Salta al contenuto

Forse ci siamo?

Oggi occorre fare un punto della situazione, in quanto gli avvenimenti si stanno evolvendo in modo inaspettato. Oggi a fianco della Cina si è schierato un altro pezzo (futuro) da 90: il Brasile. I due giganti emergenti hanno dichiarato congiuntamente la propria volontà di legarsi ad un accordo per la riduzione delle emissioni serra. Insomma, il fatto che la Cina ripeta la stessa litania da anni, ormai, ha fatto stare tutti gli osservatori e analisti sul chi va là, ma adesso c’è anche il Brasile, e a quanto pare la musica potrebbe davvero cambiare.

I delegati dei paesi occidentali sono ancora piuttosto sospettosi, in quanto la Cina (nè tantomeno il Brasile) non è ancora uscita completamente dall’ambiguità: non ha ancora detto con chiarezza al mondo se a vincolarsi legalmente debbano essere nuovamente i paesi industrializzati o anche le economie emergenti (Cina e Brasile compresi). Non è una ambiguità da poco, perchè alla fin fine è da anni che si sta girando intorno a questo concetto. Emissioni pro capite, o emissioni totali? Perchè prese pro capite, le emissioni di Cina, India o Brasile sono ridicole se confrontate con quelle occidentali. Tuttavia, se prendiamo le emissioni complessive della Cina, ormai superano di gran lunga qualsiasi altro paese occidentale. Di certo sarebbe paradossale che la Cina spingesse ad un accordo vincolante, dovendosi vincolare gli altri… e non essa stessa.

Nel resto della giornata è successo poco altro, a dire il vero. Abbiamo visto nuovamente un Pachauri scatenato sulla questione dell’Himalayagate. E con questa siamo a due. Già una excusatio non petita, è più che sufficiente, ma due in due giorni direi che sono proprio una accusatio manifesta.

L’ultima plenaria della giornata, con addirittura Ban Ki-Moon è stata ricca del solito ritrito catastrofista: o adesso o mai più, anche perchè, ci fa sapere un nuovo studio tedesco, la temperatura salirà di 3.5°C. E va bene, accettiamo anche questo dai tedeschi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail
Published inDurban

Un commento

  1. teo

    dopo aver fucilato 5 btp con 1 bund, adesso fanno lo spread anche con i gradi centigradi???

    Reply
    teo che spettacolo…questa me la vendo!
    gg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »