The Journalist wall of shame

Il muro della vergogna per intenderci. E’ un blogger, risiede in Giappone. Ha avuto una bella idea. Una pagina wiki poi traghettata sulle Google forms, per raccogliere tutte le informazioni e osservazioni inutilmente allarmistiche, volutamente approssimative e/o clamorosamente errate che sono circolate in questi giorni sui media riguardo a quanto accaduto in Giappone.

Al riguardo già qualche giorno fa avevamo raccolto l’indicazione di Piero Vietti dal suo blog, circa il “tenore” dell’approccio alla notizia del terremoto e dello tsunami registrato nel nostro paese. Permettetemi l’ennesimo luogo comune, ma pare proprio che tutto il mondo sia paese.

Con le dovute premesse che il problema dei reattori nucleari giapponesi in difficoltà è certamente grave e deve essere giustamente seguito con attenzione, non è possibile non notare che le forse oltre ventimila vettime del disastro geologico siano passate in secondo piano rispetto alle non-si-sa-quante-né-come-né-quando altre vittime degli incidenti nucleari.

E allora sotto con le segnalazioni, se ne avete. Questo è il post di origine, questa la pagina wiki, questa lo Google form.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »