Salta al contenuto

Categoria: Meteorologia

Gennaio 2008: chi ne parla?

E’ di pochi giorni fa la pubblicazione dei rilevamenti satellitari delle temperature della bassa troposfera del mese di gennaio 2008. Dati raccolti e pubblicati dall’Università dell’Alabama, che hanno da poco ricevuto una prima convalida da parte del NOAA. Fatti salvi eventuali futuri aggiornamenti sulla bontà di queste informazioni, possiamo procedere a mettere in luce alcuni interessanti aspetti del dato relativo al gennaio appena trascorso.

Facebooktwitterlinkedinmail 11 Comments

Stratospheric Sudden Warmings

Ero appena un ragazzo quando ho cominciato ad interessarmi alla meteorologia. Non ricordo molto di quei giorni, salvo il fatto che, da adolescente quale ero, il contesto del corso di cultura aeronautica in meteorologia mi sembrava alquanto strano. Una cosa ricordo bene: “Ragazzi”– disse la persona che ci accolse il primo giorno- “il tempo e la meteorologia sono tutti nella parte più bassa dell’atmosfera, che si chiama troposfera”. Ma è proprio così? Direi di no, dato che se già alla metà del secolo scorso, più di qualcuno aveva cominciato a capire che le cose in effetti stanno diversamente. Nel tempo, molti processi chimici e fisici che riguardano la stratosfera sono stati riconosciuti come determinanti per lo strato sottostante e, quindi, per il tempo atmosferico e per il clima.

Facebooktwitterlinkedinmail 21 Comments

Happy New Year folks!

[photopress:buonanno.jpg,thumb,pp_image]All’inizio del mese di giugno abbiamo cominciato l’avventura di Climate Monitor a carte scoperte. Le nostre intenzioni erano e sono quelle di seguire ed analizzare gli atteggiamenti del mondo dell’informazione sulla materia che ci appassiona e questo abbiamo cercato di fare. Ma forse anche noi, come la maggior parte di coloro che si occupano di questi argomenti, troppo presi dall’acceso dibattitto sugli anni a venire, abbiamo perso un pò di vista il breve e medio periodo. E allora, almeno in questo primo giorno dell’anno, ci sembra doveroso far omaggio a tutti quelli che ci hanno seguiti fin qui con tanta passione, di un pò di sana discussione meteorologica. Sorpresa, stiamo avendo un clima normale. Di più, non sta facendo più caldo dell’anno scorso (a dir la verità sarebbe difficile, ma in fondo ci avevamo creduto quasi tutti che sarebbe potuto accadere) . Sarà forse una conseguenza del fatto che dal 2001 le temperature medie globali sembra abbiano smesso di aumentare?

Facebooktwitterlinkedinmail 6 Comments

Nostalgia del Made in Italy

[photopress:schermata16.png,thumb,alignleft]Non ci sono più le stagioni di una volta ma, a dire il vero, neanche le previsioni sono più le stesse. Il cliché si ripete con straordinaria precisione: o soffriamo di caldo africano o peniamo per il freddo polare. Poco o niente ormai è più meteorologia di casa nostra, come dire, indigena. E’ inevitabile che questo susciti qualche moto d’orgoglio e risvegli un po’ di sano campanilismo, di voglia di Made in Italy.

Facebooktwitterlinkedinmail 3 Comments

Clima, il tempo delle decisioni

[photopress:MTGClimate_0234.png,thumb,alignleft]Calma, questa non è una esortazione ma una constatazione. Il tempo delle decisioni sembra essere arrivato, il tam tam è all’apice del suo ritmo, può concludersi solo con il colpo finale. E così potrebbe essere, almeno per quel che riguarda la definizione delle politiche e delle strategie che saranno avviate nel prossimo futuro nel nostro paese. Piaccia o no, si sia d’accordo o no, siano valide o meno le ragioni dei più convinti, qualcosa, fosse anche soltanto parlarne si farà. Questo almeno è il probabile risultato della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici che è iniziata ieri e si concluderà oggi a Roma.

Facebooktwitterlinkedinmail Leave a Comment

Il clima non è il tempo, ma è il tempo a fare il clima

Due soggetti il clima ed il tempo meteorologico che differiscono per scala temporale e spaziale, come abbiamo già  avuto modo di commentare su queste pagine. La differenza è quindi la stessa che si apprezza tra una fotografia ed un filmato. Possono riprendere lo stesso soggetto ma danno informazioni molto diverse. Tuttavia in fondo un filmato è una serie molto ravvicinata di fotografie proiettate con una velocità  tale da riprodurre il movimento. Un temporale non concorre alla definizione del clima, ma una serie di temporali, per esempio nell’arco di un mese, caratterizzerà  quel periodo come molto instabile e piovoso. Appunto descrivendone il clima.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Facebooktwitterlinkedinmail 8 Comments

Categorie

Termini di utilizzo

Licenza Creative Commons
Climatemonitor di Guido Guidi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@climatemonitor.it.
scrivi a info@climatemonitor.it
Translate »