Salta al contenuto

Il tormentone

Non so se sia così anche per voi, ma sinceramente credo di essere prossimo alla saturazione. Non passa giorno che qualcuno non tiri fuori un’idea nuova per rimestare nel pentolone dei cambiamenti climatici e dell’ambiente. Stavolta tocca al Direttore Generale della Motorizzazione Civile, il quale ci fa sapere entusiasta che dal prossimo gennaio nelle prove d’esame per conseguire la patente di guida saranno comprese anche delle domande che affrontino il tema della guida ecosostenibile e della salvaguardia ambientale automobilistica.

Immancabile partner dell’iniziativa l’onnipresente Legaambiente, che plaude all’iniziativa comprendente anche l’installazione di non meglio specificate scatole nere sulle auto adibite all’insegnamento, perché si possa soppesare lo stile di guida del malcapitato aspirante autista.

Del resto Legambiente di scatole nere se ne intende. Nera è per esempio l’anima con cui già qualche anno fa decisero di premiare la Citroên per aver sperimentato e implementato l’uso del filtro antiparticolato sui loro modelli, divenuto poi un must per tutte le auto a dispetto del fatto che si tratta della più grande truffa ambientale mai ordita nel settore della mobilità.

Allora nacque un’apposita associazione capitanata proprio da Legambiente cui aderirono vari soggetti industriali interessati a far quattrini nel settore della sostenibilità denominata AIFP (il sito è stato per qualche anno in costruzione, ora è semplicemente blank). Chissà se adesso promuoveranno anche una joint venture per le scatole nere delle auto per i corsi di guida. E magari poi ce le ritroveremo a bordo di tutte le auto per legge queste cosiddette spie ambientali, così il grande fratello verde avrà guadagnato qualche altra posizione. Ma, intendiamoci, se per guida sostenibile si intende riuscire a sostenere con il proprio reddito i costi del carburante, il corso voglio farlo subito, temo però che si tratti di qualcos’altro.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inIn breve

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »