L’uomo cacciava il mammuth 13700 anni fa: la prova in una foto

La foto del titolo (e le altre nel sito), molto interessanti, sono un mezzo per far conoscere ai lettori di CM l’esistenza, che ho appena scoperto, del giornale in lingua inglese Siberian Times che tratta argomenti ad ampio spettro relativi alla Siberia.
Nella sezione Science il giornale contiene 14 pagine che elencano i titoli di articoli su ritrovamenti scientifici di vario genere, non solo in Siberia. Raramente o mai, in questi articoli, si parla di clima o di tempo meteorologico; si tratta per lo più di ritrovamenti di animali e uomini preistorici, di rapporti (anche sessuali) tra Sapiens e Neanderthal, visibili nel DNA di ossa trovate in una grotta vicino alla Mongolia (apparentemente qualche migliaio di anni prima che ufficialmente il Sapiens invadesse i territori del Neanderthal), di analisi paleontologiche sull’elefante delle steppe del nord, antenato del mammut, vissuto tra 500000 e 700000 mila anni fa. Però in questi articoli non manca mai un riferimento al riscaldamento globale (causato dall’uomo), accettato senza se e senza ma.
Credo valga la pena avere notizie anche di questa parte del mondo, malgrado la loro natura prettamente giornalistica e di allineamento al main stream.

La foto in figura 1, dal sito del giornale e contenuta in un servizio di Kate Baklitskaya del 2014, mostra una vertebra toracica di mammut lanoso perforata da una lancia (o da un giavellotto), lanciata con forza sufficiente ad attraversare la spessa pelle, il grasso e la carne e a penetrare nell’osso. Sembra che all’interno del foro siano presenti frammenti della roccia usata per la punta.

Fig.1: Vertebra di mammuth lanoso con il foro di una lancia. (Da Siberian Times)

Nelle numerose foto del servizio si vedono dettagli della zona del cosidetto “cimitero dei mammuth” che in realtà dovrebbe essere stato uno stagno di fango blu e sale nel quale gli animali si immergevano (per il sale) per poi restare intrappolati nel fango. Questo particolare è importante perchè subito dopo la scoperta della vertebra ci si è chiesto se l’uomo avesse completamento cancellato la popolazione di mammuth (lo sappiamo: l’uomo è brutto, sporco e cattivo per certe “religioni”). Non ci sono però prove per una simile ipotesi e la situazione più probabile sembra essere quella di (rare) uccisioni di animali bloccati dal fango.

L’uccisione di questo mammuth dovrebbe essere avvenuta attorno a 13470 anni fa (v. figura 2), nell’arco di tempo tra il Dryas antichissimo e il Dryas recente (14700-12700 anni fa), tra gli eventi “A” e “1” di figura 2 che mostra gli eventi Dansgaard-Oeschger (D-O).

Fig.2: Posizione , sulla serie del δ18O, degli eventi di Dansgaard-Oeschger (D-O) che hanno preceduto l’Olocene. V. anche Glaciazione, Olocene ed eventi D-O: analisi degli spettri su CM.

Riferimenti

  1. Articolo di Kate Baklitsakaya su Siberian Times.
  2. Siberian Times (Home)
  3. Eventi D-O
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Franco Zavatti

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. L’uomo cacciava il mammuth 13700 anni fa: la prova in una foto – Articoli - […] Fonte: L’uomo cacciava il mammuth 13700 anni fa: la prova in una foto […]

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »