La percezione del climate change
Dic09

La percezione del climate change

Prima di entrare nel post di oggi, vi chiedo di fare un piccolo esercizio di ricerca, aprendo google e digitando le parole “climatemonitor trasposizione“. Verranno fuori dei post che abbiamo pubblicato nel passato, in cui parlando di eventi atmosferici estremi, abbiamo commentato come il collegamento tra questi e il clima che cambia sia ad oggi puramente speculativo. Nient’altro che tentativo di trasporre appunto il...

Read More
Punti di vista
Dic07

Punti di vista

Un gran bel lavoro di comunicazione per immagini in materia di clima. A cosa pensereste se doveste rappresentare l’andamento di uno qualsiasi dei parametri atmosferici nel tempo? Una linea? Un istogramma? Macché, roba vecchia, decisamente stantia. E anche a volte difficile da interpretare. Vuoi mettere un bel triangolo colorato? Molto più diretto e facile da consultare. Ci hanno pensato in un sito web di recente...

Read More
Contrordine: il freddo non viene dal caldo
Ott14

Contrordine: il freddo non viene dal caldo

Una delle ultime frontiere della catastrofe climatica imminente o, per molti, già in atto, dovrebbe essere quella in grado di giustificare gli episodi di raffreddamento in un contesto di temperature in aumento. In realtà non ce ne sarebbe bisogno, se non fosse che ogni tanto in effetti fa freddo, non per un giorno, ma per stagioni intere, come è stato il caso di alcuni degli ultimi inverni sull’America settentrionale e, come ci...

Read More
Contrordine, l’uomo non c’era
Set02

Contrordine, l’uomo non c’era

Oggi va così, si rivedono i post 😉 Alcuni giorni fa abbiamo pubblicato il commento ad una ricerca apparsa recentemente su Nature che attribuisce al forcing antropogenico l’aumento delle temperature globali sin dall’inizio dell’era industriale, cioè da ben 180 anni. Un bel problema, perché un tale evento farebbe di un problema recente un problema endemico e ben più impattante sul sistema pianeta nel suo complesso....

Read More
Dall’Isola di Saricef in Alaska, i primi rifugiati climatici USA. Ma sarà davvero così?
Ago31

Dall’Isola di Saricef in Alaska, i primi rifugiati climatici USA. Ma sarà davvero così?

La notizia è di quelle pesanti: l’isola di Saricef in Alaska correrebbe il rischio di essere sommersa dalle acque dell’Oceano Glaciale Artico e gli abitanti del villaggio di Shishmaref sarebbero così i primi rifugiati climatici degli Stati Uniti. Se però si scava al di sotto delle apparenze, emerge che il villaggio fu edificato durante la corsa all’oro in un’area affetta da un fenomeno erosivo naturale che già condusse gli...

Read More