Uragani: la NOAA si aspetta una stagione molto intensa

In una conferenza stampa tenuta questa mattina, la NOAA ha rese note le sue previsioni sulla prossima stagione degli uragani nell’area dell’Atlantico. Nominalmente il semestre attivo va dal 1° giugno al 30 novembre. Per quest’anno il National Hurricane Center si attende una stagione con l’85% di probabilità sarà sopra la media, mentre solo un 10% è lasciato alla probabilità che sia nella media ed un ancora inferiore 5% alla possibilità che sia inferiore alla media.

I fattori climatici che avrebbero condotto a questa previsione sono essenzialmente tre:

  • Il Tropical multi-decadal signal, un indice calcolato sulla base delle temperature superficiali delle acque tropicali e dell’intensità del monsone in Africa nord-occidentale e nella zona amazzonica, continua ad avere le stesse caratteristiche riscontrate dal 1995, risultate essere importanti per l’attività degli uragani.
  • Le temperature superficiali delle acque dell’Atlantico tropicale e del Mar dei Caraibi sono in forte anomalia positiva ed previsto che tali resteranno nei prossimi mesi.
  • L’indice ENSO, attualmente in fase neutra, potrebbe invece virare verso lo sviluppo de La Niña, ancora una volta fornendo un contributo positivo alla frequenza di questi eventi.

Naturalmente, una stagione più attiva fa aumentare anche le possibilità che le tempeste raggiungano la terraferma, tuttavia la NOAA non fa ovviamente previsioni sulla reale probabilità che questo avvenga.

Quella che segue è l’immagine che racchiude schematicamente le condizioni climatiche sopracitate con riferimento alla prossima stagione.

Fonte NOAA

Qui potete leggere il comunicato per intero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Guido Guidi

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Uragani, la NOAA aggiusta la mira | Climate Monitor - [...] uragani. Alla fine di maggio, era stata divulgata la prima previsione, e noi ne abbiamo parlato qui. Già allora, sulla…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »