Salta al contenuto

Mirror posting da Meteoweb: Stratosfera e dintorni

Sull’Artico è in arrivo un deciso ‘stratwarming’: potrebbe essere la svolta dell’inverno, masse d’aria polare si muoverebbero verso l’Italia.

Immaginate una trottola che gira veloce intorno a se stessa forte, molto forte, sempre più forte. A un tratto però trova un ostacolo, o più semplicemente per la fine della sua “carica”, è costretta a rallentare fino a fermarsi improvvisamente, adagiarsi su un lato e aspettare nuove condizioni favorevoli per ricominciare a “trottolare”. Adesso prendete un mappamondo, portate l’indice pressoché sulla linea del circolo polare artico e iniziate a ruotare il vostro mappamondo da ovest verso est: è così che “trottola” veloce intorno al polo la corrente a getto che alimenta la poderosa forza del vortice polare. Da lì una classica situazione che da sempre, seppur a cicli alterni, alimenta il clima dell’Europa: il flusso zonale Atlantico, con treni depressionari che dall’Oceano si muovono verso i settori centro/settentrionali del continente mentre più a sud c’è l’anticiclone che dallo stesso oceano si muove sul Mediterraneo. Non a caso conosciamo le nostre figure bariche con precisi riferimenti geografici: la depressione “d’Islanda“ non è un nome a caso, così come l’anticiclone “delle Azzorre“.

Continua a leggere qui.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAttualitàMeteorologia

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »