Salta al contenuto

Indecisione ad alto impatto

Evidentemente tormentati dal dubbio sulla convenienza di impianti eolici in-shore o off-shore, nelle Isole Filippine hanno agito in modo alquanto pirandelliano, piazzando una interminabile fila di torri eoliche direttamente sulla spiaggia!

 

Un esempio di rara attenzione all’impatto ambientale, nel senso che più di così proprio non si poteva fare. Ma, naturalmente, trattasi di nergia pulita, perciò, anche se sporca la vista e un po’ di altre cose non c’è problema. Oppure sì?

 

Giudicate voi (la fonte è corriere.it).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inAmbienteAttualitàEnergia

3 Comments

  1. @Gaetano
    Salvo situazioni particolari, non serve rimuovere le fondazioni dei generatori eolici. Al piu’ si tratta di demolirne la sommita’ fino ad arrivare sotto al piano di campagna e poi riportare terreno nel foro che rimane.

    @Radix
    Campa cavallo…

  2. Abbiate pazienza: in Olanda guadagnano ogni anno milioni di euro sui turisti che vanno a vedere le pale eoliche piazzate vicino alla costa tra l 1400 e il 1700… è solo questione di tempo.

  3. Gaetano

    Non si parla mai delle piramidi di calcestruzzo armato, sepolte sotto terra, che servono per evitare che il vento butti giù sta roba. Nè mai ho letto di quanto costerà la rimozione e lo smaltimento di questi orrori, compresi gli orrori sottostanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »