Salta al contenuto

Le Previsioni di CM – 10/17 Maggio 2021

Questa rubrica è curata da Flavio

——————————-

Una vasta ondulazione del flusso principale si estende dall’Artico in direzione dell’Iberia articolandosi in due minimi depressionari: il primo alle alte latitudini, foriero di nevicate estese tra il Mare di Barents e il Mare di Kara, il secondo attualmente centrato sulle isole britanniche. Tale ondulazione è a sua volta incalzata da una nuova figura depressionaria in rapida evoluzione dall’artico canadese in direzione dell’Atlantico settentrionale. Anticiclone dinamico sull’Europa orientale e sulla Russia, in risposta dinamica alla citata azione depressionaria piu’ ad ovest. Un minimo chiuso di geopotenziale muove retrogrado dal Caucaso in direzione del Mar Nero. Un debole promontorio anticiclonico nordafricano protegge le regioni meridionali italiane (Fig.1).

La settimana sarà caratterizzata dalla crescente influenza della massa d’aria umida e instabile di provenienza atlantica sul quadrante europeo, per il contributo aggiuntivo del già citato vortice canadese, e per quello concomitante (e piuttosto insolito dal punto di vista sinottico) legato al movimento retrogrado della depressione asiatica.

In conseguenza di questa evoluzione sinottica, il geopotenziale sul quadrante europeo si porterà su valori diffusamente bassi con prevalenza di condizioni di tempo instabile e fresco, e occasioni frequenti per precipitazioni. Anche l’Italia sarà coinvolta dal peggioramento delle condizioni atmosferiche, con le regioni centro-settentrionali più esposte in una fase iniziale, e il possibile coinvolgimento del Meridione sul finire della settimana (Fig.2).

Consigli per il Rescue Team

Il Rescue Team sarà abile come al solito nell’evitare di parlare delle nevicate tardive che interesseranno diffusamente il settore alpino, specie in prossimità dello spartiacque. Per fortuna gli organizzatori del Giro hanno pensato bene di eliminare lo Stelvio dal programma di quest’anno, altrimenti sarebbero stati dolori (previsto mezzo metro di neve fresca nei prossimi 10 giorni). Avranno ricevuto anche loro i consigli del Rescue Team???

Linea di tendenza per l’Italia

Lunedì nuvolosità in aumento al Nord con precipitazioni in particolare sull’arco alpino centro-occidentale, nevose al di sopra dei 2,000 metri.  Generalmente sereno o poco nuvoloso sulle restanti regioni salvo aumento della nuvolosità stratiforme su Sardegna e alta Toscana.

Temperature in leggero aumento. Ventilazione di scirocco, più vivace sui Canali di Sardegna e Sicilia.

Martedì molto nuvoloso al Nord con precipitazioni diffuse, più intense sull’arco alpino dove saranno nevose al di sopra dei 2,000 metri. Peggiora anche sulle regioni centrali con precipitazioni sparse dalla mattinata sui versanti tirrenici in veloce spostamento verso le regioni adriatiche, dove si presenteranno più sparse e meno intense. Nuvolosità stratiforme in aumento al Meridione con qualche debole precipitazione in serata sul basso Tirreno.

Temperature in sensibile diminuzione. Ventilazione intensa di ponente sui bacini occidentali, scirocco moderato sull’Adriatico.

Mercoledì passaggio a condizioni di variabilità su tutto il Paese con schiarite anche ampie e annuvolamenti più intensi nelle ore pomeridiane associati a qualche isolato e debole piovasco, specie su Appennino centrale e Valpadana.

Temperature in diminuzione all’estremo Sud. Ventilazione vivace di ponente.

Giovedì nuvolosità variabile al Nord, in intensificazione nelle ore pomeridiane con deboli rovesci sparsi. Prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso altrove, salvo debole instabilità pomeridiana sulla regione appenninica.

Temperature stazionarie. Persiste ventilazione di ponente, entra il libeccio sulla Liguria.

Venerdì nuvolosità variabile al Nord, in intensificazione nel pomeriggio associata a debole fenomenologia da instabilità, e tendenza a nuovo intenso peggioramento a partire dalla tarda serata sull’angolo nord-occidentale. Generalmente poco nuvoloso sulle regioni centrali ma con aumento della nuvolosità a partire dalla Sardegna in movimento verso i litorali tirrenici e associate precipitazioni in prevalenza temporalesche dalla serata. Il Meridione in attesa con cieli poco o parzialmente nuvolosi.

Temperature in aumento al Centro-Sud. Ventilazione moderata dai quadranti meridionali su tutti i bacini.

Sabato probabili condizioni di maltempo sull’Italia, in particolare sulle regioni centro-meridionali peninsulari. Domenica generale miglioramento su tutto il Paese con nuovo aumento della nuvolosità sulle Alpi associato in serata a nevicate diffuse al di sopra dei 2,000 metri.

Temperature in diminuzione nella giornata di Sabato e in ripresa Domenica. Ventilazione vivace di maestrale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualità

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »