbiamo fenomeni meteorologici estremi. -98°C in Antartide dice nulla?
      Se non sapevi certe cose, come puoi pretendere o dire che in questo blog si dicano falsità. 🙂 ?
      La realtà è che le argomentazioni di rigore scientifico e nel tempo si verificano..
      Differentemente, altri hanno fatto fiasco, assieme alle loro fantomatiche proiezioni..

  22. Tutta la mia solidarietà a Lei Coll. Guidi; la seguo sempre e apprezzo le sue analisi e spiegazioni sempre chiare e pacate che anch’io nella mia immensa ignoranza metereologica riesco a capire. Direi solo che rispondere a personaggi come Fausto sarebbe tempo e intelligenza sprecati. Ignorarli è la cosa più sensata da fare… 😉

    Post a Reply
  23. Guido, mi associo al commento di Edo e capisco la tua rabbia ma questo tizio è un poveretto che si appende la tua rabbia al petto, come una medaglia, un titolo di merito. E di sicuro questo è un premio che non deve avere.
    Ovviamente quanto scrive non è degno di nota e meno che mai di risposta.
    Grazie a te Climatemonitor è un luogo dove è possibile scambiare pareri, anche contrastanti, con serietà e nello spirito di un confronto sereno. E, per quanto mi riguarda, anche un posto dove è possibile crescere e fare amicizie.
    Ti ringrazio non solo per averlo creato ma anche per averlo gestito bene. Ribadisco il commento di Edo. Franco

    Post a Reply
    • Buongiorno. Seguo con molta attenzione il Dott. Guidi per il suo garbo e la professionalità. Purtroppo la questione del global warming antropico è diventata una crociata. In altri tempi colui che nega il riscaldamento antropico è un elemento da combattere . Non mi farei troppi problemi, madre natura prima o poi mette tutto a posto.

  24. Sono i famosi troll “con il cugggino che lavora alla polizia postale”, in realtà frustrati senza nulla da fare né alcun titolo oltre la scuola dell’obbligo. Minacce vuote e menti ancora meno piene.

    Post a Reply
    • Non credo affatto siano dei TROLL frustrati senza nulla da fare, ma bensi attivisti pagati per insultare chi, su ben determinati argomenti che, adesso, stanno realmente mostrando la pochezza della scienza che gli sta dietro ( ma Peer Review), la pensa diversamente e, con coraggio, lo dice, numeri alla mano !
      Ne abbiamo, da poco, beccato uno, su una pagina di FB, che dopo aver minacciato querele per diffamazione verso tutti i partecipanti in quanto prendevano in giro un noto “Climatologo”( che invocava l’Economia Circolare per limitare l’AGW ), ha pensato bene di passare agli insulti prima e sparire dopo, quando gli abbiamo fatto capire ben bene che il Fare l’Attivista per una notissima associazione “Ambientalista” significava anchè prendersi la sua parte di sberleffi …
      Pertanto, caro Guido Guidi, non demorda, che codesti personaggi stanno sentendo il terreno che gli crolla da sotto i piedi, e la prospettiva di cercarsi un lavoro a quarant’anni spaventa anche loro !!!

  25. Guido,
    anzitutto osservo che quelle di Fausto mi ricordano (anche se lo stile assai più urlato) le accuse pubblicate anni fa su Io Donna (supplemento del Corriere della Sera) da Oca sapiens, per cui il vecchio adagio “calunnia, calunnia, qualche cosa resterà” dimostra ancora una volta la sua efficacia.
    Debbo poi dire che nei post abbiamo sempre cercato di riflettere sui dati. Al riguardo ricordo le analisi sulle ondate di caldo o i commenti mensili o le analisi sulla siccità del 2017 in cui non ci si è mai nascosti dietro un dito ma viceversa si sono analizzati i dati per quello che sono.
    E qui credo che sia soprattutto il fatto di ragionare sui dati che spaventa coloro che sono abituati a ragionare per slogan e luoghi comuni.
    Ammetto che l’idea di chiudersi nella torre d’avorio del proprio lavoro è forte…. Il che però vorrebbe dire dar soddisfazione a chi mira ad intimidire, cosa che per motivi etici ritengo del tutto inaccettabile.
    Luigi

    Post a Reply
  26. @guido

    Solidarieta’ a te per questi attacchi personali… ma direi che

    “1 migliardo di anni”

    … la dica lunga sul livello intellettuale del soggetto… non vale la pena di prenderla male.

    Post a Reply
  27. Mio nonno dixit: “Non ti curar di loro, ma guarda, sputa e passa”.
    Un caro saluto
    Edo

    Post a Reply
    • Beh, il block esiste espressamente per questa gente.
      Capisco la volontà di rispondere punto su punto fino ad eventualmente umiliare lo sbruffone con sovrabbondanza di dati, ma esiste una tipologia di individui refrattaria alla conoscenza prima che alla buona creanza: con questa gente la risposta esaustiva ed educata è inutile perchè fanno come i famosi piccioni che giocando a scacchi ti buttano all’aria le pedine, ti cagano sulla tastiera e se ne vanno infine convinti di aver vinto. O li ignori, o li blocchi per la pacifica continuazione del dibattito con tutti gli altri, parlo per esperienza; oltre il fatto che – Brandolini docet – la quantità di energia necessaria per confutare una stronzata è di un ordine di grandezza maggiore di quella necessaria a produrla. Est modus in rebus, oltre un determinato limite il taglio si impone.

    • Chiedo scusa a Edo, vedo ora l’aver mandato come risposta a lui il mio commento all’articolo. Poco male comunque.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »