Sdoganiamo l’orrore

Aggiornamento n°2 doveroso

La vecchia trama del gioco, annunciata circa due anni fa, è stata confermata in questo momento. Ciò significa che nel gioco, non vi è nessuna apologia del Maltusianesimo, come ci ha fatto notare un gentile lettore. Questa è una doverosa rettifica, perchè chiaramente, la questione si restringe alla sola campagna marketing che così come viene attuata (in modo sicuramente molto efficace), comunque, può indurre in grave confusione. Il messaggio veicolato, rimane al momento decontestualizzato e per questo ancora più subdolo.

Fine dell’aggiornamento

Quello che vi sto per proporre esula da qualsiasi intervento fin qui fatto su Climate Monitor. Prima di iniziare, però, alcune avvertenze. Innanzitutto vi propongo il “cammino” di avvicinamento che mi ha portato a scoprire il video incriminato, così come l’ho fatto io, d’altronde sta tutto su internet e quindi potete ripercorrerlo voi stessi e verificare. Si tratta di un videogioco, dopo vi dirò di più. E’ vero, ciò non toglie che i temi affrontati siano veramente “impegnativi” e nella loro raffigurazione, direi, anche di cattivo gusto. Gli argomenti trattati sono molto vicini a quelli  dell’articolo di Guido Guidi, anche se partono da posizioni apparentemente distanti tra loro.

Ciò premesso, possiamo infine iniziare.

Sto seguendo, ormai da un certo tempo, lo sviluppo di un videogame. Dopo circa un paio di anni, finalmente, ieri è comparso un teaser. Una breve anticipazione, solitamente poco rivelatrice, di quelli che saranno i contenuti.

Il sito è questo “Hydrophobia”, e nella pagina principale compare un conto alla rovescia che attualmente (22 marzo) è circa a -3 giorni dal suo scadere. Quindi per il 25 marzo dovremmo sapere qualcosa di più.

Ebbene, vi sembra normale quella pagina? Provate a fare un “Seleziona tutto” dal menu “Modifica” del vostro browser (o in alternativa aprite il codice sorgente della pagina). Scoprirete che la pagina è costellata di “X” in colore scuro (motivo per cui non le riuscivamo a vedere inizialmente) che rimandano ad un altro sito. Nome di questo sito?

Qui ho cominciato ad avere i brividi: We Are Malthusians

La pagina è completamente nera, minimalista: non vi è nulla, tranne al centro dove è presente un form per inserire qualcosa. Potete inserire quello che volete, ma solo una è la risposta esatta. Indovinate? Esatto, è proprio l’equazione di Malthus. In realtà non è propriamente di Malthus, bensì dei Neo-Maltusiani. Ve la ripropongo:

g(t) = b x 1.02t1

Dovete proprio mettere g(t) perchè è una elaborazione della f(t) che ha una forma un po’ più complessa.

A questo punto un popup vi dice:

KnowMalthus on YouTube

Sono corso ovviamente su YouTube e ho inserito “KnowMalthus” nel form di ricerca e guardate cosa è saltato fuori (non credo sia per un pubblico di minorenni, sebbene non vi sia indicazione alcuna e il video sia ospitato da YouTube, chiediamo gentilmente che sia visionato solo da persone maggiorenni).

Il video lo trovate poche righe più in basso, prima però, alcune considerazioni. E’ solo un gioco? Probabilmente. E’ solo un esercizio “innocente” di marketing? C’è da scommeterci. Tuttavia, c’è almeno un “però”. Perchè di fronte a corpi nudi (indistintamente in videogames o film), o anche semplicemente per una attrice che fuma durante le riprese, si scatenano gli strali di decine di associazioni e organizzazioni a tutela dei più disparati diritti, anche mesi prima della pubblicazione dei titoli stessi, mentre a fronte di un messaggio come “Save the planet, kill yourself” non sta accadendo nulla?

Ognuno giunga alle proprie conclusioni e, in ogni caso, no, noi di Climatemonitor non crediamo, nè abbiamo mai creduto alle teorie del complotto. Nemmeno in questo caso.

Aggiornamento

Lo staff di CM ha deciso di eliminare anche il link al video, sebbene questo rinviasse a Youtube. I motivi sono presto detti: il messaggio veicolato è davvero troppo esplicito e violento. L’istigazione al suicidio, che si innesti su un discorso di tipo Maltusiano, o su qualsiasi altro discorso, è comunque un messaggio gravissimo.

Reblog this post [with Zemanta]
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail___________________________
  1. http://en.wikipedia.org/wiki/Malthusian_catastrophe []
___________________________
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Claudio Gravina

Share This Post On

14 Comments

  1. Malthus aveva una visione molto corta, tant’è vero che la capacità di produrre beni alimentari è cresciuta molto, ma molto più di quanto immaginasse.
    E con gli OGM crescerebbe ancora, a patto che non ci si opponga per pure ragioni ideologiche.
    Ma il problema dei malthusiani, o neomalthusiani, è che essi se la prendono con l’Occidente.
    E’ come se qualcuno facesse una campagna contro l’obesità in casa di anoressici.
    L’Occidente è, dal punto di vista della popolazione, anoressico, come dimostra la crescita negativa che si è avuta in Italia, e comunque la crescita bassissima in tutto l’Occidente.
    Voi direte, “ma come, la popolazione, anche in Italia, è aumentata!”.
    Attenti a guardare bene “cosa” è aumentato. Non certo la componente storica italiana, ma quella proveniente dall’estero.
    I nuovi immigrati vengono da ambienti e realtà diverse. I Cinesi in patria, per esempio, non possono fare più di un figlio. Vengono qua e ne possono fare quanti ne vogliono. Altri vengono incoraggiati dalla loro ideologia o dalla loro religione a fare quanti più figli possibile.
    Noi invece continuiamo a diminuire, e la cura che abbiamo intrappreso, far venire gente da fuori, prova che quel che scrisse Malthus è destituito di fondamento. La popolazione non cresce a dismisura. Ci sono dei fattori che la limitano, e con efficacia.
    Se c’è un problema di eccessiva popolazione, questo non è nell’Occidente. Le ragioni e le contromisure vanno cercate e prese altrove.
    Secondo me.

    Post a Reply
  2. Ovviamente, non posso che essere d’accordo sui pericoli della decontestualizzazione del video in sé. Purtroppo questo doppio ricorso a torbido + ambiguità è ormai diventato prassi normale per le campagne pubblicitarie (di videogiochi, film, telefilm e quant’altro).

    Il thread peraltro mi è servito a conoscere il lato oscuro di Jacques Cousteau, che ignoravo. Peccato, mi era simpatico.

    Post a Reply
    • A me era tanto simpatico che gli avevo comprato due enciclopedie.
      Sono rimasto scioccato da quello che ha scritto.

    • Ma fu un pensiero costante della sua vita o solo un rincoglionimento senile? (come dicono gli ecologisti di Chicco Testa e gli altri supporter del nucleare)

  3. E siccome siamo qui per capirle le cose, devo dire che finalmente sul sito ufficiale, è uscita una news press che conferma la vecchia trama.

    Bene, rimane valido quanto detto prima, con una riabilitazione del gioco in sè.

    Post a Reply
  4. Egr. Sig. Giudici, la ringrazio per l’intervento. Va detto, fin da subito, che la nostra non è affatto una campagna contro questa o quell’azienda di software, nè contro l’industria del videogame.

    Quanto lei riporta è corretto, ma sono informazioni di due anni – due anni e mezzo fa. La trama che viene riportata pubblicamente, oggi, è quella ufficiale rilasciata allora durante una o più interviste da una softwarehouse che non esiste più. Possiamo, non vedo perchè no, continuare a ritenere valida quella trama, e quindi si tratterebbe di salvare il mondo dai cattivissimi che vorrebbero denatalizzarci tutti quanti.

    Bene. Il gioco in questo modo, sebbene su temi angoscianti, assumerebbe tinte diverse. Credo che qui si sia tutti onesti intellettualmente, quanto basta.

    Mi rimane sempre e comunque un dubbio. Chi non conosce questa trama (ammesso che non sia stata rimaneggiata negli ultimi 2 anni dalla nuova società che sta concludendo lo sviluppo del gioco), dicevo chi non conosce la trama e recepisce quei messaggi adesso diffusi su internet, che conclusioni ne trae?

    In un momento in cui (ed è per questo che ci stiamo interessando a questo piccolo caso) alcune voci dell’economia, moltissime voci dell’ambientalismo e sempre più voci del serrismo strizzano l’occhio alla decrescita?

    CG

    Post a Reply
  5. Scusate, ho seguito i passi descritti, ma ho anche cercato su Wikipedia. E, da quanto ho capito, nel videogioco i “neomaltusiani” sono terroristi, quindi i cattivi che il giocatore/protagonista del videogioco dovrà fermare. Non metto il link in accordo con le vostre politiche editoriali, ma è facile trovarlo.

    Detto questo, non voglio minimamente prendere le parti del videogioco o del produttore (personalmente trovo che la maggior parte dei videogiochi di successo come minimo siano dannosi per vari motivi e non mi piace il continuo pescare in temi torbidi). Ma da quanto avevo capito leggendo il post, il videogioco faceva l’apologia del maltusianesimo, mentre è vero il contrario.

    Post a Reply
  6. quaqlche scemo in meno vuol dire qualche posto di lavoro in più 😉 benvenuto a questo nuovo modo per creare posti di lavoro!

    Post a Reply
  7. Come avrete notato, abbiamo aggiornato l’articolo eliminando ogni link e rinvio ai siti citati. Le motivazioni sono aggiunte a fondo articolo.

    CG

    Post a Reply
  8. Tra l’altro se devo essere sincero, abbiamo avuto più di un dubbio se pubblicare o meno i link, non tanto per questioni di buon gusto o meno, ma per non contribuire alla eccessiva pubblicità di questo sito.

    D’altronde se bisogna parlare delle cose, è giusto anche mostrarle.

    Post a Reply
  9. Ho ripercorso l’intero tragitto proposto…
    Semplicemente vomitevole…
    Ma perchè, davvero, non cominciano loro a dare il buon esempio…

    Post a Reply
  10. Perche’ non cominciano loro?

    Post a Reply
  11. Se hai letto quello che certa gente ha scritto, e che è riportato nel sito
    http://www.green-agenda.com/
    trovi che ci sia una certa coerenza e conseguenzialità, almeno di messaggio.
    C’è gente che pensa a “salvare il pianeta”, come se l’uomo fosse il nemico del pianeta, e quindi eliminando l’uomo, si salverebbe il pianeta.
    Dal sito citato, ti porto tre esempi:

    “The common enemy – “Il nemico comune
    of humanity is man. – dell’umanità è (l’) uomo
    In searching for – Nel cercare
    a new enemy – un nuovo nemico
    to unite us, – che ci unisca
    we came up – siamo giunti
    with the idea – all’idea
    that pollution, – che (l’)inquinamento,
    the threat – la minaccia
    of global warming, – del riscaldamento globale,
    water shortages, – la scarsità d’acqua
    famine – (la) carestia
    and the like – e simili
    would fit the bill – sarebbero adatti [ come nemici ] .
    All these dangers – Tutti questi pericoli
    are caused – sono causati
    by human intervention, – dall’intervento umano,
    and it is only through Рed ̬ soltanto attraverso
    changed attitudes and behavior – atteggiamenti e comportamenti cambiati
    that they can be overcome. – che essi possono essere superati.
    The real enemy then, – Il vero nemico allora
    is humanity itself.” – è l’umanità stessa.”
    – Club of Rome,
    premier environmental think-tank,
    consultants to the United Nations

    “The Earth has cancer – “La Terra ha un cancro
    and the cancer is Man.” – e il cancro è l’uomo.”
    – Club of Rome,
    Mankind at the Turning Point

    “One America – “Una sola America
    burdens the earth – grava sulla Terra
    much more than – molto più di
    twenty Bangladeshes. – 20 Bangladesh.
    This is a terrible thing to say. – Quest’è una cosa terribile da dire.
    In order to stabilize – Al fine di rendere stabile
    world population, – la popolazione mondiale,
    we must eliminate – dobbiamo eliminare
    350,000 people per day. – 250 mila persone al giorno.
    It is a horrible thing to say, – E’ una cosa orribile da dirsi,
    but it’s just as bad – ma è altrettanto male
    not to say it.” – non dirla.”
    – Jacques Cousteau,
    UNESCO Courier

    Non ti pare che video del genere siano la conseguenza ideologica di correnti del pensiero come quella del Club di Roma ?

    Secondo me.

    Post a Reply
    • Un errore di digitazione, mi ha fatto scrivere nella traduzione
      “250 mila persone al giorno.”
      invece di
      “350 mila persone al giorno.”
      non che cambi poi molto, visto che Jacques Cousteau è morto (non compianto da me) senza aver modo di mettere in pratica questi “consigli”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »