Contrordine compagni, il Tempo E’ il Clima!

Dell’ultimo peer review de noantri di James Hansen CM ne ha parlato qui. Se quest’anno avesse fatto freddo, cosa che in realtà in inverno è pure accaduta, i dati usati sarebbero tornati buoni per dire che il global warming fa tremare di paura sì, ma anche di freddo.

Invece ha fatto caldo, molto caldo, soprattutto negli USA e sul Mediterraneo. L’Albione, altro hot spot media-climatico invece la stanno ancora asciugando, per cui, per ora, per fortuna, tace. Ma la NASA, specie nella persona del messianico leader del GISS, appunto James Hansen, invece parla a valanga. E, finalmente, ha decretato anche che ormai, in questi ultimi dieci anni, abbiamo sperimentato un numero sufficiente di eventi estremi. Il periodo è percio ascrivibile tra quelli statisticamente significativi, quindi, finalmente, per alcuni eminenti climatologi doc, il tempo è il clima.

Si parla soprattutto di ondate di calore e siccità, ma una strizzata d’occhio palesemente bugiarda anche a uragani, tornado e tempeste varie non manca comunque.

Chi avesse voglia di leggere l’ennesimo articolo di divulgazione disinformante, del genere che Roger Pielke jr ha efficacemente descritto di recente, può accomodarsi a questo link. Per tutti gli altri, un invito alla riflessione: se finalmente abbiamo stabilito che dieci anni di dati sono un tempo sufficientemente lungo per essere ritenuto climaticamente significativo, i quindici anni di trend piatto delle temperature medie globali lo sono ancora di più. Nel frattempo, per informazione, il presunto forcing clima-disfacente non si è affatto fermato.

Temo però che l’autorizzazione a definire cosa sia clima e cosa non lo sia, o quale periodo sia significativo e quale no, sia stata per ora rilasciata solo a Hansen e quelli che la pensano come lui, perché queste cose le andiamo dicendo da anni. Evidentemente però, se non sei d’accordo con loro sei figlio di un clima minore. Peccato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Licenza Creative Commons
Quest'opera di www.climatemonitor.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.

Author: Sancho Senza Panza

Share This Post On

1 Comment

  1. ” Temo però che l’autorizzazione a definire cosa sia clima e cosa non lo sia, o quale periodo sia significativo e quale no, sia stata per ora rilasciata solo a Hansen e quelli che la pensano come lui”

    esatto è autorizzato a parlare di clima solo colui che possiede una bolla pontificia

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »